Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

28/10/2009

Spazi alle associazioni, si cambia: in arrivo due bandi di gara per i locali dell’ex Giusti, dell’ex ufficio leva e per il bocciodromo di via Rossi

Gli spazi comunali per le associazioni d’ora in avanti saranno concessi attraverso gare. Questa è la decisione della giunta di Palazzo Trissino che oggi ha approvato i primi due bandi per l’assegnazione di locali dove le associazioni potranno riunirsi. "Si tratta di un notevole cambiamento - commenta l’assessore al patrimonio Antonio Dalla Pozza - : da un lato per le associazioni, e in particolare per quelle che hanno chiesto uno spazio e che attendono ancora risposta, dall’altro per gli uffici comunali che riusciranno a gestire in modo più trasparente e funzionale tutte le richieste".

Il nuovo meccanismo parte con una sperimentazione che coinvolge l’ex scuola elementare Giusti, l’ex ufficio leva di via Arzignano, alcuni locali di via Spalato e il bocciodromo di via Rossi. All’ex scuola elementare Giusti troveranno spazio associazioni impegnate nel campo della solidarietà e dell’utilità sociale. La concessione sarà di due anni, un tempo utile per restaurare il complesso di San Rocco, che sarà trasformato in un polo del sociale raggruppando anche le associazioni del settore. Per l’ex Giusti, invece, la previsione sul lungo periodo è quella dell’alienazione. L’ex ufficio leva di via Arzignano, interessato attualmente da lavori di ristrutturazione, raggrupperà invece le associazioni ex combattentistiche e d’arma.

Altro luogo interessato dall’assegnazione tramite bando sarà l’ex bocciodromo di via Rossi, una struttura oggi fortemente degradata. I costi che il Comune dovrebbe sostenere per il restauro si aggirano attorno ai 250-300 mila euro: un impegno troppo gravoso per l’ente che ha deciso di predisporre un bando per dare in concessione ad una o più associazioni la struttura per 9 anni, con l’impegno da parte del vincitore di sostenere i lavori di riqualificazione: "In questo modo - commenta l’assessore Dalla Pozza - l’ex bocciodromo potrebbe diventare un nuovo luogo di aggregazione per lo stesso quartiere che lo ospita".

Dopo queste sperimentazioni l’amministrazione comunale conta di applicare la modalità del bando anche a tutti gli altri spazi assegnati alle associazioni, man mano che i locali si renderanno disponibili: "Sono convinto – prosegue l’assessore – che anche le associazioni del territorio apprezzeranno questo nuovo metodo, che premia i meriti sul campo, come la capacità progettuale, la fruibilità dei servizi offerti, il radicamento nel territorio, e non altre caratteristiche, come le amicizie con il politico di turno. L’obiettivo dell’amministrazione è trovare uno spazio per tutte le attività: in città ci sono circa 200 associazioni che occupano gli spazi delle circoscrizioni e una sessantina di realtà che utilizzano altri spazi comunali. In lista d’attesa per avere un locale rimangono circa una trentina di gruppi che potranno trovare spazio proprio nei nuovi locali che stiamo mettendo a disposizione: l’ex scuola Giusti potrà essere occupate da 15-20 associazioni; l’ex ufficio leva di via Arzignano è dotato di 9 stanze ed una sala riunioni utili a una dozzina di associazioni".

Nell’assegnazione degli spazi verranno privilegiate le onlus ed in particolare quelle delle categorie prescelte (sociale per l’ex scuola Giusti, ex combattentistiche e d’arma per l’ex ufficio leva di via Arzignano) che predisporranno domande per l’uso condiviso dei locali.

"In questo modo - conclude l’assessore - cerchiamo di incentivare la capacità di aggregazione tra le associazioni. In ogni struttura prevediamo infatti che alcuni spazi siano utilizzati in comune, facendo così fronte anche a problemi di sostenibilità dei costi ".

I bandi saranno disponibili sul sito internet del Comune a partire dal 5 novembre e rimarranno aperti per un mese.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza