Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

16/06/2009

Domenica 21 giugno 2009 a Vicenza si celebra la Festa internazionale della musica

Mancano ormai pochi giorni alla Festa internazionale della musica, e anche quest’anno, per il secondo anno consecutivo, il Comune di Vicenza si prepara a celebrarla con una lunga serie di iniziative coordinate dall'assessorato all’Istruzione e alle Politiche giovanili e dall’assessorato alla Cultura, in collaborazione con il Ministero della gioventù, l’associazione Veneto Jazz, l’Anci e con la partnership di Aim e Amcps.

L’amministrazione comunale sposa dunque con entusiasmo la filosofia di una manifestazione che, a livello europeo, accoglie l’estate con una grande festa durante la quale si esibiscono musicisti di ogni genere sui palcoscenici più inusuali: le strade, i vicoli, i cortili, le piazze, i luoghi d’arte, le biblioteche e i musei.

Hanno presentato l’evento questa mattina nella sede dell’Informagiovani gli assessori del Comune di Vicenza Alessandra Moretti (Politiche giovanili) e Francesca Lazzari (Cultura), l’assessore al tempo libero del Comune di Verona, Federico Sboarina, il responsabile nazionale Anci per le Politiche giovanili e lo sport, Roberto Pella, il presidente di Veneto Jazz, Giuseppe Mormile, il direttore dell’orchestra Ritmo Sinfonica Italiana, Diego Basso, il presidente di Aisla (Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica), Mario Melazzini, nonché Ron, l’artista testimonial dell’Aisla.

Dalle 17 alle 24 di domenica prossima sarà dunque il centro storico di Vicenza a fare da cornice a più di 25 appuntamenti a ingresso libero; non solo happening musicali, ma anche teatrali e artistici, che culmineranno con il concerto delle 21.30 in Piazza dei Signori: l’Orchestra Ritmico Sinfonica Italiana, Academy Voice, il coro Le voci dell’Accademia saranno sul palco con importati artisti italiani, tutti insieme per sostenere la lotta contro la SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica), (si veda comunicato stampa a parte).

“Grazie a nomi come Ron, Bergonzoni, Carboni, Minghi, Ricciarelli e tanti altri – ha dichiarato Moretti - domenica sera Vicenza sarà al centro del panorama musicale italiano. Abbiamo voluto offrire ai giovani un evento di alto richiamo e di qualità, quasi una notte bianca, per abbinarla ad una campagna di sensibilizzazione nei confronti della Sla”.

“Tanti gli appuntamenti in calendario – ha evidenziato Lazzari -, ma organizzati in modo che non vi siano affastellamenti. La festa internazionale della musica seguirà dunque un modello di diffusione degli spettacoli già felicemente sperimentato in altre occasioni, dal festival jazz alla notte del cioccolato. Vicenza del resto si presenta come una sorta di vivace museo all’aperto, in cui la gente ama ritrovarsi per consumare i riti dell’aperitivo o del dopo cena, tanto meglio se abbinati a proposte culturali e musicali”. 

La festa avrà inizio alle 17 a Piazza Castello dove saranno protagonisti i gruppi di Vicenza Net Music 2009 e, a seguire, nel rinnovato spazio espositivo di AB23, ex chiesa di SS. Ambrogio e Bellino con le voci dell’Istituto musicale veneto “Città di Thiene”, dirette da Lorenzo Fattambrini (ore 18). Sempre allo stesso orario, allontanandosi per un po’ dal centro cittadino, ci si potrà trasferire nella suggestiva cornice di Villa Ghislanzoni Curti di Bertesina, dove l’ensemble dei Fiati dell’Orchestra del Teatro Olimpico, sotto la direzione di Guido Conti, proporrà brani di Franz Krommer, Wolfgang Amadeus Mozart e Antonin Dvorak.

Location fuori dall’ordinario saranno allestite nell’ansa del fiume Retrone (approdo Ponte Pusterla) e a piazzetta del Garofolino: il primo appuntamento, in collaborazione con House of Blues Café, vedrà esibirsi le formazioni degli Union Quartet e Neal Quintet (ore 17), il secondo prevede invece una maratona musicale con live dj set a rotazione (dalle 18) organizzata dal Bar Tre.

Nella zona di Ponte S. Paolo il Bar Enos presenterà il quartetto d’archi Archimia (19.30), quindi la vicina Osteria ai Monelli alternerà, dalle 17.30 fino a tarda serata, dj set e gruppo Tribossa. Altri locali che parteciperanno attivamente alla programmazione della Festa internazionale della musica sono: il Bar Borsa in Piazza dei Signori che, aspettando i grandi nomi, animerà la piazza grazie al jazz carico di contaminazioni del settetto The Mooders (ore 19.30); sempre jazz si ascolterà al Nuovo Bar Astra, in contrà Barche, con i Vertical e il Sam Paglia Quartet (ore 19) e all’Opera food&drinks di Piazza Matteotti che concede la scena al Cherry Jazz Quintet. In contrà Pescherie Vecchie, al Bar Ovosodo, si attende il duo Enrica Bacchia e Massimo Zemolin con riletture di brani italiani, jazz e brasiliani (19.30), mentre poco prima, all’Osteria Vicolo stradella di S. Barbara, sarà in azione la Chocolade Acoustic Band (ore 19).

Con il passare delle ore anche a Piazza Duomo sarà di scena la musica: alle 21 è infatti previsto il concerto di The Edge, e contemporaneamente, il locale Bye Bye Brazil di Corso Palladio farà esplodere i ritmi brasiliani degli Swing Antigo. Al Ristorante al Pestello (contrà S. Stefano), si potrà inoltre cenare accompagnati dal sax e dal piano dei Nuevo Dialogo, duo tutto al femminile.

Per chi volesse lasciarsi travolgere dal samba, appuntamento alle 22 con il progetto Batuque Branko che muoverà da Piazza S. Lorenzo un concerto itinerante.

Tra letteratura, arte e teatro arricchiranno la manifestazione anche La Biblioteca internazionale La Vigna (contrà Porta S. Croce), che presenterà alle 21.15 una serata tra letture e musica dal tema “Seduzioni sotto le stelle”, la galleria Yvonneartecontemporanea (contrà Porti) che ospiterà le fisarmoniche del conservatorio “Pedrollo” (ore 19) e la Galleria Primo Piano Arte Studio (contrà S. Barbara) con le note dell’associazione “Fraglia dei Musici” (ore 20.30).

A completare una giornata già densa di appuntamenti musicali, l’apertura serale gratuita dalle 21 alle 23 non solo della Pinacoteca civica di Palazzo Chiericati e del Museo naturalistico archeologico di S. Corona, ma anche degli spazi dedicati all’arte contemporanea AB23 (ex chiesa SS. Ambrogio e Bellino), dove è ospitata la mostra “Corpi riscritti” (aperta con orario 10-12.30, 16-23) e Casa Cogollo (detta del Palladio, 10.30-13, 15-23), sede dell’esposizione “Dolci per i miei denti”. Proprio quest’ultima sarà palcoscenico di una performance teatrale prodotta da MusaFragile Theatre, dedicata allo scrittore Pasolini (17.30-19).

Ci si attende quindi una domenica 21 giugno tutta all’insegna dell’intrattenimento, un solstizio d’estate che vedrà diverse realtà affiancarsi per fare della musica il perfetto ambasciatore di un rito celebrato praticamente da sempre, quello del passaggio dalla primavera all’estate.

Per informazioni:
Informagiovani – Sportello Giovani artisti Italiani
Contrà Barche 55 - 36100 Vicenza tel. 0444 222055, gai@informagiovani.vi.it 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza