Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

26/02/2009

Il presidente di Aim Roberto Fazioli si dimette da presidente di Elettrogas. Variati: “Un sacrificio dettato da grande responsabilità, per ridare serenità all’azienda"

"Ora taccia chi, dopo aver rovinato Aim, vorrebbe irresponsabilmente farla ricadere in un clima di veleni e di sospetti”

Questa mattina il presidente di Aim Roberto Fazioli ha annunciato la sua decisione di dimettersi da presidente di Elettrogas SpA, l'azienda con sede a Padova tra le prime realtà in Italia per l'approvvigionamento, la vendita e il trading di gas naturale.

Alle 9 Fazioli ha incontrato il sindaco Variati con il quale ha affrontato anche questa questione. All’epoca della nomina a presidente di Aim, Fazioli si era dimesso da alcune società. “La decisione di dimettermi anche da Elettrogas - precisa Fazioli - non è un atto dovuto, dal momento che ribadisco che non c’è alcuna incompatibilità tra le due cariche e sono pronto a rispondere punto per punto alle tante questioni che sono state strumentalmente sollevate su questa faccenda. Ho deciso di dimettermi perché ho assunto con il sindaco Variati un impegno morale: perseguire la missione di portare Aim fuori dalle secche e dal clima velenoso dove è stata immersa per troppo tempo. Proprio per il bene della società ho perciò deciso autonomamente di rimuovere questo elemento per concentrarmi sul bene dell’azienda, sui servizi che deve offrire ai cittadini, sui progetti di risanamento e di sviluppo”.

“Nel ricordare peraltro che non sono presidente di Aim Vendite i cui acquisti vengono fatti su mercato - prosegue Fazioli - sottolineo che mi sono interessato a questa società perché aveva un passivo 3,3 milioni di euro, caso più unico che raro in Italia, dato che una società di vendita del gas per definizione non dovrebbe essere in passivo. Da un’indagine interna ho verificato che la precedente gestione aveva fatto scelte sbagliate, lanciandosi in acquisti sul mercato senza essere attrezzata per farlo, come i vicentini hanno potuto ben riscontrare, anziché assicurare i doverosi utili aziendali. Grazie al nuovo management la previsione  per il 2009 è di un pareggio se non addirittura di un utile, sia per Aim Vendite, sia per l’intero gruppo. Questi sono i fatti, con i quali intendo parlare, lasciando ai protagonisti del passato l’inefficienza malamente coperta da un clima di veleni e di sospetti”.

Da parte sua, il sindaco Variati ringrazia Fazioli per l’ulteriore dimostrazione di responsabilità: “Fin da subito – commenta Variati – il professore Fazioli mi aveva dimostrato la disponibilità a compiere scelte anche difficili, assicurandomi il suo pieno impegno per sanare l’azienda non solo nel deficit, ma anche dal clima negativo che l’ha avvolta nel recente passato. Negli anni Aim è diventata il pozzo che ha avvelenato l’acqua della politica vicentina. Come dimostrano le polemiche strumentali di queste settimane, qualcuno coltiva ancora la vocazione a cercare di coinvolgere l’azienda nella lotta politica. E’ un errore, tanto più se proviene da chi porta su di sé tutta la responsabilità di una gestione fallimentare. La città ha bisogno di grandi scelte per questa azienda. Per questo ringrazio, come sindaco a nome della città, il professor Fazioli per l’ulteriore sacrificio che ha deciso di compiere, nella convinzione e nella speranza che ciò possa portare la serenità necessaria ad affrontare le grandi sfide che ci attendono”.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza