Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Uffici

Uffici del Comune: sedi, orari, telefoni, e-mail e attività

29/01/2009

Bonus sociale energia elettrica: scatta la procedura di presentazione delle domande

Assessore Giuliari: “Grande sforzo di squadra per consentire alle famiglie in difficoltà di accedere al contributo. Spero che ci aiutino anche i CAF che finora non hanno aderito”

E’ partita, con il coordinamento dell’assessorato ai servizi sociali del Comune di Vicenza, la procedura di presentazione delle domande per ottenere il nuovo bonus sociale energia elettrica. Si tratta di una detrazione sulle bollette dell’energia elettrica a partire dal 2008. Ne hanno diritto le persone in stato di disagio economico, con ISEE inferiore a euro 7.500, o in stato di disagio fisico,perché utilizzatori di apparecchi medico-terapeutici alimentati ad energia elettrica.

L’intestatario del contratto di fornitura o un suo delegato deve fare domanda entro il 31 marzo 2009 per ottenere le riduzioni sulle bollette del 2008 e del 2009. Le domande presentate dall’ 1 aprile 2009 in poi faranno scattare la detrazione a partire dai due mesi successivi alla richiesta e per i dodici mesi successivi.

Chi certifica il proprio disagio economico ottiene una riduzione annuale sulle bollette della luce pari a 60 euro per un nucleo familiare di 1 o 2 componenti, a 78 euro per 3 o 4 componenti, a 135 euro per più di 4 componenti. Il bonus per chi chiede il contributo per l’utilizzo di apparecchiature medico-terapeutiche riduce la bolletta annuale di 150 euro.

“Il provvedimento governativo – commenta l’assessore alla famiglia e alla pace Giovanni Giuliari – era stato auspicato dall’intero consiglio comunale in occasione della discussione sul contributo per il riscaldamento e non può che trovare il nostro appoggio, trattandosi di un ulteriore aiuto alle famiglie in difficoltà. L’assessorato agli interventi sociali, in collaborazione con il decentramento e, per gli aspetti informativi, con l’ufficio relazioni con il pubblico, ha fatto in queste settimane un grande sforzo organizzativo per attivare in tempi rapidi il nuovo servizio di raccolta delle domande. Anche Aim si è dimostrata subito sensibile all’iniziativa per gli aspetti di sua competenza. Tuttavia soltanto quattro CAF, malgrado le indicazioni nazionali, hanno attualmente aderito alla convenzione per collaborare alla raccolta delle domande. Auspico che anche tutti gli altri Centri di Assistenza Fiscale della città riconsiderino l’importanza di affiancare l’amministrazione in questa azione di aiuto ai cittadini più deboli, a maggior ragione in questo momento particolarmente critico per l’economia delle famiglie”.

La domanda, infatti, è informatizzata e va compilata soltanto agli sportelli autorizzati, con il supporto di un operatore. Per questo motivo i residenti nel Comune di Vicenza devono rivolgersi ai CAF che hanno aderito all’iniziativa: CIA (Confederazione Italiana Agricoltori), via della Tecnica, 13; tel. 0444/922563-0444/962564; Dipendenti e Pensionati U.S.P.P.I.D.A.P. S.R.L., corso SS. Felice e Fortunato, 112 - tel. 0444/875995; Movimento Cristiano Lavoratori, piazza Duomo, 2 – tel. 0444/226636; RdB – CUB, via P.M. Zaguri, 65 - tel. 0444/514937.

In alternativa, si può telefonare allo 0444/222527 dalle 9 alle 12.30 dal lunedì al venerdì, per fissare con un operatore comunale l'appuntamento e presso quale ufficio decentrato presentare la domanda.

Questi i documenti da presentare in caso di disagio economico: attestazione ISEE inferiore a euro 7500 rilasciata nel 2008 con validità fino al 31 marzo 2009 oppure rilasciata nel 2009;  documento di identità valido; codice fiscale; ultima bolletta dell'energia elettrica da cui si possa ricavare il numero POD; eventuale delega in caso di domanda presentata da persona diversa dal titolare del contratto energia elettrica.

Chi, invece, ha diritto al bonus perché utilizza apparecchi medico-terapeutici alimentati ad energia elettrica deve presentare: documento di identità valido; codice fiscale; ultima bolletta dell'energia elettrica da cui si possa ricavare il numero POD; fotocopia della certificazione ULSS  o  dichiarazione  sostitutiva  di  atto  di notorietà, eventuale delega in caso di domanda presentata da persona diversa dal titolare del contratto energia elettrica.

Per informazioni: Ufficio relazioni con il pubblico, corso Palladio 98, 0444/221360 oppure sul sito del Comune, da dove stampare anche la relativa modulistica.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza