Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

11/10/2007

Seconda edizione di "Teatro elemento": al Bixio di Vicenza dal 13 ottobre spazio ai più diversi modi di intendere il teatro e lo spettacolo

Anche in questa nuova stagione della sala off comunale, con la direzione artistica di Theama, grande attenzione ai giovani e alle proposte più nuove e alternative. Simbolo dei vari generi trattati saranno i gas nobili. Arriva anche il premio "Caschetto d'Alluminio"


È stata presentata questa mattina a Palazzo Trissino "Teatro Elemento", la seconda edizione della rassegna teatrale proposta allo Spazio Bixio di via Mameli n. 4.
Erano presenti il sindaco di Vicenza Enrico Hüllweck e, per Theama Teatro, il presidente Piergiorgio Piccoli e il vicepresidente Aristide Genovese.
Dare vita allo spazio e dare spazio a nuovi spettacoli, alla vitalità dell'odierna cultura teatrale e artistica. Con questo duplice obiettivo riapre le sue porte lo Spazio Bixio, sala off (99 posti) allestita in via Mameli n. 4 - e di recente ulteriormente ristrutturata - dal Comune di Vicenza e affidata, per la direzione artistica e la gestione organizzativa, a Theama Teatro.
Forti del gradimento ottenuto nella prima stagione, Comune e Theama tornano dunque quest'anno, dal 13 ottobre, a riproporre nella sostanza la fortunata formula che nel 2006-2007 ha decretato il successo di "Teatro Elemento". Lo scorso anno, infatti, la rassegna di spettacolo si è da subito messa in luce per il suo ampio respiro e la capacità di spaziare tra i più diversi generi di spettacolo (dalla prosa, alla musica, alla danza) rivolgendosi a un pubblico di tutti i gusti e di tutte le età. Non solo: l'iniziativa è stata apprezzata per la sua grande attenzione a quelle correnti e a quelle proposte, vicentine e venete in particolare, che difficilmente trovano spazio sui palcoscenici tradizionali, aprendo così un canale privilegiato per numerosi artisti emergenti e per un pubblico desideroso di incontrarli.
Ma questa nuova edizione proporrà anche qualcosa di nuovo, come un "open stage" di lettura futurista, con tanto di premio.
Trenta i titoli in programma: per ora, almeno; visto che già l'anno scorso la rassegna si è dimostrata disinvoltamente "in progress", pronta quindi a modificarsi e a cogliere al volo le più interessanti occasioni emergenti via via dal mondo della produzione teatrale e artistica.
E se nel 2006-2007 gli "elementi" protagonisti della stagione sono stati la terra, l'acqua, l'aria e il fuoco, ciascuno chiamato a identificare una precisa serie di proposte omogenee, così anche quest'anno il programma utilizzerà come "guida" alcuni elementi naturali, che per l'occasione saranno i gas nobili: l'Elio, che non ghiaccia mai, portabandiera della commedia; il Neon, che inscatolato s'illumina, scelto come rappresentante del teatro per i piccoli e della sua magia; il Kripton, che misura lo spazio, simbolo del teatro performativo; e ancora il Radon, naturalmente radioattivo, a indicare gli spettacoli ad alto (ma rivitalizzante) contenuto di sperimentazione.
Scorrendo i titoli in cartellone, l'ampiezza e l'originalità di "Teatro Elemento 2007-2008" sono evidenti. Al Bixio transiteranno anomi ben noti al pubblico locale come quelli di Pino Costalunga e Armando De Ceccon, accanto ad altri che molti spettatori hanno piacevolmente scoperto nella passata edizione - da Teatro Armathan alla Fondazione Atlantide Teatro Stabile di Verona, da Il Cerchio Imperfetto a TrixTragos - ad altri ancora, in parte già applauditi sui palcoscenici locali ma in vesti diverse, in parte alla loro prima esibizione nel Vicentino.
Ampia, si diceva, la gamma dei generi ospitati al Bixio: dalla commedia classica alle improvvisazioni, dalla musica alla danza, dalle proposte per bambini e famiglie alle anteprime di spettacoli in fase di allestimento, dalle performances arricchite da effetti multimediali ai testi originali di nuovi autori. In più, il 9 febbraio, "Serata futurista per un teatro del futuro", incentrata su letture e poesie futuriste e collegata a un "open stage" su iscrizione con assegnazione del nuovo premio "Caschetto d'Alluminio".
Il primo appuntamento con la seconda stagione di Teatro Elemento è fissato per sabato 13 ottobre alle 21 con Pino Costalunga di Glossa Teatro, di scena in "Improvvisazioni musicali su parole d'autore": una sorta di viaggio con colonna sonora tra rinomati testi classici del teatro brillante.
Per informazioni sulla rassegna e sui singoli spettacoli: Theama Teatro, in stradella Barche 7, a Vicenza (tel. 0444 322525).

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza