Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Uffici

Uffici del Comune: sedi, orari, telefoni, e-mail e attività

24/07/2007

Giovedì "Vicentini magnagati" alle Serate d'estate dei Proti

Nuovo appuntamento con il teatro giovedì 26 luglio al Chiostro del Proti, che in queste settimane mette in scena le sue «Serate d'estate», promosse dalla Circoscrizione 1 "Centro Storico", d'intesa con l'Assessorato per i Giovani e l'Istruzione del Comune di Vicenza, la partecipazione dell'Ipab, il patrocinio e il contributo della Regione Veneto e l'organizzazione artistica di Fita Veneto.
A salire sul palcoscenico del suggestivo teatro all'aperto rappresentato dal giardino interno dell'Istituto, nel cuore della città, con «Vicentini magnagati» sarà la compagnia Astichello di Monticello Conte Otto, formazione nota nel campo del teatro di tradizione, già protagonista di lavori come «El mas'cio: processo, morte e resurresion», «Quel fiol d'un can d'un gato», «El barbiero de Porta Monte» e «L'amante de legno», tutte rielaborazioni di commedie curate da Danilo Dal Maso, recentemente scomparso, e Donnisio Da Montecio. Anche questa commedia - che tra l'altro è reduce da una fortunata tournée in Brasile - nasce come rielaborazione di un testo: in questo caso «I magnagati», del drammaturgo vicentino Primo Piovesan. Ma la storia è stata spostata tra le due guerre, in una Vicenza alle prese con ristrettezze tali da portare i suoi abitanti a non disdegnare cibi...alternativi, come suggerito dal titolo. Ma oltre ad essere - come tutti i lavori dell'Astichello - uno spaccato di storia locale (valorizzata dalle belle scenografie dell'artista Galliano Rosset), «Vicentini Magnagati» è anche la storia di una famiglia, quella del proprietario dell'Osteria alla Malvasia, che fa da scenario alle vicende narrate. È qui, fra i tavoli sistemati nella piccola corte dalla quale si indovina Piazza dei Signori, che si dipana una storia che potrebbe sembrare quella del tradimento, da parte della moglie dell'oste, con un giovane facchino della fraglia della Rua e trafficante di "gatti da arrosto", ma che si rivelerà, non senza momenti di intensa emozione, sorretta da tutt'altro sentimento.
La regia è di Aldo Zordan. Da segnalare la bella colonna sonora elaborata da canti tradizionali raccolti ed eseguiti dalla Banda Brian.
Ingresso libero. Inizio alle 21. Per informazioni contattare la Circoscrizione 1 "Centro Storico", tel. 0444 323898.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza