Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

29/06/2007

Circoscrizione 1: presentata questa mattina la rassegna "Serate d'estate nel chiostro del Proti"

«Serate d'Estate nel Chiostro del Proti - 2007» compie tre anni, si fa ancora più ricca e accattivante e sfodera l'asso del teatro di qualità. Promossa dalla circoscrizione n. 1 del Centro Storico, d'intesa con l'assessorato per i giovani e l'istruzione del Comune di Vicenza, la partecipazione dell'Ipab e il patrocinio e il contributo della Regione Veneto, la manifestazione estiva cittadina ha infatti deciso di caratterizzarsi, quest'anno, come vera e propria rassegna teatrale, forte di otto spettacoli organizzati con la collaborazione artistica della Fita - Federazione Italiana Teatro Amatori - Regione Veneto (i primi sette) e dell'Amministrazione Provinciale (l'ottavo e ultimo), per la quale ospita una tappa della rassegna «Teatro Incontri».
«Il nostro obiettivo - spiega Maurizio Finizio, presidente della circoscrizione n. 1 - è quello di offrire una serie di piacevoli occasioni di divertimento e di interesse a quanti, giovani e meno giovani, trascorreranno le prossime settimane in città. E per farlo abbiamo scelto, quest'anno, di dare alla manifestazione una veste nuova, concentrando decisamente l'offerta sul teatro e puntando su una buona varietà di autori e di generi, così da accontentare i gusti più diversi»
Ma prima che il sipario si alzi su questa edizione tutta teatrale di «Serate d'estate nel chiostro del Proti 2007 " - di scena come sempre nell'ampio chiostro dell'istituto nel cuore del centro storico - il saluto al pubblico sarà dato in musica, grazie all'intervento del complesso bandistico "V. Bellini" di Povolaro, atteso per la serata di giovedì 5 luglio, con inizio alle 21.
Quanto alla rassegna di prosa, il primo appuntamento è invece fissato per giovedì 12 luglio. A dare il via al cartellone sarà la suspense di Agatha Christie e del suo «L'ospite inatteso», giallo dalle tinte noir messo in scena dalla compagnia vicentina Lo Scrigno, per la regia di Andrea Rigon. La vicenda è ambientata in un'elegante dimora di campagna, avvolta dalla nebbia: è qui che un gruppo di persone si trasformerà ben presto in un gruppo di "sospetti", tra vizi privati, pubbliche virtù e oscuri segreti del passato...
Giovedì 19 luglio appuntamento invece con il teatro settecentesco di Carlo Gozzi, proposto al Proti dalla compagnia La Ringhiera di Vicenza diretta da Riccardo Perraro. Storico avversario del riformatore e "borghese" Goldoni, il nobile Gozzi fece del teatro il regno della fantasia, della magia, del sogno, ostinatamente difeso contro le aperture al reale e al quotidiano volute invece dall'altro autore veneziano. Uno splendido esempio di questa sua straordinaria capacità immaginifica è proprio «Re Cervo», messo in scena dalla formazione vicentina, che trasporterà il pubblico tra prodigi e avventure.
Teatro di tradizione protagonista poi giovedì 26 luglio. Al Proti approderà infatti la compagnia Astichello di Monticello Conte Otto, guidata da Aldo Zordan in quel «Vicentini Magnagati» che si sta rivelando uno dei più applauditi successi amatoriali di questa stagione. Tratta da «I Magnagati» di Primo Piovesan a cura di Danilo Dal Maso e Donnisio da Montecio, la commedia racconta in parallelo la storia di una Vicenza che non c'è più, stretta tra le due guerre in ristrettezze tali da non far disdegnare alimenti... alternativi (come chiaramente espresso dal titolo), e la storia intensa e commovente di una famiglia, che rischierà di finire travolta dagli eventi ma riuscirà, grazie alla comprensione, a trovare una nuova armonia.
Il grande teatro di William Shakespeare, invece, per l'appuntamento di giovedì 2 agosto. La compagnia Teatroimmagine di Salzano, in provincia di Venezia, proporrà «Il mercante di Venezia», in una rilettura curata da Pino Costalunga. La storia viene qui messa in scena da un gruppo di comici dell'arte, in un intreccio continuo di richiami shakespeariani e incursioni tra le maschere e i "tipi" della più antica tradizione teatrale italiana.
Né mancherà, naturalmente, l'incontro con il teatro di Carlo Goldoni, grande festeggiato di questo 2007 nel quale si celebrano i trecento anni dalla sua nascita. A rappresentarlo nella rassegna del Proti sarà, giovedì 9 agosto, la compagnia La Trappola, tra le più note formazioni amatoriali vicentine, qui di scena, per la regia di Piergiorgio Piccoli, con «Gli innamorati», gradevolissima commedia nella quale si raccontano le schermaglie d'amore di due giovani fidanzati, eternamente in bilico tra un'irrefrenabile passione reciproca e un'altrettanto incontrollabile gelosia.
Radicale cambio di scena giovedì 16 agosto, quando la compagnia Teatro Berico di Barbarano Vicentino porterà sul palco le scene da un matrimonio (o quel che ne resta) raccontate da John Mortimer e Brian Cooke nella commedia «Quando il gatto è via», per la regia di Flavio Mattiello. Il lavoro si rifà a una fortunata serie televisiva anglosassone degli Anni Settanta, conosciuta anche in Italia e intitolata «George & Mildred», dal nome dei due stralunati protagonisti, pigro e inetto lui, frustrata e smaniosa lei: la loro piatta esistenza sarà travolta dalle beghe matrimoniali della sorella di Mildred, alle prese con un marito un po' troppo focoso; il tutto... con sorpresa finale.
Ancora humour anglosassone giovedì 23 agosto, questa volta con un classico della risata firmato da Ray Cooney: «Taxi a due piazze», portato a Vicenza dal Piccolo Teatro del Garda. La storia si basa su un triangolo all'apparenza perfetto: Mario è un tassista fedelmente... infedele, e da tempo impegnato in due "solide" relazioni; tutto potrebbe continuare tranquillamente se non capitasse un incidente che porta al suo capezzale le due donne.
L'ultimo spettacolo in cartellone, fissato per giovedì 30 agosto, sarà proposto - come detto - in collaborazione con la Provincia, nell'ambito della sua rassegna Teatro Incontri. A salire sul palcoscenico del Proti sarà infatti la compagnia Theama Teatro, guidata da Piergiorgio Piccoli ne «I magnasoete» ( I mangiatori di civette), lavoro tratto dall'omonimo libro di Virgilio Scapin. «L'appuntamento - spiega il presidente Finizio - vuole essere un omaggio a questo nostro illustre concittadino, scomparso nel dicembre dello scorso anno, assiduo frequentatore delle nostre attività, nonché primo a ricevere la Targa alla Professionalità attribuita, dalla circoscrizione, a personaggi del centro storico distintisi per l'impegno e il valore nei più diversi campi».
Tutti gli spettacoli della rassegna sono a ingresso gratuito. Inizio alle 21. Per informazioni si può contattare la circoscrizione, al numero 0444 323898.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza