Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

31/01/2013

Prorogata al 30 aprile “ViaLibera”: gli artisti di strada possono esibirsi liberamente

Variati: “Un successo che sta portando in città dei veri talenti”

L’iniziativa “ViaLibera”, lanciata dal sindaco a fine estate, proseguirà almeno fino al 30 aprile. E' stata infatti prorogata l'ordinanza che consente a ballerini, musicisti, giocolieri, mimi, madonnari, ritrattisti, saltimbanchi di esibirsi in tutto il territorio cittadino senza bisogno di autorizzazioni.
“Siamo molto soddisfatti dei risultati della fase sperimentale dell’ordinanza – dichiara il sindaco Variati - perché tanti artisti hanno vivacizzato il centro storico e sono stati accolti con favore dai cittadini e dai turisti. Con la bella stagione e il passaparola fra artisti, nei prossimi mesi a Vicenza ne arriveranno sempre di più e sempre più talentuosi. Mi piacerebbe che già dalla prossima primavera piazza dei Signori, corso Palladio, corso Fogazzaro e gli altri luoghi simbolo della nostra bellissima città diventassero veri e propri palcoscenici all’aperto dove gli artisti possano esprimere la loro bravura.
Fino a qualche mese fa avevamo regole che rendevano loro la vita difficile, come in molte altre città. Purtroppo la burocrazia è in grado di ostacolare anche le manifestazioni più belle dell’arte. E ci siamo trovati più volte ad affrontare problemi di carte, autorizzazioni, proteste e decisioni poco piacevoli: non è bello chiedere ad un artista di strada di smettere di esibirsi, magari mentre i cittadini lo ammirano e lo applaudono, soprattutto i bambini. Ma se ci sono le regole, bisogna farle rispettare: oppure bisogna cambiare le regole. Per questo abbiamo scelto di eliminare carte, timbri e autorizzazioni e di consentire a chiunque voglia esibirsi in strada di farlo liberamente, rispettando solo alcune prescrizioni di buon senso per evitare di disturbare gli altri. I risultati si stanno vedendo: nelle strade ci sono artisti bravissimi. Per ammirare molti di questi artisti avrei pagato volentieri un biglietto, e invece è bastato fare una passeggiata in centro. Guardando gli occhi di ammirazione dei vicentini che assistono agli spettacoli ho avuto la conferma che la decisione di concedere liberamente di esibirsi agli artisti è stata apprezzata anche dai miei concittadini, e quindi intendo confermarla”.
L’ordinanza autorizza lo svolgimento delle attività artistiche gratuite che prevedono solo una raccolta di offerte “a cappello” su tutto il territorio comunale, comprese le isole pedonali e i parchi pubblici dalle 9 alle 14 e dalle 15.30 alle 23 con alcune limitazioni: non è possibile esibirsi nelle vicinanze di luoghi di cura, case di riposo, ospedali, scuole durante lo svolgimento dell'attività didattica, luoghi di culto durante le funzioni religiose.
Ogni performance musicale non può durare più di 3 ore nello stesso luogo. Concluso questo arco temporale gli artisti devono spostarsi in un altro luogo a distanza non inferiore a 150 metri.
Gli artisti di strada, inoltre, non si possono esibire in concomitanza con la programmazione di concerti, spettacoli, esposizioni organizzati da enti pubblici o soggetti privati autorizzati dal Comune.
Gli artisti devono rispettare le norme di igiene, sicurezza stradale, inquinamento acustico e ambientale, per non intralciare la viabilità, la circolazione pedonale e veicolare, l'attività commerciale. Inoltre devono prestare attenzione a non impedire la libera visione di panorami o monumenti ed edifici di particolare rilievo storico artistico.
E' indispensabile inoltre che non utilizzino animali durante i loro spettacoli. Non possono, infine, fare uso di amplificazione sonora, palcoscenico, platea, sedute per il pubblico.
Nel caso si dovessero manifestare comportamenti vietati, considerata la temporaneità dell'ordinanza, i trasgressori verranno solamente informati dalla polizia locale che li inviterà a cessare il comportamento vietato. Se non si dovessero attenere a quanto indicato, potranno incorrere in una sanzione compresa tra i 25 e i 500 euro.

Maggiori informazioni e il testo dell'ordinanza sono scaricabili dal sito del Comune di Vicenza, seguendo il percorso Cittadino - Commercio e attività produttive.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza