Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Uffici

Uffici del Comune: sedi, orari, telefoni, e-mail e attività

Sei in: > Uffici > Settori extradipartimentali > Notizie

30/10/2013

Encomio dell'amministrazione comunale a 13 agenti della polizia locale

Nel corso della cerimonia il sindaco ha ringraziato il prefetto Fallica che domani andrà in pensione

Un figura molto diversa dal vigile di qualche anno fa. Una risorsa indispensabile per tutte le forze dell'ordine. Prefetto, sindaco, assessore alla sicurezza urbana e comandante sono stati tutti d'accordo nel definire complessa e preziosa l'attività degli agenti della polizia locale in occasione della cerimonia di consegna di 13 encomi al personale che si è particolarmente distinto nel compiere la propria attività professionale.

A ciascuno di voi, servitori della cosa pubblica, – ha ricordato il sindaco Variati – ogni giorno è richiesta grande attenzione e grande rispetto del cittadino in un contesto molto più complesso di quello di un tempo. Da troppo tempo attendiamo la nuova legge sulla sicurezza urbana e quella sulla revisione del corpo di polizia che potrebbero aiutarvi a compiere il vostro lavoro. La presenza qui oggi del prefetto Melchiorre Fallica, che rappresenta lo Stato, sia di buon auspicio perché arrivino tali strumenti”. “Il suo – ha aggiunto quindi il sindaco rivolgendosi al prefetto che proprio domani andrà in pensione - è stato un servizio leale, intelligente, forte e generoso di cui la ringrazio sinceramente. Questi sono stati anni davvero difficili per Vicenza e per me è stato importante aver potuto contare sempre sulla sua preziosa collaborazione”.

Le polizie locali – ha aggiunto il prefetto Fallica, convenendo con Variati sulla collaborazione tra istituzioni che ha caratterizzato i suoi anni a Vicenza – sono realtà che hanno ormai raggiunto il livello delle forze dell'ordine. Il loro è un contributo divenuto indispensabile per far fronte, in particolare, al degrado urbano. Senza i controlli, ripetuti e puntuali, della polizia locale noi stessi non saremmo stati in grado, ad esempio, di ottenere dai giudici l'espulsione di un certo numero di prostitute comunitarie”.

La polizia locale – ha dichiarato a sua volta l'assessore alla sicurezza urbana Dario Rotondi, complimentandosi con i premiati – si sta evolvendo verso un modello sempre più rispondente alle esigenze della città e sempre più vicino alla popolazione che ha più bisogno. Si tratta di un lavoro difficile che deve essere svolto non solo con professionalità, ma anche con grande buon senso”.

Voi rappresentate l'eccellenza – ha detto il comandante Cristiano Rosini ai suoi uomini – ma il mio plauso oggi va anche all'intero corpo il cui aiuto e sostegno nell'azione è stato fondamentale per perseguire questi vostri risultati”.

E' seguita quindi la consegna delle pergamene d'encomio.

Il commissario Nives Pillan è stato premiato con questa motivazione: “Nel periodo temporale compreso fra i mesi di maggio e ottobre 2012, in occasione dei numerosi cantieri stradali operanti nel territorio comunale, volti al miglioramento delle infrastrutture stesse, operava con notevole professionalità organizzando i servizi di viabilità tesi alla massima riduzione dei disagi apportati alla circolazione stradale”.

Il commissario Vincenza Mosca Vincenza e i vice ispettori Michele Camarata e Leopoldo Dal Toso sono stati premiati perché “operavano con notevole professionalità al fine di incentivare il processo di digitalizzazione dell'azione amministrativa, in particolare avviando con successo la verbalizzazione delle violazioni amministrative al codice della strada tramite palmari”.

Il commissario Lucantonio Spaziante ha ricevuto l'encomio perché “in occasione di manifestazioni e cortei pubblici si distingueva per la professionalità dimostrata nel coadiuvare i servizi di polizia tramite la disciplina dei flussi della circolazione urbana, operando con scaltrezza nell'affrontare le emergenze sopravvenute”.

Infine i vice ispettori Davide Pojanella, Alessandro De Franciscis, Giancarlo Chemello, gli agenti scelti Giorgio Bartolotta, Alessandra Bezzon, Novella Morbin e gli agenti Andrea Boaria e Maria Elisabetta Perego hanno ricevuto l'encomio perché “nelle azioni volte alla repressione dei fenomeni di allarme e di insicurezza urbana si distinguevano operando con efficacia ed incisività in particolare contrastando comportamenti illeciti relativi alla prostituzione su strada, al consumo di alcol in luogo pubblico ed alla mendicità molesta”.

Galleria fotografica

Foto di gruppo

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza