Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

01/03/2013

Corso Fogazzaro riapre al traffico tra lunedì 4 e martedì 5 marzo

Completata la riqualificazione dell'ultimo tratto verso i Carmini

Corso Fogazzaro riaprirà tra lunedì 4 e martedì 5 marzo, non appena verrà delineata la corsia ciclabile. A quel punto, le auto che svolteranno a destra arrivando da contrà Pedemuro S. Biagio potranno tornare a percorrere corso Fogazzaro a senso unico fino a porta Santa Croce. Di conseguenza verrà ripristinato anche il senso di circolazione in contrà Cantarane da contrà Soccorso Soccorsetto verso corso Fogazzaro. La corsia ciclabile verrà ripristinata dov'era prima, ovvero sulla destra per chi arriva da porta S. Croce. Ritorna inoltre il senso unico in contrà del Borghetto e verranno ripristinati gli stalli di sosta soppressi durante il cantiere.

Ringrazio i residenti e i commercianti – dichiara il sindaco Achille Variati - per la pazienza, la comprensione e soprattutto per la collaborazione dimostrate nei lunghi mesi di chiusura. Sono stati tuttavia disagi e sacrifici serviti per la definitiva riqualificazione di una strada meravigliosa. L'obiettivo, com'è noto – ribadisce il sindaco –, è la pedonalizzazione del corso, in modo che diventi la seconda passeggiata dopo corso Palladio. Ma proprio perchè la salvaguardia dell'attività commerciale è essenziale per la vita stessa del corso, si arriverà alla pedonalizzazione per tappe, attraverso manifestazioni e in accordo con i commercianti e i residenti”.

Siamo davvero molto soddisfatti – è il commento dell'assessore ai lavori pubblici Ennio Tosetto – perchè abbiamo concluso i lavori di riqualificazione del tratto finale del corso con due mesi di anticipo rispetto alle previsioni iniziali. Di più: con i ribassi d'asta pari a circa 30 mila euro abbiamo aumentato rispetto al progetto originario la superficie pavimentata a porfido, che si estende ora anche tra contrà Busato e il piazzale antistante la chiesa dei Carmini”.

L'assessore – particolarmente soddisfatto anche per la qualità finale dell'opera - annuncia inoltre che è stata definita con la Soprintendenza la modalità per rendere visibili i reperti archeologici rinvenuti durante le operazioni di scavo. “Per consentire il completamento dei lavori – spiega -, le fondazioni dei piloni di sostegno dell'acquedotto romano ritrovate sono state ricoperte da tessuto-non tessuto e da sabbia, e sigillate appena. Entro qualche mese verrà tagliata con il flessibile la fuga nella pietra, alzate le pietre, levata la sabbia e posizionato una superficie trasparente. I reperti inoltre saranno visibili anche in notturna perchè è prevista una speciale illuminazione”.

I lavori in questi ultimi 230 metri del corso compresi fra contrà Cantarane e contrà Busato erano iniziati a giugno, e negli ultimi mesi sono avanzati a ritmi serrati, perchè, tutti d'accordo – Comune, impresa, commercianti e residenti – hanno ritenuto di non perder tempo a smantellare il cantiere durante le feste e di non correre il rischio di bloccare i lavori a causa del gelo tipico di questi primi mesi dell'anno. Durante le feste natalizie pertanto, la strada è risultata temporaneamente una piazza, dopodichè, con gennaio sono ripresi i lavori ai marciapiedi del lato sinistro e la ripavimentazione fino al sagrato della chiesa dei Carmini.

Adesso corso Fogazzaro risulta quindi tutto pavimentato in cubetti di porfido e i portici appaiono rischiarati grazie alla posa di una pietra chiara in sostituzione del grigio asfalto, mentre i tratti di marciapiede a cielo aperto sono ora pavimentati in trachite.

Nel dettaglio, i lavori del complesso progetto di riqualificazione di corso Fogazzaro sono stati realizzati e sostenuti da Aim in regime di global service e hanno interessato 1.850 metri quadrati di superficie stradale e 1.100 metri quadrati di marciapiedi e sottoportici per un costo di 1,2 milioni euro, che si somma ai 750 mila euro già spesi per le altre due tranche di lavori già completate a partire da piazza S. Lorenzo. La prima interessò il corso da contrà Pedemuro S. Biagio a contrà Beccariette e Cantarane nei tre mesi estivi del 2009: 75 metri di lunghezza per 600 metri quadrati di superficie (300.000 euro). La seconda tranche invece interessò il tratto da piazza S. Lorenzo all’incrocio con contrà Pedemuro S. Biagio dalla metà di luglio a settembre 2010: 115 metri di lunghezza per 750 metri quadrati di superficie pavimentata (450.000 euro).

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza