Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

02/04/2013

Tares, il sindaco Variati invita il parlamento ad abolire la Tares

Variati: “Famiglie e imprese non ce la fanno più a reggere ulteriori tasse”

Con un ordine del giorno all’oggetto relativo all’approvazione del regolamento per la disciplina della Tares-Tributo sui rifiuti e sui servizi, il Consiglio comunale ha impegnato oggi il sindaco Achille Variati a chiedere al parlamento l’abolizione della Tares.
“Questa amministrazione ha fatto in modo di sviluppare la raccolta differenziata tanto da raggiungere lusinghieri risultati – ha dichiarato il sindaco Achille Variati -, cercando di contenere le tariffe nell’ambito di una logica di rispetto per l’ambiente. In tal senso si è cercato anche di far crescere la cultura e la conoscenza delle tematiche relative al rispetto dell’ambiente attraverso il coinvolgimento innanzitutto dei cittadini più giovani, i bambini e ragazzi che frequentano la scuola. Nonostante tutto quello che siamo riusciti a fare grazie all’impegno non solo da parte dell’ente locale, ma anche e soprattutto dei cittadini, arriva la Tares, un’imposta che nasce dall’esigenza del controllo dei conti dello Stato e che incide pesantemente ed  inevitabilmente su famiglie e imprese in tempi già difficili e senza garantire alcun ulteriore servizio. La Tares è un’imposta che è in netta contraddizione con il cammino delle autonomie. Il Comune non ha fatto, come promesso, nessun aumento proprio ed è costretto per legge a confermare le aliquote obbligate dallo Stato – conclude il sindaco -. In tali condizioni mi sembra quindi doveroso impegnarmi a chiede allo Stato l’abolizione della Tares a partire già dall’anno in corso. La Tares impone ai Comuni scelte obbligate accompagnate tra l’altro dal taglio dei trasferimenti e questa è una condizione inaccettabile.”
Domani il sindaco contatterà il presidente di Anci per fare in modo che una delegazione di sindaci incontri i presidenti di camera e senato per far slittare la tariffa al 2014 e procedere nel 2013 con il vecchio sistema.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Navigazione di: Ambiente, energia e tutela del territorio


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza