Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Uffici

Uffici del Comune: sedi, orari, telefoni, e-mail e attività

05/11/2012

Erp, graduatoria definitiva 2011 e nuovo bando 2012

Sono 1010 le famiglie che hanno partecipato all’ultimo concorso per l’assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica.
Di queste, 954 sono state inserite in graduatoria, mentre 56 sono state escluse, perché non avevano i requisiti previsti dalla legge regionale.
Lo ha riferito questa mattina l’assessore alla famiglia e alla pace Giovanni Giuliari che nel presentare il nuovo bando 2012 ha fatto il punto sul tema casa in città.
“Per il secondo anno consecutivo – ha precisato l’assessore - si è quindi superata la quota delle 1.000 domande. Quest’anno, tra chi chiede un alloggio erp, sono particolarmente numerosi i nuclei familiari costituiti da una sola persona, con reddito inferiore ai 12 mila euro, tra i quali 88 sono anziani, 60 sono persone sole con un’invalidità pari almeno al 67% e tra queste solo 5 presentano un reddito superiore ai 12 mila euro, mentre 47 hanno reddito inferiore agli 8 mila euro, 31 sono interessate da un procedimento di sfratto per finita locazione o sono prive di alloggio da almeno un anno”.
Contro la graduatoria provvisoria sono stati presentati 14 ricorsi, 8 dei quali accolti dalla  Commissione alloggi. Circa una dozzina avevano presentato dati sui redditi non corrispondenti al vero.
“Ora che la graduatoria è definitiva – ha precisato l’assessore – procederemo alle nuove assegnazioni a mano a mano che gli appartamenti saranno disponibili, con la prospettiva, per il 2012, di riuscire ad assegnare una cinquantina di alloggi, pari al 5% dei nuclei in attesa di casa”.
Tali assegnazioni avverranno secondo quanto previsto dalla legge regionale: suddivisione della graduatoria nella fascia A, che comprende tutti i lavoratori dipendenti o pensionati con reddito inferiore a due pensioni minime INPS (circa 12.000 euro), e nella fascia B, che comprende i lavoratori dipendenti o pensionati con reddito più elevato più tutti i lavoratori autonomi e occasionali; determinazione del rapporto tra il numero degli appartenenti alla fascia A e quello degli appartenenti alla fascia B (es. 20 in A e 10 in B = 20:10=2); assegnazione degli alloggi seguendo il rapporto ottenuto (rispetto all’esempio, si seguirà l’ordine: due famiglie in A e una in B).
La graduatoria definitiva è consultabile sul sito www.comune.vicenza.it, nelle pagine del settore Servizi sociali e abitativi, sezione Avvisi, concorsi, bandi e graduatorie, oppure recandosi all’Ufficio casa, in contrà Mure S. Rocco n. 34.

Bando erp 2012: domande dal 6 novembre al 6 dicembre: nuove modalità di compilazione e consulenze di gruppo in assessorato
Da domani 6 novembre al 6 dicembre è possibile presentare domanda per accedere al nuovo bando per l’anno 2012.
Per avvisare i cittadini quest’anno sono stati predisposti anche 100 manifesti multilingue.
Il bando è in distribuzione in assessorato alla famiglia e alla pace (contrà Mure San Rocco 34), all’Ufficio relazioni con il pubblico di Palazzo Trissino e nelle circoscrizioni ed è  pubblicato sul sito del Comune, tra le notizie In Evidenza.
L’entrata in vigore della nuova legge sulla “decertificazione”, che impone alla pubblica amministrazione di non richiedere documenti relativi a dati in suo possesso e di non rilasciare ai cittadini documenti da presentare a pubblici uffici, ha comportato alcune novità nelle modalità di compilazione della domanda.
“Molti dati dovranno essere autocertificati – ha ricordato l’assessore –, ma gli uffici eseguiranno controlli a posteriori. Chiediamo pertanto agli utenti di essere corretti e trasparenti indicando tutti i redditi percepiti e li invitiamo a rivolgersi al nostro servizio di consulenza in caso di difficoltà”.
Resta obbligatorio produrre i documenti relativi all’invalidità e alle problematiche legate all’alloggio, che vanno certificate dagli enti competenti, ma non saranno più richiesti il CUD (o le dichiarazioni dei redditi), il contratto di locazione, l’estratto contributivo INPS. Ogni richiedente dovrà autocertificare quindi il reddito percepito da tutta la famiglia, l’eventuale rendita catastale dell’appartamento di cui è proprietario, gli anni di contribuzione.
Per presentare la domanda si dovrà ritirare il modulo, compilarlo con attenzione segnando esclusivamente le voci che corrispondono alla situazione del proprio nucleo familiare, applicare una marca da bollo da euro 14,62 e allegare i documenti eventualmente necessari. L’effettiva compilazione della domanda rimane compito e responsabilità del richiedente; durante l’istruttoria delle domande l’ufficio erp procederà ai controlli di quanto dichiarato, collegandosi con gli enti competenti (Agenzia delle Entrate, INPS…). Nel caso in cui si verifichino discrepanze tra l’esito degli accertamenti e le dichiarazioni rilasciate, la domanda potrà essere esclusa.
Per evitare errori nella compilazione, per tutto il periodo del concorso chiunque avesse qualche dubbio sulle modalità di compilazione, sui dati da riportare o sui requisiti per presentare domanda, potrà usufruire di una consulenza a gruppi della durata di un’ora ciascuna, per un massimo di 40 persone ogni mezza giornata, che sarà organizzata negli uffici del settore Servizi sociali e abitativi in contrà Mure S. Rocco n. 34.
Più precisamente, dal 6 novembre al 6 dicembre, dalle 9,30 dal lunedì al venerdì e anche dalle 15,30 il martedì ed il giovedì saranno distribuite fino ad un massimo di 40 prenotazioni per le consulenze che saranno garantite a gruppi di 10 persone, ogni mezzora dalle 9,30 alle 11.
Queste consulenze approfondite permetteranno a coloro che hanno difficoltà a comprendere quanto richiesto dal bando o non hanno nessuno che possa aiutarli, di completare esattamente la propria domanda di alloggio.
Maggiori informazioni sono pubblicate nella sezione sezione Cittadino/Casa e alle pagine del settore Servizi sociali e abitativi dedicate all’argomento.

Manutenzione straordinaria degli alloggi erp
Prosegue, nel frattempo, l’impegno dell’amministrazione comunale nella manutenzione straordinaria degli alloggi per l’edilizia residenziale pubblica.
Quest’anno 1.298.858,70 euro sono stati destinati al recupero di 40 alloggi da cui ne saranno ricavati 33, con l’unione alcuni appartamenti da destinare alle famiglie numerose.
Attualmente sono già stati completamente restaurati 10 alloggi, di cui un paio ricavati dall’unione di due appartamenti più piccoli, mentre sono in corso lavori su altri 10, 6 dei quali saranno consegnati per fine anno. Nei prossimi mesi seguiranno i lavori sugli altri appartamenti.
Per il 2013 l’obiettivo è recuperare altri 23 alloggi, spendendo circa 800 mila euro.
Quanto al programma di social housing relativo ai 16 Alloggi in viale San Lazzaro per giovani coppie cofinanziato dalla Cariverona, i lavori sono in fase di aggiudicazione.
Queste operazioni vanno ad aggiungersi ai 31 nuovi alloggi acquisiti dall’amministrazione Variati dai privati per 3 milioni 650 mila 850 euro, di cui 15 assegnati all’erp e 16 all’emergenza abitativa, che ora può contare su 74 alloggi contro i 26 di inizio mandato.
E’ stato inoltre chiesto un finanziamento di 220 mila euro alla Fondazione Cariverona  per realizzare alloggi per padri separati, mentre in collaborazione con due istituti religiosi saranno creati 30 posti letto in due cosiddetti “condomini solidali”, appartamenti in cui persone senza alloggio andranno a convivere.
Positivo, infine, il trend relativo ai contratti di locazione agevolata stipulati in base all’accordo territoriale del 2004 che sono passati dai 527 sottoscritti nel 2009 ai 693 del 2011 (663 nel 2010). Per il 2012 il dato provvisorio riferito al 31 ottobre 2012 e’ di 480 contratti depositati, in calo rispetto al picco dello scorso anno, ma si deve tener conto dell’introduzione dell’IMU che solo di recente ha confermato anche per questi immobili l’aliquota allo 0,40% contro lo 0,98% delle seconde case.

Erp e social housing nel Piano degli Interventi
Per i prossimi anni è il Piano degli Interventi appena adottato ad indicare come l’amministrazione comunale si prepara a rispondere al problema della casa: rispetto alle indicazioni del fabbisogno di edilizia residenziale pubblica e di social housing recepite nel PAT (95 alloggi di Erp annuali per un totale di 475 nei 5 anni, 30 alloggi social housing annuali per un totale di 150 nei 5 anni), il PI prevede interventi erp per un totale di circa 280 alloggi (200 erp e 80 social housing) a cui si potranno sommare le quote provenienti dai nuovi strumenti perequativi e di standard.
Rispetto alla localizzazione di questi alloggi, sono già stati stipulati accordi con i privati a Saviabona (Una piazza per Saviabona) e San Bortolo (Riva Astichello), nell’ambito delle zone di nuova espansione le zone di S.Pio X, in zona Ferrovieri e a S. Agostino.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza