Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Uffici

Uffici del Comune: sedi, orari, telefoni, e-mail e attività

26/09/2011

Tariffa igiene ambientale (Tia), pubblicato il bando per ottenere le agevolazioni: dal 4 al 27 ottobre la presentazione delle domande

Il settore servizi sociali e abitativi ha pubblicato il bando per la formazione della graduatoria di accesso alle agevolazioni sulla tariffa di igiene ambientale (Tia) per l’anno 2012 a favore della famiglie in difficoltà residenti a Vicenza.

Possono chiedere le agevolazioni i cittadini italiani, quelli appartenenti all'Unione Europea e quelli non appartenenti ad uno stato dell'Unione Europea in possesso di permesso o di carta di soggiorno, residenti nell'abitazione cui si riferisce la tariffa, con un Isee relativo ai redditi 2010 non superiore a 7.500 euro e in corso di validità.

L’agevolazione può essere richiesta, indipendentemente dal valore dell'Isee, anche da famiglie nelle quali l’unica persona con reddito nei tre mesi precedenti la scadenza del bando (27 luglio - 27 ottobre) sia stata in cassa integrazione, mobilità o disoccupazione o lo sia stata per almeno sei mesi nel 2011.

Sia il richiedente che gli altri componenti il nucleo familiare non devono inoltre avere diritti di proprietà o usufrutto su beni immobili, ad eccezione dell'abitazione nella quale hanno la residenza, e a condizione che questa appartenga alla categoria catastale A, con esclusione della categoria A1 (abitazione tipo signorile), A8 (villa) e A9 (castello).

La domanda va presentata dall’intestatario della fattura (o da una persona delegata) dal 4 al 27 ottobre 2011, il martedì e il giovedì dalle 9 alle 12 nelle sedi delle circoscrizioni. L’attestazione Isee, indispensabile per presentare la domanda, va invece richiesta ai Caf convenzionati con il Comune di Vicenza.

Alla domanda vanno allegati in copia: l’ultima fattura di igiene ambientale intestata al richiedente e riferita all’abitazione occupata; se necessario, il permesso o la carta di soggiorno; la dichiarazione attestante lo stato di cassa integrazione, mobilità o disoccupazione, riportante le date esatte; la dichiarazione di invalidità certificata superiore al 66% (per beneficiare di una maggiorazione nell’agevolazione). Nel caso infine venga presentata un'attestazione Isee con reddito e patrimonio pari a zero, il Comune può chiedere una dichiarazione integrativa, nella quale il richiedente deve indicare quali siano state le fonti di sostentamento del suo nucleo familiare nel 2010.

Queste le agevolazioni previste: riduzione del 75% sulla parte variabile della Tia per i richiedenti in condizioni di disagio socio-economico, con assistenza permanente da parte dei servizi sociali del Comune, e cioè che hanno un Isee inferiore o uguale all’Imive (indicatore minimo vitale equivalente pari a euro 5.360,94); riduzione del 30% sulla parte variabile della Tia per i richiedenti che hanno un Isee compreso tra l’Imive e 7.500 euro; riduzione del 75% sulla parte variabile della Tia per i richiedenti che hanno un Isee inferiore o uguale a 7.500 euro e nel nucleo familiare almeno una persona con una percentuale di invalidità civile uguale o superiore al 66%; riduzione del 50% sulla parte variabile della Tia, per i richiedenti che fanno parte di un nucleo che ha perso l’unico reddito a seguito di messa in stato di cassa integrazione, mobilità o disoccupazione.

Alle agevolazioni potranno sommarsi ulteriori riduzioni, sempre relative alla parte variabile della Tia: riduzione del 10% per i nuclei familiari composti da una o due persone e con al loro interno almeno un componente con un’età uguale o superiore a 75 anni (compiuti alla data della domanda), con redditi derivanti unicamente da pensione ed Isee uguale o inferiore a euro 7.500; riduzione del 5% per i nuclei familiari composti da una o due persone e con al loro interno almeno un componente con una età compresa tra 65 e 74 anni (compiuti alla data della domanda), con redditi derivanti unicamente da pensione ed Isee uguale o inferiore a euro 7.500; riduzione del 10% per i nuclei familiari con bambini di età inferiore a 2 anni e con un Isee inferiore o uguale a euro 7.500; riduzione del 10% per i nuclei familiari composti da almeno 4 persone e con Isee inferiore o uguale a euro 7.500.

Il bando completo dei moduli per fare domanda è disponibile nelle sedi delle circoscrizioni o nella sezione “Primo piano” di questo sito. Per chiarimenti è a disposizione l’Ufficio prestazioni al cittadino del settore Interventi sociali e abitativi di contrà S. Rocco 34, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12.30 e il martedì e il giovedì dalle 16.30 alle 18 (telefono 0444 222508).

Entro il 31 gennaio 2011, dopo aver predisposto la graduatoria, il settore servizi sociali trasmetterà ad Aim Valore Ambiente l’elenco degli aventi diritto.

L’anno scorso in Comune sono arrivate 761 domande di agevolazione per la Tia, di cui 749 accolte. Fra queste 527 domande presentavano un Isee inferiore all’Imive (5.468,93 euro), 217 un Isee compreso tra l’Imive e 7.500 euro, e 5 domande, infine, un’Isee superiore a 7500 euro, ma con allegata l’attestazione dello stato di disoccupazione.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza