Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

06/06/2011

“Meeting della creatività” al teatro comunale: l’Università adulti/anziani premia i partecipanti ai concorsi di narrativa, fotografia e arti figurative e promuove i corsi che stimolano la fantasia

Un “Meeting della creatività” al ridotto del teatro comunale per gli iscritti ai laboratori di pittura, teatro, manualità artistica, coro organizzati dalle Università adulti/anziani della provincia. Sarà un’occasione per premiare i partecipanti ai concorsi di narrativa, fotografia e arti figurative quest’anno dal tema “Scene di vita di famiglia”.
Mercoledì 8 giugno dalle 15.30 per la prima volta il ridotto del teatro comunale, grazie al sostegno dell’assessorato alla famiglia e alla pace, ospiterà l’evento allo scopo di valorizzare la creatività dei corsisti e le loro opere e per premiare pubblicamente i lavori migliori di coloro che hanno partecipato ai concorsi. Sarà quindi una vera e propria festa per condividere i risultati raggiunti e per comunicare le esperienze fatte nelle varie università del vicentino. L’obiettivo è quello di far si che la festa diventi un vero e proprio evento cittadino, con il coinvolgimento di altre associazioni che raggruppano persone adulte e anziane.
Questa mattina l’iniziativa è stata presentata dall’assessore alla famiglia e alla pace Giovanni Giuliari, da monsignor Giuseppe Dal Ferro, direttore dell’Istituto culturale di scienze sociali Nicolò Rezzara e presidente dell’università adulti-anziani di Vicenza, e da Maria Grazia Milani coordinatrice dei laboratori di creatività nelle sedi dell’università adulti-anziani della provincia.

“Questa iniziativa mettete in luce gli aspetti positivi dell’invecchiamento – spiega l’assessore alla famiglia e alla pace Giovanni Giuliari -, un processo di decadimento irreversibile che caratterizza una particolare fase della vita, ma che non è detto sia una situazione completamente negativa. Il Comune ha deciso di mettere a disposizione il teatro comunale per ospitare questo evento che ritengo sia un’occasione importante per sottolineare quanto sia importante la creatività per potere invecchiare bene ed assumere un atteggiamento mentale positivo. Il tempo libero è una delle grandi risorse degli anziani e deve essere vissuto in maniera costruttiva affinché sia un’occasione per perseguire quei risultati che non si è riusciti a raggiungere. Il tempo libero non dovrebbe quindi essere impiegato solo per giocare a carte, o investito in gite culturali, ma speso per la solidarietà o in attività creative, modi questi per stare insieme”.

“Le problematiche da affrontare che coinvolgono gli anziani non sono solo quelle relative all’assistenza, che riguardano il 10% delle persone rientrati in questa fascia d’età - interviene monsignor Dal Ferro -, ma tutti sono invece toccati dalla difficoltà di saper cambiare e adattarsi ad un nuovo modo di vivere. Per questo recitare, dipingere, creare oggetti, cantare, scrivere racconti sono attività indispensabili che con il “Meeting della creatività”  vogliamo sostenere e valorizzare. Il mio sogno è quello di trasformare questo appuntamento in un meeting provinciale che si snodi in tre giornate, arricchite da mostre, e che coinvolga non solo le 25 sedi dell’università, ma anche altri gruppi, categorie professionali ed economiche. Per questo ho ritenuto indispensabile il coinvolgimento del Comune.”

Il meeting si aprirà alle 15.30 con l’accoglienza e l’esecuzione dell’inno dell’università. Seguirà alle 16 un momento celebrativo dedicato all’unità d’Italia e curato dall’Università di Longare e di Torri di Quartesolo. Spazio quindi all’umorismo con letture animate a cura delle università di Caldogno, Torri di Quartesolo, Breganze Schio. Infine l’università di Lonigo eseguirà una drammatizzazione teatrale di pagine goldoniane.
Durante il meeting verranno premiati i lavori migliori di ciascuno dei tre concorsi che hanno come tema comune “Scene di vita di famiglia”. I primi tre classificati ai concorsi di narrativa, proposto dal 2000, e arti figurative, dal 2010, riceveranno dei premi in denaro (300 euro al primo classificato, 200 al secondo, 100 al terzo); i primi tre classificati al concorso di fotografia, attivo dal 2007, prevede invece premi offerti da RCE Foto del valore corrispondente ai premi dei precedenti concorsi.
Inoltre tutti i partecipanti ai concorsi riceveranno in omaggio alcune pubblicazioni.
I lavori migliori, le opere quindi dei tre primi classificati di ciascun concorso e le opere segnalate, verranno raccolte in un volume esclusivo che sarà consegnato a tutte le persone presenti in sala, grazie al contributo di Federfarma Vicenza.
Il concorso più apprezzato sembra essere quello letterario che ha visto la partecipazione di ben 47 autori di 19 sedi delle Università adulti/anziani della provincia. Il maggior numero di opere, ben 56, è stato raccolto dal concorso fotografico a cui hanno partecipato 22 persone. Sono 23, invece, gli iscritti al concorso di arti figurative suddivisi nelle 12 sedi che complessivamente hanno presentato 32 opere.
Durante il meeting saranno esposte le opere premiate e alcune opere realizzate nell’ambito dei laboratori di pittura e di manualità artistica.
Per informazioni sulla partecipazione all’evento contattare l’Università adulti/anziani promossa dall’Istituto culturale di scienze sociali Nicolò Rezzara di Vicenza: 0444541860.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza