Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Uffici

Uffici del Comune: sedi, orari, telefoni, e-mail e attività

29/12/2010

Piccolo aumento delle rette dei centri diurni per anziani, Giuliari “Sono i primi effetti sui servizi sociali dei tagli dei trasferimenti dello Stato ai Comuni”

 “Non è semplice, soprattutto in un momento di crisi, aggiornare le rette dei centri diurni per gli anziani, ma non possiamo fare altrimenti. E’ il primo segnale che l’amministrazione lancia alla città per evidenziare che con trasferimenti sempre minori da parte dello Stato non possiamo più assicurare alle famiglie le attuali tariffe. Il bilancio 2011 si annuncia particolarmente impegnativo anche per il sociale”. E’ amaro il commento dell’assessore alla famiglia e alla pace Giovanni Giuliari alla delibera con la quale la giunta comunale oggi ha disposto un aumento del 3% sulla retta giornaliera dei centri diurni socio–assistenziali per anziani Bachelet e Villa Rota Barbieri. “Si tratta di un aumento molto ridotto – precisa l’assessore – su  tariffe che non venivano ritoccate dal 2003 per Villa Rota Barbieri e dal 2005 per il centro Bachelet. Il rincaro del 3 %, pari all’indice di inflazione programmata per gli anni 2010 e 2011, copre tra l’altro solo in minima parte l’aumento reale del servizio che è pari al 17%. Ieri ho voluto spiegare personalmente ai familiari dei circa 80 ospiti dei centri diurni come stanno le cose. Con meraviglia non ho registrato nessuna resistenza, anzi la comprensione per la fatica che fanno gli enti locali a gestire le scarse risorse pubbliche. Inoltre i familiari hanno manifestato grande apprezzamento per la qualità delle prestazioni erogate dai due centri e per la passione con la quale il personale, che è dell’Ipab, svolge quotidianamente il suo lavoro accanto agli anziani: parole, queste, che rappresentano la soddisfazione più grande per un amministratore”.

Da gennaio la retta giornaliera al centro Bachelet passerà da 22,56 euro a 23,24 euro e quella di Villa Rota Barbieri, centro specializzato sull’Alzheimer, da 24,79 euro a 25,53 euro. Il Comune continuerà ad integrare le rette dei casi sociali.

Sempre stamani, in attesa dell’approvazione definitiva dell’accordo di programma con Ipab, Regione e Ulss che prevede anche il trasferimento della titolarità dei due centri diurni all’Ipab, la giunta comunale ha prorogato fino ad aprile l’affidamento della gestione a quest’ultimo. “Speriamo che per quella data – ha commentato Giuliari – l’accordo sia stato definitivamente perfezionato, anche se su questo particolare aspetto l’intesa è già stata praticamente raggiunta”.

A gennaio, proprio per dare una spinta decisiva ad un iter che prevede soprattutto la realizzazione di nuove case di riposo a Bertesinalla, Laghetto, Maddalene e per l’Alzheimer a Monte Crocetta e la riorganizzazione dei servizi sociali comunali e dell’Ulss sul territorio, sarà a Vicenza l’assessore regionale alle politiche sociali Remo Sernagiotto.

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza