Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

14/06/2010

Alle piscine scoperte di Vicenza agevolazioni per i residenti: ingressi ridotti agli over 60 e gratuiti per i disabili

Per i residenti in città ingressi in piscina ridotti agli over 60 e accesso gratuito ai disabili. Queste le novità sottoscritte nell’accordo stipulato tra l’assessorato alla famiglia e alla pace e l’assessorato allo sport del Comune di Vicenza e Piscine di Vicenza, gestore degli impianti natatori scoperti di viale Ferrarin e di San Pio X.
Questa mattina l’assessore allo sport Umberto Nicolai,l’assessore alla famiglia e alla pace Giovanni Giuliari e il presidente di “Piscine di Vicenza” Paolo Gecchelin hanno presentato le agevolazioni alla piscina di San Pio X.
“La piscina di San Pio X è stata riaperta sabato 12 giugno  - ricorda l’assessore Nicolai -grazie all’impegno dell’ufficio lavori pubblici e dei nuovi gestori, le “Piscine di Vicenza” che, a pochi giorni dall’assegnazione dell’impianto, hanno effettuato gli interventi di messa in sicurezza e di manutenzione inserendo anche nuovi arredi. L’anno prossimo, come previsto dal bando, verranno fatti importanti lavori di miglioramento per dotare il quartiere più popoloso della città di una piscina adeguata, con un sogno personale: coprire la piscina affinché il servizio sia veramente completo.”
“Ringrazio “Piscine di Vicenza” che intervengono, insieme al Comune, per sviluppare politiche sociali in città attraverso la proposta di agevolazioni in piscina per le fasce deboli della popolazione – interviene l’assessore Giuliari -. Grazie alla collaborazione tra i due assessorati allo sport e alla famiglia e alla pace abbiamo cercato di andare incontro alle esigenze di anziani e disabili. Gli over 60 avevano già goduto di ingressi agevolati, ma con alcune limitazioni (nel 2008 due ingressi agevolati a persona, nel 2009 valutazione in base all’Isee) e sempre con un impegno economico da parte del Comune. Quest’anno invece gli accessi sono ridotti per tutti e a costo zero per il Comune. Questo per rendere la piscina più accessibile, perché è un luogo dove gli anziani possono fare movimento, rinfrescarsi e socializzare.
Abbiamo invece accolto le richieste di associazioni che si occupano di disabilità offrendo l’ingresso gratuito per i disabili che necessitano l’accompagnamento. Il cittadino disabile interessato si potrà recare negli uffici comunali per farsi rilasciare l’autorizzazione da esibire in piscina.”
“Siamo orgogliosi di avere preso in gestione questo impianto, un fiore all’occhiello bello e con possibilità di sviluppo – dichiara Paolo Gecchelin, presidente di “Piscine di Vicenza” -. L’anno prossimo con lo stanziamento da parte nostra di oltre 300mila euro realizzeremo il progetto per il miglioramento della struttura adattandola più possibile alle esigenze del quartiere. Oltre alle iniziative estive per over 60 e disabili, abbiamo predisposto anche altre due proposte invernali rivolte ai giovani e agli anziani, sempre in collaborazione con il Comune. Con “Nuotoinsieme” bambini e ragazzi dalle scuole materne all’università, in accordo con la scuola, potranno raggiungere la piscina con mezzi di trasporto Aim gratuiti usufruendo di tariffe agevolate per i corsi. Con “Argento vivo” gli over 60 godranno di tariffe agevolate per l’ingresso, i corsi di fitness e di nuoto, e per la palestra.”

Tutti i possessori di Carta 60 rilasciata dal Comune di Vicenza potranno entrare nelle due piscine della città pagando 3 euro. Già negli scorsi anni gli over 60 avevano diritto all’accesso a tariffe agevolate: nel 2009 era inoltre necessario dimostrare di avere un ISEE inferiore a 20 mila euro per acquistare un biglietto al prezzo di 1,50 euro. Si è ritenuto opportuno modificare la modalità a seguito dei dati raccolti. Infatti dal 2008 al 2009 si è verificato un sensibile calo di ingressi, da 3716 a 2740, e di conseguenza un calo anche delle persone autorizzate all’accesso con biglietto ridotto, da 884 a 220.

I cittadini disabili avranno diritto all’ingresso gratuito mentre in passato potevano usufruire dell’ingresso ridotto; l’accompagnatore pagherà la tariffa intera. Per usufruire dell’agevolazione il cittadino dovrà prima recarsi agli uffici del Settore Servizi sociali ed abitativi in contrà Mure San Rocco 34 dove, a seguito dell’esibizione di un certificato che attesta il riconoscimento dell’indennità di accompagnamento (come previsto dalla Legge 11 febbraio 1980 n.18 “Indennità di accompagnamento agli invalidi civili totalmente inabili”), riceverà un tesserino da esibire alle casse delle piscine che gli garantirà l’eccesso gratuito. Gli uffici saranno a disposizione dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12.30 e il martedì e il giovedì dalle 16.30 alle 18, tel. 0444222530).

Il nuovo accordo stipulato con le Piscine di Vicenza non prevede nessun onere a carico del Comune, a differenza di quanto accadeva fino al 2009 quando l’ente municipale doveva versare una somma per coprire in parte la differenza tra la quota base e la quota agevolata.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza