Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Uffici

Uffici del Comune: sedi, orari, telefoni, e-mail e attività

28/03/2013

Dire Poesia: il primo ospite internazionale è il canadese Barry Callaghan

Sarà Barry Callaghan, poeta, romanziere, giornalista, traduttore ed editore canadese, il primo ospite internazionale - lunedì 8 aprile a Palazzo Trissino – Sala degli Stucchi (ore 18.00) - di Dire poesia 2013, il mosaico di incontri con i nomi di spicco della poesia nazionale e internazionale contemporanea promosso dal Comune di Vicenza - Assessorato alla Cultura e Intesa Sanpaolo che per oltre due mesi, dal 13 marzo al 7 giugno, animerà i luoghi d’arte di Vicenza.
Barry Callaghan prenderà il posto del poeta francese Bernard Noël (inizialmente previsto nel programma), che non potrà essere presente per motivi di salute.
Introduce l’ospite Carla Pezzini Plevano, una delle maggiori traduttrici delle opere narrative di Callaghan.
Nato a Toronto nel 1937, Barry Callaghan, oltre che in qualità di poeta e romanziere, ha avuto un ruolo di primo piano come giornalista: famose sono le sue interviste a figure di spicco come Golda Mayer e re Hussein di Giordania. Per il suo lavoro ha ottenuto importanti riconoscimenti, tra cui sette National Magazine Awards e il Toronto Arts Award in Canada, oltre che il Lowell Thomas Award e il CBC Prize per la narrativa negli Stati Uniti.
Dire poesia 2013 è un progetto del Comune di Vicenza - Assessorato alla Cultura e Intesa Sanpaolo, in collaborazione con il Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati e il Dipartimento di Studi sull’Asia e sull’Africa Mediterranea dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e con L’Officina arte contemporanea di Vicenza, per la cura di Stefano Strazzabosco.

Barry Callaghan(Toronto 1937) è poeta, romanziere, giornalista, traduttore ed editore. È rappresentato in ogni importante antologia di letteratura canadese e le sue opere sono state tradotte in diverse lingue. Come giornalista, ha diretto vari documentari e intervistato figure di spicco come Golda Mayer e re Hussein di Giordania, venendo anche incarcerato in Sud Africa nel 1976. Per il suo lavoro ha ottenuto importanti riconoscimenti, tra cui sette National Magazine Awards e il Toronto Arts Award in Canada, oltre che il Lowell Thomas Award e il CBC Prize per la narrativa negli Stati Uniti.
Ha pubblicato traduzioni di poeti francesi, serbi e lettoni ed è stato “writer in residence” nelle università di Roma, Venezia, Bologna e Città del Messico. È stato corrispondente di guerra in Medio Oriente e in Africa negli anni ’70 e nello stesso periodo ha creato la casa editrice Exile Edition con cui ha iniziato tra l’altro la pubblicazione della rivista letteraria quadrimestrale Exile, di fama internazionale. È stato docente di letteratura contemporanea alla York University di Toronto, di cui è ora professore emerito e “Distinguished Scholar”. L’Università di New York e l’Università di Guelph in Canada gli hanno conferito la laurea in Lettere honoris causa, rispettivamente nel 1999 e nel 2002.

Le sue opere comprendono: The Hogg Poems and Drawings (1978), As Close as We Came (1982), The Black Queen Stories (1982), Seven Last Words (1983), The Way the Angel Spreads Her Wings (1989), Stone Blind Love (1989), Canadian Travellers in Italy (1989), Lords of Winter and of Love: A Book of Canadian Love Poems in English and French (1993), When Things Get Worse (1993), A Kiss is Still a Kiss (1995), Barrelhouse Kings (1998), Between Trains (2007), Beside Still Waters (2009).

In italiano sono stati pubblicati la raccolta di racconti A Kiss is Still a Kiss (Dipartimento di Studi Anglo-Americani e Ibero-Americani, Università Ca’ Foscari, Venezia 1999), i due romanzi brevi Niente è solo l’eco di sempre (Cosmo Iannone Editore, Isernia 2003) e Di male in peggio (ibidem, 2004), il memoir sulla figura del padre, scrittore anch’egli, Re delle bettole (ibidem, 2008) e l’antologia poetica Hogg (a cura di B. Gorjup e F. Valente, Opere su carta di E. Cucchi, Longo Editore, Ravenna 2013).

Carla Pezzini Plevanoè stata insegnante di Lingua e Letteratura Inglese presso il Liceo Lioy di Vicenza. È stata Presidente dell’Associazione Italo-britannica di Vicenza ed è socia dell’Ateneo Veneto e del Pen Club Italia.
Ha tradotto in italiano autori inglesi, americani e italo-canadesi, tra cui Marina Warner, Frank Lloyd Wright, Leon Rooke, Margaret Atwood, Marshall McLuhan e Northrop Frye. Di Barry Callaghan ha tradotto i due romanzi brevi Niente è solo l’eco di sempre e Di male in peggio, oltre al memoir Re delle bettole.

L’ingresso a tutti gli appuntamenti di Dire poesia è libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Ad ogni appuntamento, l’artista Giovanni Turria de L’Officina Arte Contemporanea stamperà una plaquette numerata con un inedito dei poeti, da distribuire  gratuitamente al pubblico. 
Nei luoghi delle letture saranno inoltre disponibili i libri degli autori ospiti di Dire poesia.

Per informazioni:
Assessorato alla cultura del Comune di Vicenza tel. 0444.222101
Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari tel. 800.578875
Blog > http://direpoesia.wordpress.com/
www.comune.vicenza.it

www.palazzomontanari.com

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza