Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

14/01/2013

Una due giorni dedicata all'Europa: a Vicenza il 18 e il 19 gennaio

Venerdì 18 e sabato 19 gennaio Vicenza sarà il centro di incontri ed iniziative per parlare di Europa e del futuro dei programmi di cooperazione tra città europee, grazie al sostegno e alla collaborazione dell'amministrazione comunale alla proposta dell’Associazione delle agenzie della democrazia locale (Alda), che ha una propria sede a Vicenza.

Il fitto programma di iniziative è stato presentato questa mattina a palazzo Trissino dal consigliere comunale delegato ai gemellaggi Federico Formisano, dalla direttrice generale di Alda, Antonella Valmorbida, e dal segretario della sezione di Vicenza del Movimento federalista europeo, Fabio Pietribiasi.

Si inizierà venerdì 18 gennaio alle 9 nella sala del consiglio comunale, che ospiterà il consiglio direttivo di Alda, l'organizzazione impegnata nella promozione dei temi della cittadinanza attiva e della democrazia partecipativa. Alda raccoglie, tra i propri 160 soci, enti locali e organizzazioni della società civile di tutta l'Unione Europea e dei paesi di vicinato. Saranno presenti all’apertura dei lavori, il presidente, Oriano Otočan, direttore delle relazioni internazionali della Regione Istria (Croazia), l’assessore al bilancio e agli enti locali della Regione del Veneto Roberto Ciambetti e il consigliere comunale del Comune di Vicenza delegato ai gemellaggi, Federico Formisano.

Nella stessa giornata, alle 15, nella sede di Confartigianato Vicenza, si terrà invece un master class sul programma europeo “Europa per i cittadini”, un'occasione di formazione a cura di Marco Boaria, esperto di sviluppo e progettazione di Alda, rivolto ad enti locali e associazioni in merito alle opportunità presenti e future per lo sviluppo di azioni di partecipazione e di cittadinanza (informazioni ed adesioni direttamente ad Alda - 0444 540146, cinzia.spinazze@aldaintranet.org).

Ancora, venerdì pomeriggio alle 17 la sala consiliare ospiterà un incontro aperto alla cittadinanza organizzato dal Movimento federalista europeo (Mfe): il Tavolo per l’Europa sarà un momento di riflessione su temi di grande attualità che riguardano le politiche europee per i cittadini. L’invito è rivolto anche ai parlamentari vicentini europei e nazionali ad esponenti del mondo politico locale e provinciale, nonché ai sindaci dei Comuni della provincia. Dopo l’apertura dei lavori da parte del sindaco Achille Variati, prenderanno la parola Giorgio Anselmi, direttore dell’Unità Europea, Fabio Pietribiasi, segretario della sezione vicentina dell’Mfe, Antonella Valmorbida, direttrice di Alda, e Mattia Brazzale in rappresentanza del gruppo giovanile dell’Mfe. Vi sarà quindi spazio per il dibattito nel corso del quale sarà proposto di aderire al documento dell’Mfe per il rilancio dell’integrazione politica europea su basi autenticamente federaliste. Il documento sostiene la necessità di dare all’Europa una voce unitaria nella competizione internazionale, primariamente nella politica estera, nella salvaguardia della moneta, nella concorrenza commerciale, nelle politiche di difesa e sicurezza, e che sia tempo che i singoli Stati si riconoscano nell’Unione Europea opportunamente riorganizzata e rilanciata attraverso un percorso di tipo costituente.

Sabato 19 gennaio alle 10.30, di nuovo nella sala consiliare del Comune di Vicenza, dopo il saluto del sindaco Achille Variati, avrà luogo la conferenza internazionale Very important twinning (Vit), sul tema “Il futuro dei gemellaggi e la cooperazione tra città in Europa”. Tra gli ospiti, Virgilio Dastoli, presidente del Consiglio italiano movimento europeo (Cime), che con Alda è tra i coordinatori dell’“Alleanza italiana per l’anno europeo dei cittadini 2013”. Saranno presenti il consigliere comunale Formisano, il sindaco della città tedesca di Pforzheim, Gert Hager, e l’assessore ai gemellaggi Jeaun-Claude Fabbian per la città di Annecy. All’evento parteciperanno anche il presidente di Alda, Otočan, e la direttrice Antonella Valmorbida. Inoltre, sono stati invitati a partecipare i rappresentanti di tutti i comuni della provincia di Vicenza, esponenti delle diverse organizzazioni e rappresentanti della società civile locale. L'incontro sarà l'occasione per sottolineare l’importanza dei gemellaggi tra le città al fine di creare nuove collaborazioni ed opportunità future di scambio a livello internazionale, mettendo al centro le città e le loro comunità. Gli interventi delle città di Vicenza, di Pforzheim e di Annecy approfondiranno le proprie esperienze del gemellaggio con le città partner nel corso degli anni, del loro valore aggiunto per le rispettive comunità locali, degli aspetti positivi e negativi e delle prospettive di sviluppo futuro nell’ottica di una sempre maggiore integrazione europea.

In tempi di spending review sembra ormai diventato un tabù parlare di gemellaggi – ha constatato Formisano -. Ma faccio fatica allora a capire perchè la stragrande maggioranza dei nostri politici inserisca nei propri programmi l'Europa come obiettivo di crescita dal basso, soprattutto attraverso la spinta di giovani e studenti. In realtà siamo giunti ad un momento in cui se il governo nazionale non cambierà rotta, a Vicenza dovremo presto chiudere l'ufficio gemellaggi: l'anno scorso avevamo a bilancio 3.800 euro contro i circa 30 mila di inizio mandato, e anni fa si viaggiava con cifre pressoché doppie. Basti pensare che attualmente Annecy, che ha la metà degli abitanti di Vicenza, dedica ai gemellaggi 160 mila euro. Per questo noi siamo sempre all'inseguimento e in affanno, e ciononostante ritengo che abbiamo fatto miracoli nel creare e consolidare una forte rete di sinergie, collaborazioni e scambi non solo con le 'gemelle' Annecy e Pforzheim, ma anche con Osijek, Cleveland, Arad e Czestochowa. Abbiamo calcolato con Annecy che in 15 anni di gemellaggio abbiamo mosso qualcosa come 50 mila persone fra le due città tra studenti, associazioni e gruppi, per lo più ospitati in famiglia: solo così si offre davvero l'occasione di costruire l'Europa dal basso”.

La due giorni berica dedicata all'Europa vedrà dunque ospiti a Vicenza anche le delegazioni delle città gemellate di Pforzheim ed Annecy. In particolare il sindaco di Pforzheim Hager e la sua delegazione, oltre a prendere parte alle iniziative previste da Alda, seguiranno un intenso programma di incontri, anche con i vertici della Fiera e del consorzio Studi universitari di Vicenza. In occasione di VicenzaOro Winter, il sindaco di Pforzheim visiterà infine le aziende orafe espositrici della città tedesca e farà visita alla mostra “Raffaello verso Picasso”.

Nello stesso fine settimana, una delegazione di Vicenza composta dagli assessori Massimo Pecori e Pierangelo Cangini sarà ad Annecy per l’inaugurazione della mostra relativa al concorso fotografico delle città gemellate di Vicenza ed Annecy “Ti presento la mia città”, dove saranno esposte nel prestigioso Palais de l’Ile, le 30 foto di cittadini vicentini selezionate da un’apposita giuria di Vicenza. Successivamente Vicenza ospiterà la mostra di altrettante foto di cittadini di Annecy, che verrà allestita a partire dal 9 febbraio prossimo negli spazi espositivi di ViArt. Le foto sono visibili su questo sito al link http://www.comune.vicenza.it/uffici/dipserv/cultur/gemellaggi/tipresentolamiacitta.php.

 

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Navigazione di: Cultura e promozione della crescita


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza