Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Uffici

Uffici del Comune: sedi, orari, telefoni, e-mail e attività

22/04/2011

Presentazione del volume “Il nome della stella è Assenzio”, pubblicato in occasione del 25° anniversario dell’incidente nucleare di Chernobyl

Mercoledì 27 aprile alle 20.30 ai chiostri di Santa Corona è in programma l’incontro “Ricordando Chernobyl” durante il quale verrà presentato il libro “Il nome della stella è Assenzio”, pubblicato in concomitanza con il venticinquesimo anniversario di quello che, fino al disastro di Fukushima, è stato il più grave incidente nucleare della storia.
L’appuntamento è stato fortemente voluto dall’Associazione “Il Ponte Mict Onlus” di Caldogno, appoggiata e sostenuta, in questa occasione, dal Comune di Vicenza, dall’Istituto di Storia, e dal Centro per i servizi di volontariato di Vicenza.
Come ci ha insegnato drammaticamente l’attualità della cronaca, parlare di Chernobyl significa parlare del passato, del presente e del futuro: lo fanno in questa occasione Francesca Lazzari, assessore alla cultura del Comune di Vicenza, Giorgio Cracco, segretario generale dell’Istituto per le ricerche di Storia sociale e religiosa di Vicenza, Francesca Lomastro, presidente dell’Associazione "Il Ponte-Mict" di Caldogno e Andrii Omelianiuk, dell’Associazione Fondo Umanitario "Korda" di Kiev. All’incontro ha dato la propria adesione l’Associazione Gohan- Centro di cultura e arti giapponesi.
Gli interventi saranno intervallati dalla lettura di alcune poesie di Lina Kostenko e nel corso della serata verrà proiettato il dvd "1986-2006: Ricordare Chernobyl", a cura di  Manuel Baldini e Fabio Ferrando. Si tratta di un’opera allegata al volume uscito alcuni giorni fa per i tipi di Viella Editore, che vede in qualità di curatori la stessa Francesca Lomastro, unitamente ad Andrii Omelianiuk e Oxana Pachlovska.
Il libro racconta, con una sapienza di scrittura che rende affrontabili vicende, personali e collettive, la cui tragicità a tutt’oggi è solo parzialmente nota, come sia potuto avvenire un disastro di simile portata. Lo fa non scavando tra dati tecnici o nei catastrofici numeri di quanti hanno subito l’invisibile e devastante violenza dell’atomo, ma con  varie voci, quasi tutte ucraine: storici, sociologi, antropologi del rischio, poeti, scrittori, fotografi, artisti, bambini, che  ci danno la dimensione umana di un evento che ha sconvolto la storia di un Paese e la vita di un popolo, ma che anche in quella occasione ha coinvolto tutto il mondo.
Vale la pena ricordare le moltissime associazioni di volontariato Vicentine e Venete, ma non solo, che hanno ospitato in questi 25 anni migliaia di bambini che ancor oggi necessitano di passare alcuni periodi dell’anno al di fuori di quelle che furono le zone contaminate.
Il volume: “Il nome della stella è Assenzio”. Ricordando Chernobyl
Chernobyl, in ucraino Chornobyl, vuol dire anche “assenzio”. “Il nome della stella è Assenzio” è il versetto 8,11 dell’Apocalisse di Giovanni. Esso preannuncia che al suono della terza tromba la stella Assenzio cadrà dal cielo e irradierà il suo potere come una torcia ardente rendendo amare le acque dei fiumi e facendo morire una gran quantità di uomini. Il libro nasce dalla collaborazione tra l’Associazione umanitaria e culturale “Il Ponte-Mict” di Caldogno e l’Istituto per le ricerche di storia di Vicenza. E’ curato da Francesca Lomastro, storica, rappresentante de “Il Ponte-Mict”, Andrii Omelianiuk, rappresentante del Fondo umanitario “Korda” di Kiev, e Oxana Pachlovska, scrittrice e poetessa, docente di storia e letteratura ucraina all’Università di Roma “La Sapienza”. Al libro è allegato il video “1986-2006: ricordare Chernobyl”. La pubblicazione è stata realizzata con il contributo del CSV di Vicenza.

Per informazioni: cell. 3495596844

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza