Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Uffici

Uffici del Comune: sedi, orari, telefoni, e-mail e attività

23/10/2009

L’opera organistica di Felix Mendelssohn: mercoledì 28 ottobre concerto ad ingresso gratuito alla chiesa di San Paolo per "Vicenza d'autore"

La rassegna “Vicenza d’autore” continua la sua offerta di appuntamenti musicali. Questa volta si potrà ascoltare l'opera organistica di Felix Mendelssohn-Bartholdy, del quale ricorre quest'anno il bicentenario della nascita, interpretata dal giovane organista Alberto Barbetta ed eseguita con il prezioso organo Mascioni del 1992. "Monumenti e architetture sonore" è un concerto ad ingresso gratuito che si terrà mercoledì 28 ottobre alle 21 alla chiesa di San Paolo a Vicenza. L'iniziativa è promossa dall'assessorato alla cultura del Comune di Vicenza in collaborazione con l'associazione musicale Mousikè di Margherita Dalla Vecchia e con l'ufficio beni culturali della diocesi. Prima del concerto ci sarà un momento dedicato alla spiegazione storico-artistica della chiesa.
II concerto alla chiesa di San Paolo è il primo appuntamento del trittico, inserito nella rassegna "Vicenza d'autore", che intende presentare al pubblico vicentino l'opera omnia per organo del compositore tedesco. Gli altri appuntamenti saranno il 7 novembre alla Basilica di Monte Berico e il 21 novembre alla Chiesa di Santa Maria dei Servi. 


L’opera organistica di Felix Mendelssohn rappresenta il primo romanticismo tedesco; i Tre Preludi e Fuga op. 37 del 1837 e le Sei Sonate op. 65 composte in periodi diversi (tra il 1839 e il 1845), accanto ad altri Composizioni minori, sono un corpus di assoluto valore musicale che segue la monumentale opera di Johann Sebastian Bach nel percorso storico lungo sette secoli della vasta letteratura per organo. Mendelssohn suonò l'organo dall'età di 11 anni sino alla morte. Egli possedeva una profonda cultura, non solo musicale, ma anche letteraria, filosofica e storica, che lo portò a un’appassionata ricerca della musica del passato. A lui va fra l'altro il merito di riscoprire la musica di Bach, il quale influenzò profondamente la sua scrittura musicale.
Nella I e II Sonata - in programma nel concerto vicentino - l’inizio maestoso, il ricco contrappunto e i numerosi passaggi tipici della scrittura pianistica, gli Adagi di mirabile bellezza, la presentazione del corale protestante "Was mein Gott will, das gesche’allzeit", esprimono il mondo romantico di Mendelssohn e l’articolata scrittura della sonata moderna. L’andamento pastorale e la solenne fuga dell’op. 37 n. 2, accanto alle eleganti composizioni più brevi, omaggia le forme più antiche quale il preludio e la fuga, oltre alle altre forme note del periodo classico e romantico.

Note biografiche
Alberto Barbetta, nato nel 1987, si è recentemente diplomato in organo e composizione organistica con lode sotto la guida di Roberto Antonello al Conservatorio “A. Pedrollo”, dove attualmente studia Clavicembalo; inoltre studia musicologia all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Ha partecipato a corsi di perfezionamento alla Scuola d’organo di Cremona, Salgareda (TV) e San Sebastián, in Spagna. Si è esibito in rassegne organistiche di ambito regionale e si è distinto in diversi concorsi organistici in Italia e in Francia.

La chiesa di San Paolo, di moderna costruzione, dispone di un organo Mascioni, costruito ad hoc, opera benemerita del 1992 in memoria del cav. A. Maraschin. Rappresenta un tentativo d’interpretare l’aspetto monumentale e architettonico dell’organo nel nostro tempo e un esito sicuramente felice nel panorama dei nuovi strumenti costruiti nella diocesi di Vicenza. Collocato sul lato sinistro del presbiterio, presenta nella facciata suddivisa in sei ordini le pregevoli canne di stagno dei corpi del Pedale (a sinistra) e del Grand’Organo (in alto).  La chiesa ospita altri significativi manufatti come le tre sculture in bronzo di Nereo Quagliato, “La caduta a cavallo”, il “S. Paolo apostolo e la Madre di Dio”, alta espressione del linguaggio artistico del noto scultore vicentino.

Informazioni: assessorato alla cultura del Comune di Vicenza, 0444 221541 - 222101, infocultura@comune.vicenza.it.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza