Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

IMU - Imposta municipale propria

Aliquote e detrazioni

ALIQUOTE 2014

  • Aliquota ordinaria 0,98%;
  • Aliquota dell’1,06% per le abitazioni sfitte da almeno 2 anni;
  • Aliquota ridotta 0,76% per i fabbricati destinati ad attività produttive (cat. catastale A/10, C/1 e C/3 ) purché il proprietario o il titolare del diritto reale di godimento svolga la propria attività negli stessi. Tale aliquota non si applica per i fabbricati in leasing e per i fabbricati utilizzati dagli studi associati;
  • Aliquota ridotta 0,76% per i fabbricati produttivi di categoria catastale “D” la cui imposta va versata interamente allo Stato;
  • Aliquota ridotta 0,76% per ville e palazzi di interesse storico od artistico che godono dell’abbattimento di legge del 50% sull’imponibile IMU, se aperti regolarmente, per fini culturali e turistici, alle visite del pubblico;
  • Aliquota ridotta 0,76% per le abitazioni e relative pertinenze concesse in uso gratuito dal possessore ai parenti di 1° e 2° grado in linea retta e collaterale (ascendenti: nonni e genitori, discendenti: figli e nipoti, fratelli e sorelle) da questi effettivamente utilizzate come abitazione principale ed a condizione che questi ultimi dimorino abitualmente e risiedano anagraficamente nell’unità immobiliare concessa in uso gratuito;
  • Aliquota ridotta 0,46% per le unità immobiliari abitative e relative pertinenze concesse con contratto di comodato a titolo gratuito al Comune di Vicenza per scopi di contrasto al disagio abitativo dei nuclei familiari in difficoltà;
  • Aliquota ridotta 0,40% per abitazione principale di categoria catastale A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze;
  • Aliquota ridotta 0,40% per l’unità immobiliare di categoria catastale A/1, A/8 e A/9 e le relative pertinenze possedute a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che l’abitazione non risulti locata;
  • Aliquota ridotta 0,40% per l’unità immobiliare di categoria catastale A/1, A/8 e A/9 e le relative pertinenze possedute a titolo di proprietà o di usufrutto da cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato, a condizione che l’abitazione non risulti locata;
  • Aliquota ridotta 0,40% per le unità immobiliari concesse in locazione a titolo di abitazione principale con contratti di tipo concordatario di cui all’art. 2, comma 3, della legge 431/98;
  • Aliquota ridotta 0,40% per le unità immobiliari abitative e relative pertinenze concesse in locazione al Comune di Vicenza per scopi di contrasto al disagio abitativo di nuclei familiari in difficoltà e per i fabbricati concessi in locazione al Comune di Vicenza per usi scolastici;
  • Aliquota ridotta 0,40% per gli alloggi di proprietà dell’A.T.E.R. regolarmente assegnati.
  • Nei casi diversi dall’abitazione principale e sue pertinenze, per poter applicare l’aliquota ridotta i contribuenti devono presentare autocertificazione ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 entro il 31/12/2014 (ad eccezione degli alloggi assegnati dall’ATER, delle unità immobiliari abitative concesse in locazione od in uso gratuito al comune di Vicenza per scopi di contrasto al disagio abitativo di nuclei familiari in difficoltà e per usi scolastici).

DETRAZIONI DI IMPOSTA

Dall’imposta dovuta per l’unità immobiliare adibita ad abitazione principale (di categoria catastale A/1, A/8 ed A/9) del soggetto passivo e per le relative pertinenze, si detraggono, fino a concorrenza del suo ammontare, euro 200 rapportati al periodo dell’anno durante il quale si protrae tale destinazione.

Se l’unità immobiliare è adibita ad abitazione principale da più soggetti passivi, la detrazione spetta a ciascuno di essi proporzionalmente alla quota per la quale la destinazione medesima si verifica.

La suddetta detrazione spetta anche alle unità immobiliari di categoria catastale A/1, A/8 e A/9 degli anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che l’abitazione non risulti locata; alle unità immobiliari e relative pertinenze di categoria catastale A/1, A/8 e A/9 possedute a titolo di proprietà o di usufrutto da cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato a condizione che l’abitazione non risulti locata e per gli alloggi regolarmente assegnati dall’ ATER.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza