Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Uffici

Uffici del Comune: sedi, orari, telefoni, e-mail e attività

19/11/2013

Assestamento di bilancio: c'è un minor gettito IMU 2013 di quasi 1 milione e 300 mila euro

Ma lo Stato restituisce al Comune 1 milione e 350 mila euro per l'IMU prima casa del 2012

Il minor gettito IMU stimato per il 2013 in 1.298.806 euro è la voce più pesante dell'assestamento di bilancio che la giunta comunale ha licenziato oggi su proposta dell'assessore alle ricorse economiche Michela Cavalieri.
“A fine anno – ha spiegato l'assessore  - , secondo le stime effettuate sulla base delle riscossioni IMU del 2012, dovremmo incassare  35.800.000 euro. In sede di acconto, però, abbiamo riscosso 14.872.506 euro, cioè circa 1 milione in meno di quanto preventivato. Potrebbe trattarsi dell'effetto della crisi, oppure di errori dei contribuenti dovuti alla confusione normativa o, ancora, di cittadini che preferiscono pagare di più, ma in un'unica soluzione a fine anno. Tutto sarà accertato, ma nel frattempo, a scopo prudenziale, abbiamo dovuto ipotizzare che anche il saldo finale sia inferiore a quanto stimato, inserendo in assestamento di bilancio un minor gettito di 1.298.806 euro”.
La nuova variazione registra anche qualche notizia positiva: “Certifichiamo – ha annunciato l'assessore – l'entrata 1.350.000 mila euro che lo Stato ci riconosce sull'IMU  2012. Si tratta in sostanza di una parte di quei 2 milioni di euro che Roma, sbagliando, aveva ipotizzato in eccesso sul gettito della prima casa, tagliandoci i relativi trasferimenti”.
Altri 288 mila euro arrivano dal fondo che avrebbe dovuto premiare i Comuni virtuosi: “Non avendo fissato in tempo i criteri di erogazione di tale premio – spiega l'assessore – lo Stato distribuisce a pioggia queste risorse ai Comuni“.
Queste entrate, oltre all'utilizzo di una parte del fondo di riserva che in seguito a queste operazioni si assesta a 181.909  euro, servono per far fronte a una serie di spese relative in particolare a lavori pubblici, emergenze sociali, canoni.
126.140 euro si riferiscono a spese di progettazione e direzione lavori degli ultimi interventi chiesti dalla Soprintendenza in Basilica Palladiana, 34 mila euro sono stati stanziati per il funzionamento degli impianti tecnologici del monumento e 65.513 euro per l'adeguamento del sistema fognario in corte dei Bissari, mentre 26 mila euro riguardano la spesa per riscaldare palazzo Cordellina.
Quanto al sociale, altri 80 mila euro sono stati aggiunti al fondo per le emergenze e 15.300 euro al trasporto degli anziani e dei disabili; 150 mila euro serviranno per rimborsare AIM del servizio gratuito di trasporto pubblico per gli over 75; 5 mila euro per la prosecuzione del progetto Cercando il lavoro.
Infine, 179.163 euro sono stati accantonati per l'eventuale rimborso all'agenzia del demanio dell'affitto della sede assegnata da anni agli alpini in un immobile di via Grandi, al Villaggio della Produttività, su cui peraltro il Comune ha avanzato richiesta di acquisizione gratuita nell'ambito dell'operazione statale sul federalismo demaniale. L'amministrazione  ritiene che quell'indennità, calcolata addirittura dal 1992, non sia dovuta, ma poiché la questione non è ancora stata chiarita con il demanio, la ragioneria ha dovuto inserire la possibile spesa in bilancio.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza