Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

URP

Impianti stradali di carburante

Aggiornato al: 25/06/2014


Procedura per l'autorizzazione di impianti stradali di carburante:
tutte le pratiche devono essere presentate esclusivamente con modalità telematica al S.U.A.P. del Comune - Sportello Unico Attività Produttive attraverso la piattaforma informatica www.impresainungiorno.gov.it

Non si accettano più pratiche in forma cartacea.

In caso di accertata carenza dei requisiti e dei presupposti previsti, il Comune entro 60 giorni dal ricevimento della SCIA, adotterà motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell’attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi di essa, salvo che, ove possibile, l’interessato provveda a conformare alla normativa vigente detta attività ed i suoi effetti entro un termine fissato dall’amministrazione.

Modulistica
Tutta la modulistica richiesta si trova sul portale: www.impresainungiorno.gov.it ed è compilabile on-line.


Richiesta autorizzazione impianto stradale o aggiunta prodotti GPL e metano.

Per il rilascio dell’autorizzazione di un nuovo impianto stradale di carburante o per il potenziamento di quelli esistenti mediante l’aggiunta dei prodotti di GPL o METANO, deve essere trasmessa domanda esclusivamente in via telematica, corredata di autocertificazione, perizia giurata e quant’altro indicato sul fac-simile della stessa.

Il tutto dovrà essere presentato direttamente allo S.U.A.P. del Comune – Sportello Unico Attività Produttive - attraverso la piattaforma informatica www.impresainungiorno.gov.it il quale provvederà all’acquisizione dei pareri di competenza presso i vari enti ed emetterà il provvedimento autorizzatorio unico, comprensivo del permesso a costruire.
A lavori ultimati la società dovrà richiedere il collaudo dell’impianto al S.U.A.P. – trasmettendo esclusivamente in via telematica la modulistica “Domanda collaudo impianto stradale”.
In attesa della convocazione della commissione per il collaudo, il titolare dell’autorizzazione può richiedere, con le modalità di cui sopra, l’esercizio provvisorio dell’impianto utilizzando la modulistica “Domanda esercizio provvisorio”, fatta eccezione per le apparecchiature destinate all’erogazione di G.P.L. o METANO.

Segnalazione modifica impianto stradale

Chi intende apportare modifiche ad impianti stradali esistenti, di cui all’art. 3 comma 2 della L.R. n. 23 del 23 ottobre 2003, deve presentare una Segnalazione Certificata d’Inizio Attività – S.C.I.A. – esclusivamente in via telematica, corredata di autocertificazione, perizia giurata e quant’altro indicato sulla S.C.I.A.
Qualora la modifica da apportare richieda interventi edilizi, dovrà altresì essere presentata al S.U.A.P. - Sportello Unico Attività Produttive – attraverso la piattaforma informatica www.impresainungiorno.gov.it. la richiesta del titolo autorizzatorio edilizio.

Ultimate le modifiche richieste, dovrà pervenire con le medesime modalità sopra citate, perizia giurata di tecnico abilitato attestante che le strutture, gli impianti, le attrezzature e le opere di finitura sono stati realizzati, installati e posti in opera, in conformità alle norme vigenti.
Sulla base della stessa, l’ufficio carburanti provvederà all’aggiornamento dell’autorizzazione.

Domanda sospensione attività

Per sospendere l’attività dell’impianto stradale il titolare dello stesso deve trasmettere la domanda esclusivamente in via telematica attraverso la piattaforma informatica www.impresainungiorno.gov.it utilizzando la modulistica: "Domanda sospensione attività".

Segnalazione di trasferimento di titolarità

Per il trasferimento della titolarità dell’autorizzazione relativa ad impianti stradali deve essere presentata una Segnalazione Certificata d’Inizio Attività – S.C.I.A. – esclusivamente in via telematica, attraverso la piattaforma informatica www.impresainungiorno.gov.it entro 15 giorni dalla registrazione dell’atto di cessione o di affitto d’azienda, al Comune ove ha sede l’impianto, alla Regione e all’U.D.V..
La segnalazione deve essere sottoscritta dal cedente e dal cessionario e deve contenere tutti gli elementi atti ad identificare l’impianto.

Verifica quindicinale impianti stradali

Ai sensi dell’art.1 comma 5 del D. Lgs. n. 32/98, gli impianti stradali di distribuzione carburanti, , devono essere sottoposti ogni 15 anni, a verifica sull’idoneità tecnica, ai fini della sicurezza sanitaria e ambientale.

La richiesta deve pervenire esclusivamente in via telematica attraverso la piattaforma informatica www.impresainungiorno.gov.it utilizzando la modulistica  “Domanda di collaudo”.

Dove

Settore Politiche dello Sviluppo - Ufficio Carburanti - Piazza delle Biade n. 26 - Vicenza
tel. 0444/221984 - 221973
fax 0444/221989
e-mail: commerciofisso@comune.vicenza.it

Quando

Lunedì, martedì, giovedì, venerdì: dalle ore 10 alle ore 12 - giovedì dalle ore 16.30 alle ore 18.00 - mercoledì chiuso.



Collegamento alle pagine del Settore Politiche dello Sviluppo:

http://www.comune.vicenza.it/uffici/dipecofin/sviluppoeconomico/

 

 



Come valuti questa pagina?

Navigazione di: Commercio e attività produttive


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza