Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

URP

Spettacoli viaggianti - luna park

Aggiornato al: 22/10/2014


Sono considerati “spettacoli viaggianti” le attività spettacolari, i trattenimenti ed attrazioni allestite mediante attrezzature mobili o installate stabilmente, all'aperto o al chiuso, quali luna park, singole giostre, circhi ecc. (art. 2 della Legge 18/03/1968 n. 337).

Le attrazioni di spettacolo viaggiante sono classificate secondo l’elenco ufficiale del Ministero per i Beni e le Attività culturali, in base all’art. 4 della Legge n. 337/68 e successive modifiche ed integrazioni. Questo elenco, suddiviso in piccole, medie e grandi attrazioni, indica anche le particolarità tecnico-costruttive, le caratteristiche funzionali e la denominazione delle medesime.

Per l’esercizio dell’ attività nel Comune di Vicenza è necessario presentare, entro i termini previsti dal Regolamento comunale per parco divertimenti, la domanda di autorizzazione ai sensi degli artt.69 e 80 del TULPS, allegando la documentazione indicata.

Tutte le pratiche devono essere presentate esclusivamente con modalità telematica, al SUAP del Comune attraverso la piattaforma informatica www.impresainungiorno.gov.it

Sulla domanda si dovrà indicare il n. identificativo seriale della marca da bollo da € 16,00.

Modulistica
La modulistica si trova sul portale www.impresainungiorno.gov.it ed è compilabile on line.

Il Comune sottoporrà la richiesta alla locale Commissione Comunale di Vigilanza sui locali di pubblico spettacolo per la verifica degli aspetti tecnici di sicurezza e di igiene ove previsto dalla normativa vigente.

Se s’intende installare l’attrazione su suolo pubblico dovrà essere richiesta al Comune anche la concessione di suolo pubblico.
La concessione sarà rilasciata previo pagamento del canone ed eventuali altri oneri e secondo le modalità previste dalle norme e dai regolamenti vigenti in materia.

Qualora l’attività venga svolta in area privata, è necessario il nulla osta scritto del proprietario dell’area stessa.


Le domande di autorizzazione dovranno contenere le seguenti indicazioni
:

a. generalità del richiedente, residenza, domicilio, codice fiscale e partita IVA;
b. tipo di attrazione che si intende installare, le relative misure comprendenti le dimensioni dell’ingombro massimo esterno dell’attrazione stessa: pedane, cassa, oggetti frontali e laterali, eventuali spazi da transennare;
c. periodo di effettiva presenza nell'area comunale e i giorni degli spettacoli;
d. numero, targhe e dimensioni dei carri-abitazione e dei mezzi di carico a seguito;
e. dichiarazione attestante l’eventuale requisito di novità dell’attrazione (nel caso di prima richiesta o di modifica dell’attrazione in precedenza utilizzata);
f. nel caso di giochi a premi dovrà essere espressamente specificato il tipo di gioco;
g. iscrizione al Registro delle imprese;
h. copia del codice identificativo delle attrazioni.

Alla domanda dovranno essere allegati:

1. una fotografia dell’attrazione nel caso di prima richiesta o modifica della struttura precedente;
2. fotocopia della licenza a gestire l’attrazione;
3. documentazione tecnica delle strutture e degli impianti elettrici (libretto tecnico e manuale d'uso, il collaudo annuale, il codice identificativo ecc.);
4. la quietanza d’avvenuto pagamento del premio della polizza assicurativa di responsabilità civile relativa all’attrazione che sarà installata;
5. fotocopia documento d'identità del richiedente e permesso di soggiorno (se cittadino extracomunitario).

Libretto dell'attività
Registro che contiene tutte le informazioni relative alla storia tecnica e amministrativa dell'attività a partire dalle fasi del progetto, esecuzione e collaudo ovvero i dati tecnici e le eventuali limitazioni di esercizio, l'elenco della documentazione tecnica ed autorizzativi disponibile, l'esito delle prove di accettazione iniziali e delle successive verifiche annuali nonché delle manutenzioni ordinarie e straordinarie e l'annotazione dei guasti - incidenti verificatisi.

Manuale d'uso e di manutenzione
Documento che contiene tutte le istruzioni, documentazioni, disegni ed informazioni necessarie per un sicuro utilizzo dell'attività, incluse quelle relativa al montaggio/smontaggio, al funzionamento in condizioni ordinarie e di emergenza ed alla manutenzione ordinaria e straordinaria.

Registrazione
Ai sensi del D.M. 18 maggio 2007 ”Norme di Sicurezza per le Attività di Spettacolo Viaggiante” le attrazioni dovranno essere registrate e identificate con un apposito codice. L’obbligo riguarda sia le nuove attrazioni che quelle già esistenti.
L’attrazione priva di registrazione non potrà essere messa in esercizio.

Ogni nuova attività di spettacolo viaggiante, prima di essere posta in esercizio, deve essere registrata presso il Comune nel cui ambito territoriale è avvenuta la costruzione o è previsto il primo impiego dell'attività medesima o è presente la sede sociale del gestore ovvero in altro Comune ove è resa disponibile per i controlli previsti dal presente Decreto ed essere munita di un codice identificativo rilasciato dal medesimo Comune.


L'interessato per ottenere la registrazione e l'assegnazione del codice identificativo, di cui all'art. 4 della legge 18 marzo 1968 n. 337, la voltura degli atti di registrazione e  l'assegnazione del codice identificativo, deve presentare apposita domanda in bollo al Comune nel cui territorio è presente la sede legale del gestore o presso il Comune nel cui territorio è in corso l’impiego dell’attrazione, o in altro Comune ove è resa disponibile per i controlli previsti corredata da idonea documentazione.
La procedura di registrazione prevede l’acquisizione del parere della Commissione Comunale di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo.

In caso di subingresso il nuovo gestore dell’attività (già esistente), oltre al cambio di titolarità della licenza, deve ottenere dal Comune la voltura degli atti di registrazione e l' assegnazione del codice identificativo.

Normativa

  • Legge 18/03/1968 n. 337.;
  • R.D. 18/06/1930 N.773;
  • R.D. 6/05/1940 n.635;
  • D.M. 18 maggio 2007

Regolamenti

Dove

Comune di Vicenza - Settore Sportello unico edilizia privata, attività produttive e commercio - Ufficio Polizia amministrativa - Piazza delle Biade n. 26 - Vicenza
tel. 0444/221981
fax 0444/221989
e-mail: lmasero@comune.vicenza.it - politichedellosviluppo@comune.vicenza.it

Quando

Lunedì chiuso - martedì e giovedì  pomeriggio dalle ore 16.30 alle ore 18.00 - mercoledì e venerdì  mattina dalle ore 8.30 alle ore 12.30.

 

 

Collegamento alle pagine del Settore Sportello unico edilizia privata, attività produttive e commercio:
http://www.comune.vicenza.it/uffici/dipserv/epgesuap/sviluppoeconomico/

 

 

Come valuti questa pagina?

Navigazione di: Commercio e attività produttive


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza