Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

21/10/2013

Il sindaco ha ricevuto il presidente nazionale Acli Gianni Bottalico

E il responsabile nazionale Acli al Welfare e Reti di imprese Andrea Luzi

Da sinistra: Luzi, Variati, Bottalico

Oggi il sindaco Achille Variati, che recentemente è entrato a far parte dell’Ufficio di presidenza dell’Anci nazionale con deleghe al welfare, ha accolto a palazzo Trissino il presidente nazionale Acli Gianni Bottalico: è la prima volta dai tempi del presidente Rumor che un presidente nazionale Acli raggiunge in visita Vicenza.

Bottalico è stato accompagnato dal vicentino Andrea Luzi, responsabile nazionale Acli al Welfare e Reti di imprese.

ll nostro paese sta risentendo notevolmente della crisi – ha dichiarato il sindaco Achille Variati -: l'8% degli italiani si trovano ad un livello di povertà assoluta, sotto la soglia del minimo vitale e questo colpisce non solo le regioni del sud ma anche le nostre zone. Solo sei sette anni fa la percentuale era del 4%, con un raddoppio quindi in poco tempo. I comuni in questi ultimi anni hanno subito molti tagli e per questo il tema della povertà è molto sentito tanto che sarà uno dei temi del congresso Anci di Firenze dove farò un intervento dedicato proprio a questo tema.

Con il governo è iniziata una fase concertativa: il viceministro alla famiglia si è dimostrata molto sensibile e con lei speriamo di fare passi importanti visto che serviranno non meno di 7-8 miliardi per garantire la dignità a tutti, diritto universale.”

 

Insieme ad Anci e ad altre istituzioni abbiamo cercato di costruire un'alleanza contro la povertà - ha dichiarato il presidente nazionale Acli Gianni Bottalico giunto a Vicenza per incontrare il sindaco Variati in particolare perchè delegato al welfare per l'Anci –; insieme anche a sindacati, Lega autonomie, conferenza Stato Regione, cooperative, mondo dell'impresa della cooperazione e dell'associazionismo.

Ci sono quasi 7 milioni di persone in condizione di povertà assoluta in Italia. Viviamo in un paese che, unici in Europa insieme alla Grecia, non ha alcuna politica di sostengo al reddito.

L'obiettivo è quello di sensibilizzare il Governo verso una scelta strategica. Il modello che noi proponiamo comporta aiuti in termini economici e in termini di servizi perchè la nostra proposta vuole far uscire le persone dalla povertà coinvolgendo gli enti locali in modo particolare. Anci, quindi, è per noi è un soggetto fondamentale per sviluppare un nuovo modello di welfare.”

E' importante non limitarsi a garantire assistenza ma spingere verso l'inclusione sociale facendo sì che i cittadini siano in grado di diventare autosufficienti: non dobbiamo permettere che le persone rimangano disperatamente sole, considerando che le persone in difficoltà sono spesso anche giovani e bambini – ha concluso il sindaco”.

 

 

Galleria fotografica

Da sinistra: Luzi, Variati, Bottalico

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza