Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

03/07/2013

Start Up, a Vicenza il 5 e 6 luglio festival di musica e arte contemporanea

Esibizioni, mostre, conferenze e workshop in piazza delle Erbe, corte dei Bissari e Basilica Palladiana per uno scambio e confronto tra generazioni verso lo sviluppo e la diffusione di nuovi linguaggi

Venerdì 5 e sabato 6 luglio giunge a Vicenza Start Up, festival internazionale di arte e musica, promosso dall’associazione culturale Hyper e dall’assessorato alla crescita del Comune, con l’intento di valorizzare le arti musicali, visive e figurative.

Il ricco programma di esibizioni, mostre, conferenze e workshop avrà il suo fulcro in piazza delle Erbe, corte dei Bissari e nella Basilica Palladiana (salone degli Zavatteri, sala del guardaroba) che si trasformeranno per l’occasione in spazio espositivo e performativo, ospitando artisti di fama nazionale e internazionale.

L'iniziativa è stata presentata oggi dal vicesindaco e assessore alla crescita Jacopo Bulgarini d'Elci e da Edoardo Figoli e Matteo Corona dell'associazione culturale Hyper.

 

In periodo di scarse risorse per la cultura abbiamo deciso di accogliere nel cuore del centro storico un'iniziativa promossa da organizzatori esterni, che si prendono carico del totale rischio d'impresa – ha dichiarato il vicesindaco e assessore alla crescita Jacopo Bulgarini d'Elci, ricordando che la proposta era stata a suo tempo accolta dagli assessori della passata amministrazione Alessandra Moretti e Francesca Lazzari -. In questo caso fungiamo quindi da facilitatori nei confronti di Start Up, evento di interesse pubblico con un programma particolarmente innovativo nei contenuti e che, se andrà bene come spero, aprirà le strade a manifestazioni inconsuete. Sono convinto della necessità di dare opportunità alle nuove generazioni responsabilizzandole per sviluppare le loro idee e per creare nuovi modelli garantendo, come è avvenuto in questo caso, il supporto dell'ufficio organizzazione eventi e nessun sostegno economico.

Per consentire lo svolgimento dei concerti abbiamo previsto una deroga all'orario limite per le emissioni sonore previste fino alle 23.30, ma che in questa occasione potranno proseguire fino all'una con una particolare attenzione però alla fascia tra le 24 e l'una durante la quale si cercheranno di abbassare i volumi.”

 

Nei giorni scorsi abbiamo contattato i residenti della zona circostante Start Up inviando delle lettere per avvisare del possibile disagio che si potrà avere in quei giorni – hanno spiegato Edoardo Figoli e Matteo Corona dell'associazione culturale Hyper -. Ci auguriamo di avere una buona risposta non solo dai giovani, ma anche dagli adulti. Il festival, infatti, ha come obiettivo la diffusione dei nuovi linguaggi espressivi dell'arte che si potranno conoscere visitando le mostre e partecipando alle serate e che potranno essere compresi attraversi i workshop. L'aspetto più singolare è rappresentato dall'architectural visual mapping sviluppato da un'azienda di Padova che propone un connubio tra il classico e il contemporaneo.

 

La democratizzazione culturale”, tema scelto per l’edizione “zero” di Start Up dai giovani organizzatori, la cui età non supera i ventisei anni, intende offrire spunti di riflessione sulla rivoluzione digitale che ha profondamente mutato lo scenario mediatico degli ultimi decenni, consentendo agli artisti di esprimere e diffondere facilmente le proprie opere. Per il progetto di comunicazione e di identità dell’evento l’associazione culturale Hyper ha lavorato sul concetto visivo di disturbo, prendendo come immagine tipo il glitch, ovvero, quel tipico effetto visivo che si manifesta nei dispositivi elettrici e in questo caso negli schermi quando riconoscono un disturbo o un problema nel segnale.

La filosofia dell’evento è quella di costituire una realtà stabile e di offrire un’occasione di condivisione, scambio e confronto tra generazioni, incrementando quantitativamente e qualitativamente le dinamiche cittadine, grazie a un format culturale che mira a favorire lo sviluppo e la diffusione dei nuovi linguaggi espressivi dell’arte visiva e musicale contemporanea, con l’ausilio delle nuove tecnologie, coinvolgendo il pubblico in modo attivo.

Il festival si articolerà in uno spazio espositivo di arte contemporanea e in alcune performance audio e video. Un intrattenimento di architectural visual mapping fungerà da collante fra le due sezioni della kermesse: quella audio e quella espositiva, offrendo così al pubblico una visione inedita e ricca di fascino della Basilica Palladiana. Innumerevoli saranno gli ambiti artistici indagati: dall’arte contemporanea alla fotografia, dal 3D video mapping projection alle performance audio.

Dalle 10 alle 18 di entrambe le giornate si potranno visitare esposizioni di arte contemporanea (Salone degli Zavatteri) e fotografia (spazio espositivo Cantiere Barche 14, Stradella Barche 14: inaugurazione giovedì 4 luglio alle 18) di Serena Vestrucci, Nico Angiuli, Ezio d’Agostino, Luigi Cecconi e dei vincitori del bando artistico tenuto dall’organizzazione; si potrà inoltre partecipare a conferenze e workshop (solo su prenotazione), mentre dalle 18 in poi cominceranno le esibizioni di artisti di rilievo nazionale e internazionale del panorama della musica elettronica.

Entrambe le mattinate saranno infatti dedicate ai workshop di Sira Rodella, rivolta a un pubblico dai 6 anni in su, e di Davide Vannini per gli appassionati di fotografia. I pomeriggi invece ospiteranno le conferenze di Paolo Pagani, docente di filosofia morale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, di Davide Tiso, docente di Sound Design presso l’Accademia delle Belle Arti, di Paolo Tamoni e del giovane studio avanguadistico “drawlight”.

Dalle 18 fino alla chiusura si esibiranno artisti nazionali e internazionali del calibro di Miguel Campbell, Danny Daze, Francesca Lombardo, Dinky, Sis, Cristian Viviano, Deeohdee, Prince Anizoba, Granturismo, Dax Dj, Rubens Blanco. Durante le ore pomeridiane, invece, si alternerà il jazz di realtà emergenti come Les Manouches Bohémiens e il Joe Clemente’s Trio.

È previsto un biglietto di ingresso per la copertura delle spese organizzative. Ingresso dalle 18 in poi: 20 euro (più diritto di prevendita di 2 euro) per una serata; 36 (più diritto di prevendita di 4 euro) abbonamento per due serate. 7 euro per l'ingresso a mostre, conferenze (preferibile prenotazione) e workshop (prenotazione obbligatoria) per due giornate. Ingresso gratuito a serate, mostre, conferenze e workshop per under 12 e over 70.

Nello spazio di corte dei Bissari, dove l'accesso sarà gratuito dalle 10 alle 18, mentre successivamente sarà compreso nell'area ad ingresso con biglietto, ci saranno inoltre diversi punti di ristorazione e stand enogastronomici dove degustare prodotti tipici del vicentino sotto la splendida cornice della Basilica Palladiana.

L’associazione culturale Hyper, senza scopo di lucro, con sede a Vicenza, persegue finalità culturali e di utilità sociali.

Per informazioni e prevendite: biglietti@startupfestival.it, 342 8014166 o nelle rivendite autorizzate (vedere scheda o http://www.startupfestival.it/biglietti/). Il biglietto potrà essere acquistato anche nei giorni e nel luogo di svolgimento dell'evento.

Durante l'evento “Start Up”, il 5 e il 6 luglio, la terrazza e il loggiato al primo piano della Basilica non saranno visitabili.

Per consentire lo svolgimento dell'evento la circolazione subirà delle modifiche. Non sarà possibile transitare in contrà Pescaria e contrà Catena. Sarà istituita la direzione obbligatoria a destra verso contrà San Paolo per i veicoli provenienti da Ponte San Paolo e contrà Lioy. L'area interessata dall'evento, quindi piazza delle Erbe, contrà Catena e Corte dei Bissari, sarà transennata.

Per maggiori informazioni: info@startupfestival.it, www.startupfestival.it, 342 544 3449.

Documenti allegati

Galleria fotografica

Da sinistra assessore Bulgarini, Edoardo Figoli, Matteo Corona

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Navigazione di: Comunicati stampa


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza