Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

06/12/2013

“Discorso giallo": Fanny & Alexander per la prima volta a Vicenza

Il 13 dicembre al Teatro Astra la storica compagnia di ricerca romagnola

Foto di Enrico Fedrigoli

È da vent’anni una delle compagnie di punta del teatro di ricerca italiano, impegnata nella sperimentazione e nella contaminazione tra metodi e discipline artistiche, nonché una delle formazioni più interessanti a livello europeo. Per la prima volta a Vicenza, FANNY & ALEXANDER sbarca venerdì 13 dicembre (ore 21) al Teatro Astra con il suo ultimo lavoro “DISCORSO GIALLO”, all’interno della stagione “SIAMO UMANI 13-14”, il progetto de La Piccionaia - I Carrara Teatro Stabile di Innovazione per il Comune di Vicenza con il sostegno di Ministero dei Beni Culturali, Regione del Veneto, Provincia di Vicenza, Circuito Teatrale Arteven e Askoll.

Al termine dello spettacolo, la compagnia incontrerà il pubblico con la redazione della Webzine di informazione e critica teatrale Il Tamburo di Kattrin.

Frutto della collaborazione tra i due fondatori storici della compagnia, Chiara Lagani (interprete e autrice della drammaturgia) e Luigi De Angeli (alla regia), lo spettacolo esplora la storia della “pedagogia” televisiva dagli anni Sessanta fino ai giorni nostri: dalle originarie istanze orientate al recupero dell’analfabetismo e delle carenze scolastiche, passando per palcoscenico dei buoni sentimenti targato anni Ottanta in cui, tra aneddoti e canzoncine, i bambini diventano oggetto di spettacolo per il pubblico adulto, fino alla proposta agonistica del talent show degli anni Duemila con i suoi effetti sulle giovani generazioni.
Accompagnata dal progetto sonoro di The Mad Stork e dalle maschere di Nicola Fagnani, Chiara Lagani mette in scena in chiave concertistica una figura metamorfica, un emblematico adulto/bambino, allievo/maestro/conduttore, soggetto e oggetto di alcuni famosi programmi televisivi che si intrecciano e si sovrappongono attraverso le voci dei loro protagonisti: dall’esempio virtuoso del maestro Alberto Manzi di “Non è mai troppo tardi”, a Sandra Milo in “Piccoli fans”, fino a Maria De Filippi in “Amici”.

Lo spettacolo è la seconda tappa del progetto triennale “DISCORSO (2011/2014)” che, a partire dalle forme primarie tradizionali del discorso pubblico (politico, pedagogico, religioso, sindacale, giuridico, militare) indaga il rapporto ferito tra singolo e comunità.
“Cosa significa pubblico? Cosa è comune? Quand’è che un gruppo raccolto attorno a un individuo può dirsi comunità? – commenta la compagnia -. Chiara è una scolaretta invecchiata con telecomando in mano, incarnazione di una società adulta ma incapace di crescere. Il giallo allude alla coercizione, al divieto, come il cartellino dell’arbitro che ammonisce e le strisce sull’asfalto che interdicono la sosta. Giallo come i lavori in corso, indizio di zone proibite. Giallo come il semaforo: attesa, limbo. Acido e luce. Ma è anche il colore della luce e del sole, il colore dell’infanzia, che è al centro del lavoro. Giallo è un bagliore che a tratti inonda la stanza, a volte buia, dei sistemi umani pieni di possibilità e atroci contraddizioni. David Forster Wallace, a proposito della cultura televisiva, affermava: perché vi siamo così immersi se la odiamo tanto?”

Gli abbonamenti a 5 spettacoli a scelta libera (intero 55 euro, ridotto euro 45) e i biglietti (intero 13 euro, ridotto 11 euro, diritti di prevendita 1,50 euro) sono in vendita negli uffici del Teatro Astra con orario 9.30-13 e 15-18. Anche quest’anno torna la promozione per gruppi di min. 10 persone (10 euro) e per gli studenti delle scuole superiori (9 euro).

A partire dalle ore 20 è a disposizione del pubblico il parcheggio della Provincia di fronte al teatro. Data la capienza limitata, si consiglia di arrivare con anticipo. Prima e dopo lo spettacolo sarà attivo il punto di ristoro Equobar, con i suoi prodotti di caffetteria, pasticceria e snack equosolidali, biologici e a km zero.

La compagnia Fanny & Alexander è stata fondata a Ravenna nel 1992 da Luigi de Angelis e Chiara Lagani, ai quali si affianca successivamente Marco Cavalcoli. La loro sede, l’Ardis Hall, è diventata un vero e proprio luogo di produzione e diffusione di sperimentazioni artistiche su varia scala e secondo formati diversi: spettacoli teatrali, produzioni video e cinematografiche, installazioni, azioni performative, mostre fotografiche, convegni e seminari di studi, festival e rassegne. Affascinati da un andamento progettuale, tra le loro principali produzioni gli undici lavori – divisi fra installazioni performance e concerti – ispirati a  “Ada o Ardore”  di  Vladimir Nabokov (Premio Ubu speciale 2004/5). Per la realizzazione di video e film, il progetto vede la collaborazione di Zapruder filmmakersgroup, che ha  spesso accompagnato le produzioni della formazione ravennate. Con lo spettacolo “West” (Premio Ubu 2010 a Francesca Mazza come Migliore attrice protagonista) Fanny & Alexander ha recentemente completato un articolato progetto ispirato a “Il Mago di Oz”.

Informazioni per il pubblico
Ufficio Teatro Astra
contrà Barche 55
telefono 0444 323725 - mail: info@teatroastra.it
www.teatroastra.it

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza