Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

26/09/2013

Andrea Baracco presenta il suo film “La Logica delle cose” al Ridotto del Comunale

Nell’ambito del 66° Ciclo di Spettacoli Classici al Teatro Olimpico

Si conclude questa settimana la rassegna di film d’autore, presentata al Ridotto del Comunale, realizzata per far conoscere in una diversa prospettiva i registi italiani degli spettacoli del 66° Ciclo di spettacoli Classici al Teatro Olimpico di Vicenza. Gli autori scelti da Eimuntas Nekrosius per il cartellone della rassegna di cui è direttore artistico, hanno infatti tutti sperimentato anche la regia cinematografica. Si è scelto quindi di presentare al pubblico dei lavori di Delbono, Corsetti e Baracco, diversi per ispirazione e contesto rispetto alle opere teatrali che saranno presentate all’Olimpico, ma particolarmente significativi nei percorsi creativi dei registi. Dopo Amore Carne (2011) di Pippo Delbono e La Pietra del Paragone (2010), film girato durante la rappresentazione a Parigi del 2007 dell’omonima opera di Gioachino Rossini, è in programma domani venerdì 27 settembre alle 20.45, La Logica delle Cose (2012), film di Andrea Baracco liberamente tratto dal racconto “Yalda” della scrittrice iraniana esiliata in Italia K. Rahimi.
Il regista (e sceneggiatore) del film Andrea Baracco ha confermato la sua presenza in Sala all’inizio della proiezione per presentarla al pubblico; nel programma del 66° Ciclo di Spettacoli Classici al Teatro Olimpico, Andrea Baracco porterà in scena in ottobre “Vita di Edoardo II d’Inghilterra”, testo di Bertolt Brecht, ripreso da Christopher Marlowe, in programma venerdì 11 e sabato 12 ottobre alle 21.00.
Il 66° Ciclo di Spettacoli Classici al Teatro Olimpico di Vicenza è promosso dal Comune di Vicenza, Assessorato alla crescita, in collaborazione con la Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza; è realizzato con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Verona, Vicenza, Belluno e Ancona, con il sostegno di Unicredit e Il Giornale di Vicenza per la Cultura e con Trivellato spa come sponsor tecnico.
Andrea Baracco è un giovane regista, molto apprezzato, impegnato a portare in scena testi di autori di tutti i tempi. Un suo recente lavoro (2012), il Giulio Cesare di William Shakespeare, che sarà presentato a febbraio nella rassegna Luoghi del Contemporaneo Prosa del Teatro Comunale di Vicenza, è stato invitato a rappresentare l’Italia al festival Globe to Globe (London – Globe Theatre) per le celebrazioni dell’anno shakesperiano; lo spettacolo ha vinto inoltre il Certamen Almagro-Off, festival internazionale di Teatro Classico (Spagna, 2012).  Attualmente Baracco è direttore artistico della Compagnia Baracco/Cupaiuolo..
Il regista si è formato e perfezionto all'Accademia Nazionale d'Arte drammatica Silvio d'Amico..
Dal 2005 ad oggi si è misurato nella regia di autori classici (Sofocle, Shakespeare) e contemporanei, con predilezione per la drammaturgia britannica (Pinter, Alex Jones, Caryl Churcill) e italiana cimentandosi egli stesso come autore (Interno Abbado).
Sin dai tempi dell’Accademia ha intrapreso un sodalizio artistico con l'attore Giandomenico Cupaiuolo, interprete e protagonista di molti suoi lavori, per i quali ha ricevuto diversi riconoscimenti. Per il Teatro Stabile d’Abruzzo ha condotto un laboratorio di recitazione su Troilo e Cressida di Shakespeare, con la rappresentazione finale andata in scena nella zona rossa a L’Aquila. Ha partecipato a “Perdutamente” progetto voluto dal Direttore del Teatro di Roma Gabriele Lavia con Tre Studi su Ivanov di Cechov.
Come primo incontro con il pubblico di Vicenza, Andrea Baracco sarà nella nostra città proprio per presentare il suo film, La logica delle cose. Il film, realizzato da un soggetto di Massio Cappon liberamente tratto dal racconto “Yalda” di K. Rahimi, ha come sceneggiatori Andrea Baracco, Massimo Gaudioso, Vincenzo Manna, Massimo Cappon. Gli interpreti sono Giandomenico Cupaiuolo, Mariagrazia Laurini, Aurora Peres, Lucas Waldem Zanforlini, Gabriele Portoghese, Alessandro Rugnone, Paola Sebastiani, Elsa Bossi e vede l'amichevole partecipazione di Donatella Finocchiaro e Pino Quartull.
Il film è stato è prodotto da Michele e Marco Ambrosino per Dulcinea film in collaborazione con Rai Cinema, realizzato con il sostegno del MIBAC e della Regione Lazio-Fondo regionale per il cinema e l’audiovisivo.
La logica delle coseracconta la storia di un giovane sceneggiatore di successo, entrato in crisi. Un giorno, in maniera del tutto inaspettata, riceve una telefonata in cui gli viene proposto di dirigere un film tratto da un romanzo di una scrittrice iraniana. Guido, questo è il suo nome, dopo varie titubanze, accetta. Condotto sul set si trova ad interagire con personaggi che solo apparentemente sembrano essere molto distanti da lui.
Yalda e Nasim. le due ragazze protagoniste della storia, lo trascinano con garbo all'interno del loro universo familiare ed emotivo, diverso per ambientazione ed estrazione sociale, sullo sfondo dell’Iran repressivo e maschilista.

 

Nella nuova produzione teatrale in scena all’Olimpico “Vita di Edoardo II d’Inghilterra” l’11 e il 12 ottobre, Baracco proporrà invece, riprendendolo dal testo brechtiano, una rappresentazione del "caos morale dei tempi", dei propri tempi, affatto distanti dai nostri, mettendo bene in luce come la tragedia di Edoardo II, non è, o non è soltanto la tragica vicenda di un amore impossibile, quello tra lo stesso Edoardo ed il suo favorito Gaveston, ma una spietata analisi sugli intrighi e sulla dissolutezza della politica e del potere, un mettere in luce le conseguenze di quello che si potrebbe definire un "governo dei sensi" che prende decisamente il sopravvento sul "governo della ragione" e che fa precipitare in un pantano di orrori, violenze, doppi giochi e nefandezze l'intera classe dirigente, intellettuale e politica che con lei trascina, come in un domino inarrestabile e contagioso, l'intera collettività, come bene spiega il regista nelle sue note di regia.

Informazioni e biglietti:

Come per le rappresentazioni teatrali, anche per le proiezioni i biglietti sono in vendita online sul sito del Teatro Comunale www.tcvi.it e in tutte le filiali della Banca Popolare di Vicenza; sono in vendita anche alla biglietteria del Teatro Comunale, in Viale Mazzini 39 (per orari di apertura vedi www.tcvi.it ).

I biglietti per gli spettacoli teatrali saranno in vendita anche alla biglietteria del Teatro Olimpico, in Piazza Matteotti 3, la sera degli spettacoli, dalle ore 19.00 alle 21.00.

Il prezzo dei biglietti è di 28,00 euro (intero), 24,00 euro (ridotto over 60), 18,00 euro (ridotto under 30) per tutti gli spettacoli, mentre per il laboratorio “Vita di Galileo” (4-5/10) è di 22,00 euro (biglietto unico). Sono previste riduzioni per abbonati, studenti e sull’acquisto ei biglietti peri 2 o più spettacoli.

Il prezzo dei biglietti per il film La Logica delle Cose, in programma al Ridotto del Teatro Comunale, è di 8 euro.

 

Per ulteriori informazioni:

infolimpico@tcvi.it - tel.: 0444 327393 - www.tcvi.it/nekrosius

Sede degli spettacoli: Teatro Olimpico: Piazza Matteotti, 3 – Vicenza

Sede delle proiezioni: Teatro Comunale, Viale G. Mazzini 39 – Vicenza

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza