Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

18/07/2013

Ex Q8: tre sentenze del Tar Veneto danno ragione al Comune su tutta la linea

“Si tratta di tre sentenze danno ragione al Comune su tutta la linea. La scelta dell'amministrazione Variati di ferma condanna degli abusi edilizi trova ennesima conferma in questi ultimi pronunciamenti della giustizia amministrativa. Ringrazio il mio predecessore Pierangelo Cangini e gli uffici legale e tecnico per la determinazione e la coerenza con le quali hanno portato avanti le ragioni della legalità. Ora mi aspetto soltanto che i proprietari dell'edificio prendano atto delle decisioni del Tar e procedano all'abbattimento delle parti abusive dell'edificio”. Filippo Zanetti, assessore alla Semplificazione e innovazione con delega all'edilizia privata, esprime grande soddisfazione per la contemporanea pubblicazione di ben tre sentenze del Tar Veneto che respingono in modo molto articolato altrettanti ricorsi proposti dall'immobiliare Le Mura.
Il caso, scoppiato all'inizio dello scorso mandato Variati, è quello dell'edificio ampliato in modo abusivo tra via Ceccarini, via Zambeccari e la rotatoria di Borgo Scroffa, lungo le antiche mura cittadine.
Il Tar ha innanzitutto respinto la richiesta dei proprietari di trasformare in sanzione pecuniaria l'ordine di demolizione delle parti abusive su via Zambeccari, ribadendo la doverosità di tale abbattimento che deriva dall'annullamento del permesso di costruire per contrasto con la normativa urbanistica e non comporta pregiudizio alla struttura preesistente.   
In secondo luogo il tribunale amministrativo ha respinto il ricorso contro la deliberazione della giunta comunale del 20 gennaio 2010 di diniego dell'adozione del piano urbanistico di iniziativa privata proposto dal privato, ribadendo la correttezza della decisione comunale assunta in conformità con la norma regionale.
Infine il Tar ha respinto il ricorso dell'immobiliare Le Mura contro la prima deliberazione del consiglio comunale sul piano casa risalente al 2009: è improcedibile perché non è stata impugnata anche la successiva deliberazione del 2011.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza