Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Sei in: > Area Stampa

14/06/2013

Piano degli interventi: la giunta ha dato stamattina il via a 9 accordi con i privati

Piano degli interventi: la giunta questa mattina ha approvato 9 schemi di convenzione relativi ad altrettanti accordi con privati per l'attuazione di progetti di rilevante interesse pubblico.

Dopo l'accordo già sottoscritto con la Banca Popolare di Vicenza e l'Immobiliare Stampa lo scorso 24 maggio, per l'abbattimento di Casa Busato lungo le mura di viale Mazzini (con la riqualificazione di via Cengio e la trasformazione da pubblico a privato del park Europa), questa mattina è stato sancito a palazzo Trissino il via libera ad altri 9 accordi sulle 14 proposte totali che il consiglio comunale, un anno fa, aveva riconosciuto di interesse pubblico.

Abbiamo dato seguito con celerità agli accordi già pronti – dichiara l'assessore alla progettazione e sostenibilità urbana, Antonio Dalla Pozza - perchè il loro iter si era concluso, e per poter così procedere con la sottoscrizione delle convenzioni con i privati coinvolti. Gli altri quattro accordi sono invece tuttora in fase di perfezionamento: sono più complessi e richiedono quindi più tempo e più documenti, ma contiamo di sottoscrivere anche queste convenzioni entro il termine del 22 giugno, come previsto dalla normativa, cioè entro 90 giorni dall'efficacia del piano degli interventi”.

Nel dettaglio gli accordi riguardano innanzitutto il futuro centro civico da realizzare nell'ex area Domenichelli: in cambio della cessione al Comune di un'area di 2.500 metri quadrati da parte dell'Immobiliare Maddalena, del prolungamento di via Firenze, della sistemazione a spazio pubblico tra i due edifici e di una rotatoria da ricavare all'incrocio tra via Torino e via Firenze, l'Immobiliare realizzerà un edificio da 19.250 metri cubi, con piastra commerciale al piano terra e parcheggi coperti, e gli altri sei piani da destinare a residenze.

Gli altri 8 accordi licenziati questa mattina riguardano Saviabona, dove in cambio della possibilità di costruire appartamenti, negozi e uffici, verranno ceduti al Comune dai privati quasi 100 mila metri quadrati per ricavare una piazza e parcheggi (una parte inoltre sarà destinata al futuro parco Astichello nella zona a nord di viale Cricoli); la maxi area che costeggia i binari della ferrovia a Ca' Balbi, per un beneficio a favore del Comune pari a 224.454 euro (il Comune acquisisce gratis 20 mila metri quadrati da Luciano Tonello in cambio di una rideterminazione della destinazione urbanistica della cubatura dell'area destinata a parcheggio e servizi di supporto della fermata del sistema metropolitano ferroviario regionale); il portale di Vicenza Ovest, con un beneficio per il Comune pari a 220 mila euro per la realizzazione di opere infrastrutturali all'ingresso della zona industriale (la Società Serenissima riqualificherà un'area dismessa di 20 mila metri quadrati a servizio della Fiera, con un complesso d'accoglienza, centri benessere, bar e ristoranti); di nuovo l'ingresso ovest della città, grazie ad un accordo che punta alla riqualificazione della zona (la Tipografia Rumor, oltre a pagare al Comune 60 mila euro, edificherà in cambio un edificio tra via dell'Economia e viale degli Scaligeri a carattere direzionale e ricettivo); via Bedeschi, per un valore a favore del Comune di 197.678 euro (in cambio della possibilità di costruire una bifamiliare o una doppia unifamiliare, i privati realizzeranno una rotatoria fluidificatrice del traffico nel tratto finale di via Bedeschi e cederanno al Comune una porzione di terreno per la realizzazione di una pista ciclopedonale che collegherà la strada con via Cansiglio); Ponte Alto (in cambio della realizzazione di un edificio a destinazione commerciale e direzionale da costruire davanti all'hotel Europa, con parcheggi privati e pubblici, la Noaro Costruzioni realizzerà una maxi rotatoria e uno spartitraffico tra il rondò di viale Fermi e la rotatoria di Ponte Alto); San Felice (la società Ivem realizzerà una rotatoria dal diametro di 30 metri e una viabilità a doppio senso di marcia per una lunghezza di 85 metri in modo da consentire il collegamento tra il quartiere di S. Felice e il futuro centro civico all'ex Domenichelli, in cambio della possibilità di realizzare nell'ex Corte Pellizzari un complesso edilizio di 4 palazzi a carattere residenziale, commerciale e direzionale); e infine Bertesina, dove è prevista una cessione di aree che, su uno spazio di quasi 13 mila metri quadrati, permetterà al Comune di ricavare una piazza, parcheggi pubblici a servizio delle attività sportive parrocchiali e commerciali, e una nuova sede stradale (il Comune cede una fascia di terreno pubblico davanti a Villa Ghislanzoni e consente la trasformazione di un'area di 11 metri quadrati per la realizzazione di un rustico, e poi il privato demolirà il vecchio mulino per costruire edifici a destinazione residenziale, turistica e ricettiva).

I quattro accordi di cui stamattina la giunta non ha approvato lo schema di convenzione, ma la cui perfezione è imminente, riguardano lo storico campo federale, che ritorna al Comune dando il via libera alla società Aton alla realizzazione di tre edifici nell'area accanto al nuovo teatro comunale (Pp6); il piano urbanistico di Monte Asolone; il completamento della grande area verde del parco Astichello; e il piano De Bon nell'area agricola a Bertesinella.

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza