Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

10/06/2013

“VICENZA PRIDE FESTIVAL”: arte, musica e tavole rotonde per combattere la discriminazione

Dall’11 al 15 giugno un programma di spettacoli, concerti, performance, reading, tavole rotonde, momenti conviviali, esposizioni

Una molteplicità di forme espressive per un unico messaggio: il rispetto delle differenze, la parità dei diritti, la lotta contro le discriminazioni: è questo “VICENZA PRIDE FESTIVAL”, l’iniziativa che si svolgerà da domani, 11 giugno, fino al 15 giugno in vari luoghi della città con un programma di arte, musica e tavole rotonde. Un progetto firmato La Piccionaia - I Carrara Teatro Stabile di Innovazione in collaborazione con il Comitato Vicenza Pride, divenuto possibile grazie all’intervento di smart by TRIVELLATO in qualità di main sponsor e con la collaborazione dell’Ufficio Pari Opportunità del Comune di Vicenza, Arteven circuito teatrale regionale veneto e Bar Borsa.

Cinque giorni di attività per una prima edizione che si snoda tra arte visiva, teatro, concerti, performance, video-installazioni, danza, reading, tavole rotonde, happening, esposizioni, dj-set e momenti conviviali, che saranno ospitati principalmente nell’area ex-gil (Teatro Astra e giardino, Polo Giovani B55, Circolo Tennis) e in piazza dei Signori (Loggia del Capitaniato, Bar Borsa).

Tra i protagonisti, artisti come Ennio Marchetto e le Sorelle Marinetti, Marta Cuscunà e Anagoor (due compagnie della crew di Fies Factory dal centro di produzione per le performing art CENTRALE FIES di Dro) e ancora Gaga Symphony Orchestra: tutti nomi impegnati in percorsi che valorizzano la diversità e lavorano per il riconoscimento dei diritti e delle pari opportunità.

Ad aprire il programma, martedì 11 giugno (ore 18) al Polo Giovani B55 l’inaugurazione di “IO SONO DIVERSO”, collettiva d’arte contemporanea a cura di Metamorfosi Gallery che riunisce opere di artisti provenienti da tutta Italia sul tema della diversità. L’esposizione rimarrà aperta fino al 14 luglio e sarà visitabile dal venerdì alla domenica dalle 18 alle 21. Al Teatro Astra (ore 21) spazio alla musica con GAGA SYMPHONY ORCHESTRA, formazione dal repertorio pop e dance (dagli Abba a Lady Gaga) che riunisce un folto gruppo di musicisti sotto il segno della collaborazione e della condivisione delle scelte artistiche. Chiusura di serata sotto la Loggia del Capitaniato in piazza dei Signori (ore 22) con l’ensemble polifonico tutto al femminile CANTAgaia e le sue musiche tradizionali dal mondo, che introdurrà la performance, patrocinata dalla Società Dante Alighieri, dell’attrice vicentina Francesca Sarah Toich (premio “Honorem del Lauro Dantesco” 2005 e 2008) “LA SELVA DIVERSA. LETTURA SUL QUINDICESIMO CANTO DELL’INFERNO DI DANTE” (ore 22.30).

Si aprirà all’insegna dei talenti della scena giovane la giornata di mercoledì 12 giugno, con la performance della formazione vicentina ExVuoto Teatro dal titolo “Toccata e fuga per coniglio solo”, che lega l’immaginario del cartoon al tema dello scorrere del tempo e andrà in scena in piazza dei Signori in tre repliche (ore 14.30, 18 e 19). A seguire, al Polo Giovani B55 (dalle 18 alle 21) sarà possibile visitare le video-installazioni di tre delle più innovative compagnie di ricerca italiane: Anagoor con “Wish me luck”, Fagarazzi & Zuffellato con “Golden Beach” e Matteo Latino con “Infactory Inmotion”, che indagano i temi della violenza, del lusso e della condizione dei trentenni. Le video-istallazioni saranno visitabili anche giovedì 13. Una finestra sull’arte di scrivere si aprirà invece nel giardino del Bar del Tennis dove avrà luogo la premiazione del concorso letterario “Di/versi”, nato dalla collaborazione tra il Comitato Vicenza Pride e AGEDO per dare voce ai temi cari alla comunità LGBT, in particolare quelli della diversità come ricchezza e del superamento della discriminazione sulla base del genere e dell’orientamento sessuale (ore 18).
A seguire, nello stesso luogo, si esibiranno i Tetrachord, ensemble di quattro violoncelli e voce per un repertorio che mescola in modo insolito ed accattivante swing, jazz e musica classica (ore 19.30).
Infine il giardino del Teatro Astra ospiterà il trasformista bolognese Ennio Marchetto con “A qualcuno piace carta 2013”, nuova versione dello spettacolo apprezzato in tutto il mondo che presenta una carrellata di gesti, tic ed immagini dalle icone del cinema e della musica internazionale (ore 21).

Vedrà alternarsi i giovani talenti della nuova scena performativa la giornata di giovedì 13 giugno. Al Teatro Astra sarà di scena la danza, con la performance “Dolly” di Giorgia Nardin sul tema dell’omologazione del corpo femminile e dei meccanismi di seduzione (ore 21) e a seguire la performance vincitrice del Premio del Pubblico e della Giuria Gd’A Veneto 2011 “Viola” di Marco D’Agostin, che indaga la transizione, la violenza, il suo porsi e le sue conseguenze.
Nel giardino del Teatro Astra, invece, Marta Cuscunà porterà in scena un “Resistenze”, reading tratto dal libro “Io sono l’ultimo. Lettere di partigiani italiani” curato da Giacomo Papi, un racconto corale sul fascismo, la libertà, la democrazia (ore 21.30) e, infine, si esibirà Sarah Schuster, la band vincitrice del concorso curato dall’associazione Questa non è Arte  “L’innoceronte – un inno per il Vicenza Pride 2013”, con i suoi registri blues e folk intrecciati con arrangiamenti post rock e indie (ore 22.30).

Sarà invece dedicata all’approfondimento la giornata di venerdì 14 giugno, con due tavole rotonde promosse dal Comitato Vicenza Pride, entrambe al Polo Giovani B55. Alle ore 15 si terrà l’incontro sul tema dell’omogenitorialità “È l’amore che crea una famiglia”, a cura di Famiglie Arcobaleno, rete genitori Rainbow e Agedo, mentre alle 18 si parlerà di teorie lgbt e queer durante l’incontro “Il progetto critico degli studi lgbt e queer. Sovvenzioni identitarie e politicizzazione della sessualità”.
Ancora un appuntamento musicale al Bar Borsa (ore 18.30) con un aperitivo dj-set a base di ambient minimal curato da DjB, artista noto nel circuito dei più importanti locali di musica alternativa del Veneto.
E per concludere, in prima serata nel giardino del Teatro Astra (ore 21) andranno in scena le Sorelle Marinetti con “Non ce ne importa niente”, una piéce di teatro musicale per un viaggio temporale a ritroso negli anni Trenta ad opera di un trio di “ragazze” davvero particolari.

Gran finale sabato 15 giugno con l’evento di chiusura del festival, “Vicenza PRIDE Party”, ospitato dalla discoteca T-Gallery (dalle 23.20) con i dj DjB, Emy e la partecipazione speciale di Dj Boris (Berghain Resident, Ostgut Ton, Berlin)

“Vicenza Pride Festival” accompagnerà le giornate precedenti il “Vi.Pride”, la manifestazione regionale per i diritti e la visibilità di gay, bisessuali, transgender, intersessuali e queer organizzata dal Comitato Vicenza Pride, che si svolgerà sabato 15 giugno e alla quale aderiranno più di 30 associazioni venete.

“Per questa prima edizione abbiamo pensato ad un programma adatto a tutti – commenta Sergio Meggiolan, curatore artistico de La Piccionaia I Carrara Teatro Stabile di Innovazione -. Il cartellone del festival si articola su vari livelli e mescola più generi, dal teatro musicale all'impegno civile, dalla ricerca dei nuovi linguaggi a contenuti assolutamente Pop. Il nostro obbiettivo è quello di costruire un dialogo in città che non sia monodirezionale, ma che sia quanto più aperto possibile per poter accogliere tutte le diversità che compongono la nostra società”.

“Un risultato possibile grazie ad un lungo lavoro di rete condotto con più di trenta associazioni di tutta la Regione sensibili alle tematica, da gennaio ad oggi più di cento sono stati gli appuntamenti promossi dal comitato Vicenza Pride in tutto il Veneto – aggiunge Marco Pino, presidente del Comitato Vicenza Pride -. Ci diciamo più che soddisfatti del risultato, l'invito è a partecipare agli appuntamenti del festival e di scendere in piazza sabato 15 giugno per il primo Gay Pride Veneto organizzato a Vicenza, un'esperienza che lascerà sicuramente il segno e che renderà la nostra città  più sensibile rispetto alle tematiche della diversità”.

I biglietti per assistere al concerto di Gaga Symphony Orchestra costano 9 euro, queli per Ennio Marchetto e Le Sorelle Marinetti 10 euro.
Per assistere alle performance di Giorgia Nardin, Marco D’Agostin, Marta Cuscunà e Sarah Schuster sarà possibile acquistare un biglietto cumulativo di 6 euro, mentre per il solo concerto di Sarah Schuster il biglietto è di 3 euro.
È possibile anche abbonarsi a tutti gli eventi in programmazione al costo di 30 euro.

Tutti gli altri eventi sono ad ingresso libero. I biglietti possono essere acquistati in prevendita presso l’Ufficio del Teatro Astra oppure sul sito www.vicenzapridefestival.it e www.teatroastra.it (circuito Greenticket) con carta di credito.

In occasione degli eventi presso Teatro Astra, giardino Teatro Astra e Polo Giovani B55 sarà attivo il Bar del Tennis (entrata dal giardino Teatro Astra).
In occasione degli eventi presso Teatro Astra e giardino sarà disponibile gratuitamente per il pubblico il parcheggio del Circolo Tennis (entrata da Contrà della Piarda). I posti sono limitati, si consiglia di arrivare con anticipo.


Info e prevendite
Ufficio Teatro Astra
Stradella Barche 5
0444 323725
www.vicenzapridefestival.it
info@vicenzapridefestival.it

Documenti allegati

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza