Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Sei in: > Area Stampa

24/05/2013

Casa Busato lungo le mura di v. Mazzini abbattuta tra qualche settimana da Banca Popolare

L'operazione rientra nell'accordo del piano degli interventi che riqualifica via Cengio e trasforma in totalmente privato il park Europa

Le mura di viale Mazzini saranno liberate entro qualche settimana da casa Busato, l'edificio che all'angolo con via Bonollo oscura da decenni il prezioso manufatto. Se ne occuperà la Banca Popolare nell'ambito dell'accordo stipulato con il Comune di Vicenza e già recepito nel primo piano degli interventi della città.
Questa mattina Comune di Vicenza, società Banca Popolare di Vicenza e società Immobiliare Stampa di Vicenza hanno firmato la convenzione che dà il via libera all'operazione che comprende anche il cambio di destinazione a parcheggio totalmente privato del “Parking Europa”, di proprietà della banca, e la riqualificazione di via Cengio.
Nel dettaglio, i termini della convenzione prevedono che la demolizione di casa Busato sia a cura e spese della banca che l'aveva acquistata alla fine del 2006 per 1 milione e 100 mila euro e che ha già ottenuto il nulla osta della Soprintendenza e presentato la richiesta all'edilizia privata. Completati i lavori di abbattimento e di sistemazione, la banca cede gratuitamente l'area di 576 metri quadrati al Comune di Vicenza che la destina a verde pubblico.
Contestualmente il parking Europa, di cui è proprietaria la società Immobiliare Stampa del Gruppo Banca Popolare di Vicenza, da parcheggio misto pubblico – privato, oggi inutilizzato, diventa totalmente privato grazie al recupero dei corrispettivi posti a standard stabilito dal piano degli interventi in zone limitrofe. Una volta ristrutturato dentro e fuori, il park Europa ospiterà circa 400 auto dei dipendenti dell'istituto di credito, oggi parcheggiate in strada: un'operazione positiva non solo per la banca, ma per l'intera città, perché recupera un immobile ormai degradato e risolve un problema di sosta in una zona particolarmente congestionata, anche in vista degli interventi di bonifica a rotazione che saranno programmati a breve nelle aree ex industriali attorno al teatro.
Infine, con un assegno di 100 mila euro consegnato quest'oggi al Comune, Banca Popolare contribuisce alla riqualificazione di via Cengio, parte della nuova spina ovest della città dove sarà realizzato, come previsto dal Pat, un sistema integrato per la mobilità pedonale, ciclabile, carraia e per la sosta a rotazione, con adeguato inserimento di verde urbano.
La convenzione, che sancisce la conclusione di un lungo percorso tecnico e amministrativo, oggi è stata firmata per il Comune di Vicenza dal direttore generale Antonio Bortoli, per Banca Popolare di Vicenza dal presidente Gianni Zonin e per Immobiliare Stampa dal presidente Sergio Brunetti, alla presenza dell'assessore alla progettazione e innovazione del territorio che, a nome dell'amministrazione, ha ringraziato l'istituto di credito per aver creduto nell'operazione.
Il presidente Zonin, a sua volta, ha ringraziato l'amministrazione comunale e in particolare il sindaco per averlo convinto della bontà di un intervento che, valorizzando le mura storiche, restituisce loro la dignità dovuta a una vera città d'arte.

Galleria fotografica

La firma della convenzione La firma della convenzione La firma della convenzione La firma della convenzione La firma della convenzione

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza