Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Sei in: > Area Stampa

27/12/2012

Bosco del Quarelo, un’alternativa al giro del lago di Fimon a due passi dalla città

Il Bosco del Quarelo, raggiungibile da viale Sant’Agostino lungo via Ponte del Quarelo, è stato riqualificato. Grazie a circa 40 mila euro provenienti dal tesoretto autostradale l’assessorato al verde urbano ha completamente risistemato l’area verde di 91 mila 800 metri quadri che si estende verso l’autostrada tra i corsi d’acqua Cordano e Selmo.

Questa mattina l’assessore Antonio Dalla Pozza ha eseguito un sopralluogo nella zona che ora si presenta come una vera e propria oasi dove passeggiare o andare a correre, lasciando l’auto o la bicicletta nel parcheggio illuminato e attrezzato con rastrelliere, panchine in legno e una tabella didattica con la mappa del luogo e le specie arboree presenti, e inoltrandosi nei percorsi battuti che costeggiano il bosco e raggiungono un piccolo laghetto.

Gli alberi di questo bosco di pianura – ha ricordato Dalla Pozza – sono stati messi a dimora dalla precedente amministrazione nel 2007 grazie a fondi regionali. Il nostro intervento valorizza quella scelta offrendo agli amanti delle passeggiate, del jogging e più in generale della natura un circuito di un paio di chilometri a due passi dalla città. Da questa suggestiva area verde, inoltre, parte un percorso ben più ampio che, sviluppandosi verso Gogna, consente di raggiunge la passerella e il parco del Retrone lungo un tragitto di quasi 7 chilometri. Un’alternativa di tutto rispetto al tradizionale giro del lago di Fimon, destinata ad allungarsi ulteriormente perché si tratta dell’area ovest del corridoio ecologico che, scavallando Monte Berico, consentirà presto di arrivare a piedi attraverso stradine di campagna e sentieri di collina fino alla Valletta del Silenzio”.

Questa mattina al sopralluogo era presente anche Elisabetta Tescari, presidente dell’ordine degli agronomi forestali che nel 2007 ha curato il progetto del bosco planiziale e che oggi ha sottolineato come il Bosco del Quarelo si presti ad avere anche una funzione didattica, considerata la vicinanza con le scuole della città.

Il prossimo step per l’amministrazione comunale sarà individuare un’associazione per la gestione dell’area dove non è raro avvistare rapaci, aironi, numerosi caprioli e pesci di numerose specie che popolano i corsi d’acqua che l’attraversano.

Documenti allegati

Galleria fotografica

Dalla Pozza al Bosco del Quarelo Dalla Pozza al Bosco del Quarelo Bacheca Bosco del Quarelo

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza