Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

11/12/2012

“Pop Toys” a Casa Cogollo dal 14 dicembre, una curiosa esposizione di giocattoli vintage

Indiani sul piede di guerra e impavidi cowboys, astronauti, automi e robot futuristici, provenienti da una preziosa e singolare collezione privata

Indiani sul piede di guerra e impavidi cowboys, astronauti pronti al volo nello spazio, spietate spie russe e belle detective ammaliatrici, automi e robot futuristici, persino Topo Gigio sulla sua automobilina: sono solo alcuni dei Pop Toys vintage e colorati provenienti da una preziosa e singolare collezione privata che saranno esposti a Casa Cogollo detta del Palladio (corso Palladio 165).
L'esposizione, dedicata a tre lustri di sogno “pop” raccontati attraverso i giocattoli collezionati dai fratelli Carloalberto e Piergiorgio Piccoli, curatori insieme a Stefania Portinari, organizzata dall'assessorato alla cultura del Comune e realizzata grazie al sostegno di Gruppo Gemmo e De Bernardini Giocattoli Vicenza, sarà inaugurata venerdì 14 dicembre alle 18 al Bar Borsa, al piano terra della Basilica Palladiana (piazza dei Signori, 26). Sarà poi possibile visitare l'esposizione.
La mostra, ad ingresso libero, rimarrà aperta fino al 27 gennaio 2013 dal martedì alla domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19 (chiuso lunedì, 25 dicembre e 1 gennaio).
Giocattoli di latta, in plastica, robot e piccoli mondi da scoprire, per ritrovare il lato bambino che c’è in noi ma anche per scoprire un collezionismo speciale e agguerrito, che va a caccia di pezzi d’antan per riportarci alla memoria differenti tipologie di produzione e ricordarci di come un tempo erano differenti anche i bambini – commenta l’assessore alla cultura Francesca Lazzari”.
Una collezione sorprendente che abbraccia un arco temporale circoscritto, dal 1956 al 1974, raccogliendo oggetti che hanno popolato i sogni di tutte le generazioni del Baby-boom, quando ci si smarriva in fantasiosi viaggi siderali accompagnati dalle canzoni dei Beatles e ci si immaginava di girare il mondo soltanto sdraiandosi sulle carte geografiche, vestiti di frange e con l’immancabile cinturone da cowboy.
Sarà quindi il Capo Cherokee o la spia dalla doppia faccia, la principessa Wildflower o Johnny Apollo a prenderci per mano e a riportarci indietro nel tempo? Su quale mezzo spaziale saliremo per esplorare altri mondi e incontrare straordinarie creature meccaniche? Non ci resta che scoprirlo entrando a Casa Cogollo, trasformata per l’occasione in una casa magica in cui abitano l’entusiasmo e la voglia di giocare, un luogo nel quale i bambini potranno capire con gioia e stupore con quali fantastici eroi giocavano i loro papà e le loro mamme, mentre questi ultimi potranno riscoprire qual è stato il seme creativo che ha condotto il mondo dei giocattoli verso la tecnologia in cui si muovono con disinvoltura i loro figli al giorno d’oggi. Un piccolo gioiello, nel cuore della città, per stimolare la memoria storica e la curiosità di più generazioni, perché, come scriveva Antoine De Saint-Exupéry, “Tutti i grandi sono stati bambini una volta. Ma pochi di essi se ne ricordano”.
In occasione della mostra viene edito l’undicesimo volume della collana “Display. Quaderni di design”.
Per informazioni: 0444222122, 0444321354, uffmostre@comune.vicenza.it

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza