Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Sei in: > Area Stampa

13/08/2012

Opera Pia Cordellina, nuovo cda: Variati, “Fusione con le altre Ipab per l'infanzia"

Nuove nomine comunali anche all’Opera Pia Ospizi Marini e alla Colonia Alpina Umberto I

Opera Pia Cordellina: il sindaco ha nominato il nuovo cda. “Procedo solo ora a queste nomine – spiega Variati – non per le polemiche, che mi interessano poco, ma per un motivo ben preciso: dovevo avere prima delle risposte rispetto alla possibilità di riorganizzare le Ipab dedicate all’infanzia, risposte che sono arrivate proprio nelle scorse settimane”.
Il progetto che ha in mente il sindaco prevede la creazione di un’unica Ipab per aiutare l’infanzia in difficoltà. Il nuovo consiglio di amministrazione dell’Opera Pia Cordellina se ne occuperà in collaborazione con l’Ambulatorio Pediatrico Principe di Piemonte, la Colonia Alpina Umberto I e l’Opera Pia Ospizi Marini e con altre Ipab, con l’obiettivo di proporre entro pochi mesi al consiglio comunale e, successivamente, alla Regione, la fusione delle diverse realtà in un’unica Ipab.
“Non aveva senso – spiega il sindaco –  fare nuove nomine che procedessero nell’ordinaria amministrazione, perché queste Ipab dedicate ai minori hanno bisogno di altro. Nel passato ognuna di esse aveva una specifica funzione nell’aiuto verso i minori in condizioni economiche disagiate, una funzione garantita dalle generose donazioni dei benefattori. Oggi, però, tutto è cambiato: molti di questi enti hanno un patrimonio immobiliare anche importante, ma scarsa attività. Da qui la necessità di fonderli in un’unica Ipab che si occupi di infanzia disagiata con maggiore forza, sia economica sia organizzativa”.
In questa direzione, in questi mesi, ha operato il presidente dell’Ambulatorio Pediatrico Principe di Piemonte Virgilio Boscardin, scelto da Variati dopo la vergognosa fuga con la cassa dell’ente del presidente nominato dalla precedente amministrazione, Sergio Fratantoni. Anche i segretari delle altre Ipab hanno condiviso l’opportunità di uno statuto comune per il quale sono già stati presi contatti anche con la Regione.
Per l’Opera Pia Cordellina lavoreranno a questo obiettivo Mario Zocche, indicato dal sindaco per la presidenza, amministratore di lunga esperienza (è stato consigliere comunale e assessore), molto attivo nel volontariato sociale, attualmente membro del nuovo consiglio di amministrazione dell’Ambulatorio Pediatrico Principe di Piemonte, l’avvocato Ida Grimaldi, 44 anni, esperta in diritto di famiglia, delegato alla Cassa Nazionale Forense, già presidente di Aiga – associazione italiana giovani avvocati – sezione Vicenza,  l’avvocato Erika Gaigher, 39 anni, civilista esperta di diritto minorile e lo studente universitario Stefano Poggi, 22 anni, che ha fatto parte di Vilab per conto del partito democratico. Un quinto membro del consiglio dovrà essere nominato dal vescovo.
Contestualmente, affidando loro la medesima mission, il sindaco ha nominato anche la consigliere comunale con delega alle pari opportunità Cristina Balbi nel consiglio direttivo dell’Opera Pia Ospizi Marini e Nicola Zamperetti nel cda della Colonia Alpina Umberto I, completando così le nomine di competenza comunale relative alle Ipab che si occupano dell’aiuto ai bambini disagiati.
“Mi auguro – conclude il sindaco - che con questa squadra di esperti possiamo arrivare, entro la fine del mio mandato, alla definizione di uno statuto condiviso. Spero che anche la Regione legiferi al riordino complessivo delIe Ipab che darebbe nuova efficacia a questi benemeriti enti, così come promesso da anni”.
Quanto al caso del dipendente comunale, segretario dell’Opera Pia senza nullaosta del Comune, Variati precisa: “Per quello che ha fatto Diego Fontana ha già ricevuto la sospensione non retribuita dal lavoro per 8 giorni. La commissione disciplinare, inoltre, ha stabilito il recupero delle somme che il dipendente ha percepito dall’Opera Pia e che, come prevede la legge, saranno destinate al fondo produttività dei dipendenti comunali. Mi chiedo, però, dove fosse la consigliera Patrizia Barbieri, che oggi s’indigna, quando il consiglio di amministrazione dell’Opera Pia confermò a Fontana l’incarico? Quanto al protrarsi della nomina della consigliera, se l’incarico le stava tanto stretto, perché non si è dimessa autonomamente? Da parte mia, ad ogni modo, ritengo che il passato consiglio di amministrazione nominato dal sindaco Hullweck sia fatto di persone perbene: se hanno fatto un errore amministrativo se ne assumeranno le responsabilità”.
Il sindaco, infine, commenta le parole dell’ex pd Luciano Parolin: “Quando ho letto le sue dichiarazioni sulla stampa ho pensato di aver fatto proprio bene a non nominarlo: è davvero lontanissimo dal mio stile il modo di far politica di chi se ne va da un partito perché non riceve una poltrona”.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza