Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

13/07/2012

Inaugurazione del nuovo Centro Servizi Ipab di Monte Crocetta

Il sindaco Variati: “L’unione delle forze ha consentito il raggiungimento di questo importante obiettivo."

Il sindaco Achille Variati è intervenuto oggi all’inaugurazione del Centro Servizi Ipab di Monte Crocetta.
“Con grande soddisfazione siamo qui oggi per annunciare l’apertura del Centro Servizi Ipab di Monte Crocetta – esordisce il sindaco Achille Variati dopo l’intervento del presidente dell’Ipab Giovanni Rolando che ha ricordato che il trasferimento degli anziani avverrà a fine agosto per evitare eccessive sofferenze in questo periodo di gran caldo -. Ringrazio il consiglio di amministrazione in carica per l’impegno profuso nel raggiungimento di questo importante obiettivo e anche per il loro modo di lavorare molto unito, senza polemiche, affrontando i numerosi problemi giorno per giorno. Un saluto va anche a chi ha accompagnato negli anni la realizzazione di quest’opera, all’ex presidente dell’Ipab Gerardo Meridio, al suo consiglio di amministrazione e al commissario straordinario Tiziano Zenere che ha avuto un ruolo importate quando abbiamo deciso, insieme a Meridio, di aumentare i posti letto dai 48 previsti agli attuali 100 per un più idoneo bilancio della struttura. Un ringraziamento, a nome mio e di tutta la città, a tutto il personale, sempre pronto a donare un sorriso insieme all’impegno costante profuso con professionalità nell’assistenza degli anziani ospiti. Un grazie va anche alla comunità religiosa che da anni è presente nelle sedi dell’Ipab. Questa nuova struttura – prosegue Variati -,  e le altre residenze dell’Ipab sono un anello della catena. E’ importante fare in modo che l’anziano che vive in casa, primo anello della catena, possa rimanere nella sua abitazione il più possibile e per questo è determinante lo sviluppo dell’assistenza domiciliare. Ed è proprio in questa ambito che sono impegnati centinaia di volontari, aiuto  fondamentale e forza straordinaria della nostra comunità. La nostra amministrazione, grazie anche al sostegno del Consiglio comunale, pur in un momento di crisi come quello che stiamo attraversando, ha  investito una somma superiore rispetto agli anni precedenti per sostenere il servizio di domiciliarità. E con opere come quella che inauguriamo oggi andiamo invece a sostenere i successivi anelli della catena, i centri diurni e le residenze.

L’accordo di programma tra Comune, Ipab, Regione – “per la programmazione dei centri servizio residenziali per anziani non autosufficienti e per la qualificazione dei servizi semi-residenziali per anziani non autosufficienti” – non dovrà essere fermato con il succedersi di nuovi amministratori a capo degli enti coinvolti, perché la città ha bisogno di queste nuove strutture moderne. Purtroppo non vedo buone prospettive sul fronte nazionale che inevitabilmente si ripercuotono sul fronte regionale. Basti pensare che lo stanziamento del Governo a favore del fondo sociale, dal milione e 200 milioni di euro del 2008 si è ridotto agli odierni 200 milioni euro. L’assistenza verso il corpo sociale più debole in una comunità di democrazia ed equità non può e non deve essere negata. Non confondiamo la lotta giusta contro gli sprechi e il necessario dimagrimento della pubblica amministrazione con la riduzione degli investimenti per l’assistenza a chi ha bisogno. Molte famiglie non riescono a far fronte a cronicità determinate dall’allungamento della vita e quindi alla necessaria assistenza delle persone più anziane. Pertanto strutture come quella di Monte Crocetta devono venire prima di tante altre questioni, perché fungono da sostengo per le famiglie.

Quindi, noi andremo avanti con l’accordo di programma e in tal senso sappiamo di avere accanto a noi anche le istituzioni, dalle quali pretenderemo che non facciano pericolose confusioni sulle priorità, e l’indispensabile  sostengo della  Fonazione Fondazione Cassa di Risparmio di Verona Vicenza Belluno e Ancona, sempre pronta a sostenere economicamente opere sociali.”

 

 

 

 

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza