Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

24/04/2012

“Sotto torchio: le carte di Dire Poesia”: le parole dei poeti dal 2009 a oggi attraverso i torchi di Giovanni Turria

Da venerdì 27 aprile in mostra a Casa Cogollo

Dalla poesia ad alta voce, momento d’incontro tra il pubblico e gli autori, alla parola impressa con il torchio, oggetto prezioso da conservare: inaugura venerdì 27 aprile alle ore 19.30 “Sotto torchio: le carte di Dire Poesia”, la mostra che raccoglie a Casa Cogollo tutte le plaquettes stampate per la rassegna promossa dal Comune di Vicenza e Intesa Sanpaolo e curata da Stefano Strazzabosco in quattro anni di incontri, dal 2009 a oggi.
L’inaugurazione è programmata al termine dell’incontro con il poeta statunitense Paul Polansky, che si terrà in Sala degli Stucchi a Palazzo Trissino alle ore 18. L’esposizione propone una collezione di plaquettes contenenti i versi autografi e inediti donati da ciascun poeta in occasione degli eventi, edite da Giovanni Turria dell’Officina arte contemporanea con i dettami della tipografia d’un tempo in un numero limitato di copie su carte pregiate e d’antan (alcune persino degli anni ’20-’30), che rappresentano piccole opere d’autore “nate per lasciare memoria di quanto di più volatile esista: le parole della poesia”, come affermano gli organizzatori della rassegna. In mostra saranno anche alcuni originali delle locandine, prodotte con grandi caratteri di legno, e le dediche lasciate dai poeti alla città di Vicenza. “Questo insieme di testi - spiega l’artista titolare della cattedra di Grafica d’Arte Tecniche dell’Incisione all’Accademia di Belle Arti di Urbino - testimonia il complesso e liturgico processo della stampa, capace di dare tridimensionalità al carattere, coinvolgendo in una esperienza sensoriale non solo la vista ma anche il tatto”.
Ma la “poesia attraverso il torchio” viene preparata anche in un formato speciale in occasione di tutti gli appuntamenti di Dire poesia: un cartiglio contenente brevi frammenti poetici dell’autore ospite della giornata viene infatti servito da numerosi bar e locali del centro per gustare un caffè “poeticamente corretto” e offrire in anteprima un frammento della poesia inedita che viene poi donata in versione integrale al pubblico presente agli incontri. “Si tratta di un ‘regalo di benvenuto’ speciale che vogliamo offrire a tutti i cittadini e che impreziosisce il progetto Dire poesia sin dal suo esordio – sottolinea l’assessore alla Cultura Francesca Lazzari -. La rassegna mira infatti a far sì che la poesia, da fatto privato, assuma una dimensione il più possibile collettiva, e che la sua eco, dai luoghi d’arte di Vicenza, si diffonda in uno spazio il più possibile esteso, così da coinvolgere l’intera città e pubblici allargati e differenziati. Da qui anche l’idea di una mostra che raccogliesse il frutto prezioso di una manifestazione sempre più apprezzata dai vicentini e dal pubblico di appassionati proveniente dalla provincia e oltre”.
In occasione dell’inaugurazione della mostra a Casa Cogollo sarà anche possibile ricevere un omaggio di benvenuto: a chi lo vorrà, sarà regalato un segnalibro realizzato “in tempo reale” con una piccola e antica pedalina tipografica “Boston”, che darà modo al visitatore di capire come vengono prodotte le plaquettes e quali erano le metodologie dei processi tipografici d’un tempo.
La mostra sarà visitabile da sabato 28 aprile a domenica 10 giugno e resterà aperta dal martedì alla domenica con orario 10.30 – 13.00 e 15.00 – 19.00. L’ingresso è libero.
Dire poesia, che si svolgerà nei luoghi d’arte della città, propone un percorso di tre mesi attraverso le voci della poesia contemporanea internazionale, per affidare alla parola lirica un racconto e una testimonianza sulla storia attuale. I prossimi protagonisti: Natalia Molebatsi, Manuel Alegre, Abdulah Sidran, Jesús Urzagasti, Anna Maria Farabbi, Cristina Alziati e Andrea Longega. 
La rassegna Dire poesia è un progetto del Comune di Vicenza - Assessorato alla Cultura e Intesa Sanpaolo, in collaborazione con il Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e con l’Officina arte contemporanea di Vicenza, per la cura di Stefano Strazzabosco.
L’ingresso a tutti gli appuntamenti di Dire poesia è libero.

Informazioni:
Assessorato alla cultura del Comune di Vicenza tel. 0444 222101
Gallerie d’Italia, Palazzo Leoni Montanari tel. 800.578875
Blog > http://direpoesia.wordpress.com/
www.comune.vicenza.it
www.palazzomontanari.com

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza