Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Sei in: > Area Stampa

17/04/2012

Spazio Bixio: domenica 22 aprile “Gli ebrei sono matti” fra comicità e riflessione

Nella sala off prosegue la rassegna “Teatro Elemento”. Protagonista la compagnia Teatro Forsennato di Roma

Prende spunto da un fatto realmente accaduto “Gli ebrei sono matti”, lo spettacolo che la corrente domenica 22 aprile alle 21, allo Spazio Bixio di Via Mameli, viene ad arricchire la sesta edizione di Teatro Elemento, rassegna promossa dal Comune di Vicenza - assessorato alla Cultura, con la direzione artistica e organizzativa di Theama Teatro, il patrocinio dell'amministrazione provinciale e la collaborazione di Igvi Industrie Grafiche Vicentine spa, TvA Vicenza e Biblioteca Civica Bertoliana. Sul palco la compagnia Teatro Forsennato di Roma, che con questo allestimento - ideato e diretto da Dario Aggioli - ha vinto numerosi riconoscimenti, tra i quali il Premio Giovani realtà del teatro 2011.

Il “fatto” ci riporta alla seconda guerra mondiale e alla follia antisemita che attraversò anche l'Italia fascista. In quegli anni, appunto, nella casa di cura per malattie mentali “Villa Turina Amione”, l’allora direttore Carlo Angela, padre del noto giornalista e presentatore televisivo, offrì rifugio a numerosi antifascisti ed ebrei, confondendoli con i degenti. Ecco allora, nello spettacolo di Teatro Forsennato, il vero matto Enrico, torinese, fascista convinto e appassionato ascoltatore dei discorsi del Duce, divenire l'inconsapevole “insegnante di pazzia” del falso matto Ferruccio, ebreo romano in fuga, ricoverato sotto il falso nome di Angelo. Il rapporto tra i due si trasforma così nella cornice comica di una realtà tragica come quella delle leggi razziali, in un sapiente intreccio di leggerezza e riflessione.

Sul palco lo stesso Aggioli e Angelo Tantillo. Voci registrate di Stefania Papirio e Marco Fumarola. Costumi e scene di Arianna Pioppi e Medea Labate. Una curiosità: le maschere utilizzate per raccontare la patologia di Enrico, un tipo di demenza romanzata con tratti autistici, sono state realizzate in gioventù da Julie Taymor, regista statunitense nota per film di ispirazione shakespeariana come “Titus” e “The tempest” e per il biografico ”Frida”, dedicato alla pittrice messicana Frida Kahlo.

Nato spontaneamente a Roma nel 1999, Teatro Forsennato si è costituito come associazione nel 2004. Al centro del suo percorso - aperto ai più diversi linguaggi teatrali e alla contaminazione fra espressioni artistiche - l’improvvisazione su canovaccio e il considerare lo spettatore come parte integrante dello spettacolo.

Ingresso 10 euro (8 i ridotti). Consigliata la prenotazione.
Per info e prenotazioni, Theama Teatro (info@theama.it e 0444 322525, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18; 345 7342025  tutti i giorni dalle 10 alle 18; www.theama.it; www.spaziobixio.com).

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza