Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Sei in: > Area Stampa

18/01/2012

Via dello Stadio, una grande rotatoria ellittica da realizzare entro il 2012 smisterà tutto il traffico della parte est della città

Quando quest’estate verrà inaugurato, il nuovo tribunale di Borgo Berga potrà contare su un nodo viario potenziato rispetto alle iniziali previsioni. Stamane il sindaco Achille Variati, l’assessore ai lavori pubblici Ennio Tosetto e il consigliere delegato alla mobilità Claudio Cicero, assieme al dirigente del settore mobilità Carlo Andriolo, hanno illustrato il nuovo assetto viabilistico ideato dagli uffici tecnici comunali per decongestionare il nodo, dare servizio al tribunale e sfruttare nel contempo la nuova viabilità per collegare il previsto prolungamento di via Martiri della Foibe con il centro della città e la periferia.

Il vecchio progetto che interessava via dello Stadio, in effetti, non garantiva in maniera diretta tutti gli scambi viari; in particolare il collegamento tra il sottopasso e la nuova viabilità del tribunale, che avrebbe anzi comportato l’inversione di marcia all’altezza della rotatoria da realizzare più a sud, all’incrocio tra via dello Stadio e il prolungamento di via Martiri delle Foibe. 

Di qui la soluzione scaturita in fase di redazione del Piano urbano della mobilità (Pum): realizzare una grande rotatoria ellittica su via dello Stadio, dove concentrare tutte le manovre possibili, grazie al collegamento diretto di tutte le direttrici viarie dell’area, quella minore di via Zanecchin e le tre principali, ovvero via dello Stadio attraverso un collegamento con il sottopasso, la viabilità del nuovo tribunale con una rampa in discesa dopo il ponte sul Bacchiglione (già realizzato da Sviluppo Cotorossi), e via dello Stadio, che a regime risulterà caricata dal traffico derivante dal prolungamento di via Martiri delle Foibe. 

“Per funzionare al meglio, però – ha spiegato Tosetto -, il cuore del nuovo disegno viario, avrà bisogno di due “bretelline” con funzione di scarico di quei flussi di traffico che possono bypassare la rotatoria allungata. È quindi prevista la realizzazione di un sottopasso che, quasi in continuità con quello esistente e posto sotto alla rampa che collega il ponte sul fiume e la rotatoria, darà continuità di flusso a chi arriva dallo stadio ed è diretto verso la Riviera Berica. L’altra bretella, monodirezionale, porterà invece verso via dello Stadio il traffico in uscita dal tribunale e si aggancerà al ponte sul Bacchiglione”.

“Il nodo – ha spiegato Andriolo -, che già oggi, con l’attivazione di questa nuova viabilità, sarebbe sottoposto a circa 2500 veicoli nell’ora di punta, con la previsione del completamento di via Martiri delle Foibe e con l’obiettivo di alleggerire viale Margherita deviando alcuni flussi su via dello Stadio e sulla viabilità del nuovo tribunale, si troverà a smistare circa 3000-3200 veicoli nell’ora di massimo carico. È evidente quindi che è solo apparente la ridondanza di collegamenti contenuti in questo nuovo progetto, perché il nodo è strategico non solo per il nuovo tribunale, ma per tutta la viabilità cittadina della parte est della città. Basti pensare che in caso di manutenzione stradale o di incidenti, tale soluzione consentirà percorsi alternativi”.  

Il nuovo progetto regge bene anche dal punto di vista della ciclabilità: è infatti previsto un percorso protetto che parte dal ponte e scende fino ad affiancarsi alla corsia stradale da realizzare in sottopasso, così da poter raggiungere i proseguimenti ciclabili verso nord e verso via Martiri delle Foibe, nonché l’attraversamento stradale a servizio del parcheggio che verrà ricavato all’interno della grande rotatoria.

“L’obiettivo dell’amministrazione è realizzare l’intera opera entro il 2012 – ha dichiarato Cicero -, ma già per l’inaugurazione del nuovo tribunale contiamo di aver completato il sottopasso, in modo poi da poterci costruire sopra la bretella in uscita dal tribunale verso via dello Stadio e, in un secondo momento, quella che collega il tribunale e la rotatoria”.

“L’opera servirà anche per alleggerire viale Margherita – ha aggiunto il sindaco -, dove vorremmo investire per aumentare la velocità media del trasporto pubblico, con corsie preferenziali: tutto inutile però se non si devia il trasporto privato diretto a piazzale Fraccon su via dello Stadio e, quindi, sulla nuova viabilità del tribunale”.

Già stanziati in ambito di global service i 2.190.000 euro necessari per la realizzazione del progetto, parcheggi compresi: circa 300 posti da ricavare all’interno della rotatoria e nelle due aree che si verranno a creare fra le tre maggiori direttrici che confluiranno nella rotatoria.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza