Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

30/12/2011

Anagrafe e stato civile, dall’1 gennaio rilascio di certificati solo da esibire a privati. Tra pubbliche amministrazioni è obbligatorio l’uso dell’autocertificazione

Novità per i cittadini agli sportelli degli uffici anagrafe e stato civile comunale. Dall’1 gennaio i cittadini non potranno più ottenere certificati riguardanti stati, qualità personali e fatti, da esibire ad altre pubbliche amministrazione o a gestori di servizi pubblici che dovranno accettare solamente autocertificazioni.
I certificati potranno essere rilasciati dagli uffici anagrafe e stato civile sole se utilizzati nei rapporti tra privati. 
Lo ha stabilito la legge di stabilità n. 183/2011 che ha l’obiettivo di consentire una completa "decertificazione" nei rapporti tra Pubblica amministrazione e privati. Qualsiasi comportamento delle amministrazioni pubbliche e dei gestori difforme da tale disposizione costituirà violazione dei doveri d'ufficio.
I certificati dovranno essere sempre sostituiti dalle dichiarazioni sostitutive di certificazione o da dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà.
Il Comune di Vicenza già da tempo ha predisposto, direttamente agli sportelli d'Anagrafe e nel sito del Comune, modelli di dichiarazioni sostitutive di certificazione o di dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà, utili per guidare e facilitare il cittadino che a breve verranno ulteriormente potenziate e diversificate.
L’utilizzo di autocertificazioni consente al cittadino di evitare di recarsi direttamente presso gli sportelli Anagrafe e Stato Civile, predisponendo da solo tutte le dichiarazioni riguardanti stati, fatti e qualità giuridiche che lo riguardano o di cui è a diretta conoscenza ed evitando anche il pagamento di imposte di bollo o diritti di segreteria. L'autocertificazione, infatti, ha lo stesso valore dei certificati e può essere accettata, oltre che dalle amministrazioni pubbliche, anche da tutte le istituzioni private (istituti bancari, compagnie assicurative, sindacati, notai) che lo consentono.

“L’obbligo di utilizzo dell’autocertificazione tra pubbliche amministrazioni è una novità importante per i cittadini che possono così evitare di recarsi agli sportelli e di spendere  dei soldi per le operazioni richieste – dichiara l’assessore ai servizi elettorali e demografici Massimo Pecori -. Si tratta di una vera semplificazione a vantaggio non solo dei cittadini, ma anche degli uffici che in questo modo vengono sgravati di richieste e hanno la possibilità di dedicarsi quindi ad un minor numero di utenti con l’alleggerimento dei carichi di lavoro e il raggiungimento di una maggiore efficienza.
Del resto in questo modo lo Stato dimostra di fidarsi dell’utente, responsabilizzando il cittadino che, se dichiara falsi stati, dovrà assumersi le responsabilità, anche penali.”

 

 

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza