Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

08/11/2011

A Palazzo Trissino l’omaggio del calcio italiano a Sergio Campana: oggi la riunione del consiglio federale della Figc in sala Stucchi

In Sala degli Stucchi l’omaggio del calcio italiano a Sergio Campana e la firma dell’“accordo di Vicenza” tra la Lega di serie B e l’Associazione Italiana Calciatori (Aic).

Questa mattina a palazzo Trissino si è tenuta la prima riunione della storia del consiglio federale della Federazione Italiana Giuoco Calcio (Figc) fuori da Roma in onore di Sergio Campana, bassanese, bandiera della squadra del Vicenza, avvocato e presidente dal 1968 fino allo scorso aprile dell’Aic che ha sede a Vicenza in contrà delle Grazie.

L’assessore allo sport Umberto Nicolai ha salutato i presenti a nome dell’amministrazione comunale e del sindaco Achille Variati che non ha potuto essere presente all’incontro: “Campana ha fatto la storia del calcio – ha detto Nicolai – e l’associazione calciatori da lui fondata ha dato lustro a Vicenza dove ha la sede. Invito i membri del consiglio a rivolgere la loro attenzione in particolare ai giovani, sperando che nel mondo del calcio ci sia sempre più sport e meno business”.

Il presidente della Figc Giancarlo Abete ha nominato Sergio Campana dirigente benemerito della Figc: “Per i tanti anni di lavoro di una persona di poche parole e tanti fatti – ha spiegato Abete – e per le pagine importanti per il calcio italiano scritte alla guida dell’Associazione calciatori”.

Sergio Campana ha ringraziato per gli attestati di stima esprimendo l’auspicio “di incontrarsi nuovamente dopo la vittoria dell’Italia agli Europei”. E nel successivo incontro con i giornalisti si è augurato un cambio di rotta dell’industria del pallone “che torni a privilegiare il pubblico allo stadio e non le televisioni”.

Al termine del consiglio c’è stata la firma di quello che è stato chiamato l’“accordo di Vicenza”: l’intesa collettiva tra la Lega di serie B e l’Aic che stabilisce per i prossimi tre anni le condizioni normative ed economiche dei giocatori che militano nelle squadre della serie cadetta.

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza