Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

21/10/2011

Disinnesco bomba, saranno un centinaio le forze in campo

Saranno un centinaio gli uomini a disposizione nella giornata di disinnesco della bomba rinvenuta nel cantiere del nuovo tribunale.
Domenica 23 ottobre polizia locale, Suem, volontari di protezione civile del Comune di  Vicenza e della Provincia, il Gruppo alpini sezione di Vicenza, Coni e Agesci-Veneto settore protezione civile zona Vicenza Berica si sono resi disponibili per presidiare la zona inaccessibile e per prestare assistenza a residenti o domiciliati.
Infatti dalle 8.30 veicoli e pedoni non potranno entrare nell’area entro un raggio di 300 metri dall’ordigno. Pertanto, entro quell’ora, tutti i cittadini dovranno lasciare le proprie abitazioni fino alla conclusione delle operazioni di disinnesco.
Saranno 30 gli agenti di polizia locale impegnati domenica 23 ottobre nella gestione della viabilità e dell’informazione con altoparlanti e per eventuali necessità: di questi 15 saranno ai varchi predisposti per vietare l’accesso nella zona interessata. A disposizione ci saranno anche 30 uomini della volontari Protezione civile del Comune Vicenza, 10 della Protezione civile della Provincia e 22 del Gruppo alpini sezione di Vicenza. Inoltre a disposizione ci saranno anche altre forze dell’ordine impegnate a mantenere l’ordine pubblico e la sicurezza.
Saranno 2 le persone con difficoltà a lasciare autonomamente la propria casa che verranno accompagnate all’ospedale da ambulanze del Suem. 16 anziani troveranno ricovero al centro parrocchiale di Santa Caterina, 13 dei quali giungeranno autonomamente o con il supporto delle squadre della protezione civile. Per gli altri tre è stato chiesto l’intervento dei servizi sociali che in un caso interverranno con un operatore; per le altre due persone, invece, è stato richiesto l’intervento del servizio trasporto disabili.
Nei due centri di accoglienza troveranno ricovero alcune persone già contattate dal Comune: nel centro Parrocchiale di Santa Caterina 16 anziani saranno accolti dai  volontari Agesci-Veneto settore protezione civile zona Vicenza Berica mentre nella palestra dell’Istituto Lampertico, dove saranno ospitate le famiglie, ci sarà personale del Coni che organizzerà attività adatte anche ai bambini.
Inoltre Confcommercio che insieme al Comune organizza domenica 23 l’ultima delle tre giornate dedicate a CioccolandoVi, offrirà a coloro che sono costretti a lasciare le loro case per il disinnesco della bomba una tazza di cioccolata calda. I buoni che consentiranno di ricevere la dolce prelibatezza verranno distribuiti questa sera durante la riunione che si terrà centro parrocchiale di Santa Caterina alle ore 20.30, nei due centri di accoglienza e nei gazebo informativi dislocati al park Bassano, davanti al ristorante Zushi in piazzale Fraccon e in viale Riviera Berica accanto al distributore di benzina in Riviera Berica vicino all’incrocio con viale dello Stadio.
I buoni potranno essere spesi per ritirare una cioccolata calda durante tutta la giornata di domenica nei gazebo di Piazza Duomo, La Bottega del dolce di Cornuta (Tv), in piazza Garibaldi al dolci Express di Merate (Lc) e a dolcilandia di Molano, in piazza dei Signori a cioccolateria Chocopassion di Merate (Lc) al Sil di San Donà di Piave (Ve) e da Morisco Dolciaria Cittadella (Pd). Infine in Piazza Biade da Gelato Buonissimo di Conegliano (Tv9 e da Francesco Lotto di Quinto Vicentino (Vi).
“Ringrazio Confcommercio per la sensibilità dimostrata in occasione di questa domenica particolare offrendo una tazza di cioccolata calda a coloro che sono costretti a lasciare le proprie case – dichiara il sindaco Variati – e inoltre tutti gli uomini in campo che si sono messi a disposizione per prestare assistenza ai cittadini.”
Il Suem, inoltre, si è reso di esponibile per dare assistenza psicologica a coloro che ne avranno necessità, sia nei centri di accoglienza predisposti, sia per casi particolari.
42 delle presone che dovrebbero lasciare l’area interessata non sono state rintracciate nelle loro abitazioni. Pertanto si presume che si siano trasferite pur mantenendo la residenza in città. 62 persone invece non hanno ancora comunicato cosa dove intendono recarsi domenica mattina: per questo domani verranno contattate per avere quindi la mappatura completa della zona.
Tutte le disposizioni e i consigli per chi sarà evacuato sono pubblicati sul sito del Comune di Vicenza.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza