Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

29/09/2011

"Vivere sani, Vivere bene - Il Respiro", la terza edizione dal 4 al 10 ottobre nel centro storico di Vicenza

Scienza, medicina, architettura, sport, musica, teatro, cinema e yoga. È questa l’essenza della terza edizione di “Vivere sani, Vivere bene” che per il secondo anno affronta il tema del “Respiro”.
La rassegna è organizzata dalla Fondazione Zoé – Zambon Open Education - con il sostegno dell’assessorato all’istruzione e con la collaborazione dell’assessorato alla cultura e alla famiglia e alla pace.
Nell’ambito della manifestazione, la sezione “Il respiro dei bambini” sarà dedicata al pubblico più giovane. In particolare in tutte le scuole cittadine, a partire da quelle dell’infanzia fino alle secondarie di primo grado, è stato distribuito il materiale informativo proprio perché i contenuti che verranno sviluppati nell’ambito di questa terza edizione hanno una forte attinenza ai temi dell’educazione d’interesse delle famiglie che sono invitate insieme ai  propri figli a partecipare agli eventi in programma. Lo spettacolo teatrale di domenica 9 ottobre sarà dedicato proprio al pubblico più giovane: la celebre favola “Storia di una sirenetta” una delle più rappresentative del genio letterario di Andersen, andrà in scena al Teatro Astra alle 17, interpretata dalla compagnia “Ullallà Teatro Animazione”. Inoltre ai bambini sarà dedicata l’anteprima del festival, in programma sabato 1 ottobre ospitata all’interno di “Azioni solidali vicentine”, a cura del Centro Servizi per il volontariato: alle 15 e alle 17 in piazza Castello Ketti Grunchi si cimenterà nella narrazione animata dal titolo “I tre orsi: una storia raccontata al ritmo del respiro”, alle 16 e alle 16.30 in piazza Garibaldi l’associazione A.L.I.R Vicenza proporrà “Il viaggio dell’aria”.
Oggi gli eventi della rassegna  "Vivere sani, Vivere bene - Il Respiro" sono stati presentati dagli assessori all’istruzione Alessandra Moretti, alla cultura Francesca Lazzari, alla famiglia e alla pace Giovanni Giuliari e dal segretario generale della Fondazione Zoè Luca Primavera.
“Fondazione Zoè ripropone anche quest’anno la manifestazione "Vivere sani, Vivere bene” sottolineando ancora una volta il suo impegno costante a favore del tema della prevenzione – dichiara l’assessore all’istruzione Moretti -. L’anno scorso è iniziata la collaborazione del Comune di Vicenza a favore di questa iniziativa che ancora una volta vede la disponibilità di Fondazione Zoè ad affrontare tematiche importanti in un periodo di difficoltà economiche come questo che vede i comuni sempre più in difficoltà nell’organizzare eventi strutturati.”
“Il Comune di Vicenza, riconoscendo la validità dell'iniziativa, ha deciso anche quest’anno di essere a fianco della Fondazione Zoé – spiega l’assessore alla cultura Lazzari -, con la consapevolezza che la cultura, se tradotta in informazione “attiva” e strategia politica durevole, può divenire a sua volta strumento di benessere e di welfare attivo, con ricadute positive e durature sul tessuto sociale. La terza edizione di “Vivere sani, vivere bene” vuole essere dunque un'occasione per tutti i cittadini per cogliere preziosi spunti e informazioni per migliorare la qualità della propria vita.”
“La fondazione Zoè è abile nel mettere insieme artisti e professionisti del territorio che si confrontano su importanti tematiche – interviene l’assessore alla famiglia e alla pace Giuliari -. Proprio il tema del disagio mentale, problema non solo sanitario ma anche socio-sanitario, tocca da vicino anche il Comune di Vicenza che dovrà sostenerne parte dei costi, come ha di recente comunicato l’Ulss. Costi che stimiamo aggirarsi attorno ai 500 mila euro.”
“Dopo un rodaggio iniziale utile per capire se Vicenza avrebbe accolto positivamente il nostro progetto, a seguito del successo delle precedenti edizioni, abbiamo deciso di proseguire e di implementare la proposta - segretario generale della Fondazione Zoè Luca Primavera -. Infatti sono aumentati i patrocini e le collaborazioni oltre che gli appuntamenti: quattro il primo anno, dieci il secondo, diciannove quest’anno. Inoltre quest’anno riproponiamo il tema del Respiro visto che lo scorso anno non siamo riusciti ad esaurire gli argomenti correlati. Tra gli appuntamenti più significativi quello di apertura, martedì 4 ottobre con il vescovo Pizziol e Dan Segre, scrittore italo-istraeliano, inserito tra l’altro nel Festival biblico 2012. Per l’occasione verrà inoltre consegnato il premio “Comunicazione della Salute” alla memoria di Mino Damato e verrà ritirato dalla da Silvia Damato che è subentrata alla Presidenza della “Fondazione Bambini in Emergenza”. Sta avendo un ottimo riscontro il concerto previsto in serata con Paolo Fresu: sono ancora pochi i posti disponibili, quindi invito chi fosse interessato ad affrettarsi a segnalare la propria presenza visto che questo, come tutti gli altri appuntamenti, è ad ingresso libero. Quest’anno il festival dedicherà uno spazio particolare alla salute della mente – conclude  Primavera - analizzando ciò che accade all’uscita dal tunnel delle malattie mentali. Infine ricordo la mostra “Le Torri dell’Aria” di Michele De Lucchi allestita all’interno di cinque arcate della Basilica.”
La manifestazione dedicata al respiro offre al pubblico diciannove appuntamenti in sette giorni, dal 4 al 10 ottobre, nelle principali sale e teatri del centro storico di Vicenza, per parlare dell’atto che inizia la vita nel momento della nascita e ne decreta la fine al giungere della morte. Respiro fisico, dunque, ma anche respiro psicologico, metafisico, in grado di identificare un’emozione, uno stato d’animo, una suggestione.
Il lungo percorso comincia martedì 4 ottobre alle 18 al Palazzo delle Opere Sociali con “Il Respiro della Libertà”. Con esperti provenienti da esperienze culturali e formative differenti quali lo scrittore italo-istraeliano Vittorio Dan Segre (fondatore tra l’altro de “Il Giornale” con Montanelli), il filosofo Carmelo Vigna, assieme al Vescovo di Vicenza, Monsignor Beniamino Pizziol si discute sul significato di una delle parole più ambigue tra quelle che un essere umano è solito usare con disinvoltura: libertà.
Nella serata dello stesso giorno, alle 20.45, nella chiesa di Santa Maria dei Servi, i musicisti Paolo Fresu, Andrea Bressan e Mario Arcari con linguaggi musicali differenti (classico, etnico, jazz) guideranno il pubblico in un viaggio di emozioni e suggestioni dentro l’anima degli strumenti a fiato con il concerto “Il Respiro delle Note. La musica in un soffio”.
Un viaggio destinato a proseguire nella serata di mercoledì 5 ottobre al Palazzo delle Opere Sociali con “Il Respiro Oltre I Muri” dove i muri sono quelli delle ideologie, delle appartenenze politiche e religiose, della convivenza. Eitan Kerem, direttore di Hadassah Medical Centre di Gerusalemme presenterà il “Progetto Gaza” per la cura dei bambini affetti da fibrosi cistica che abitano nella striscia di Gaza. Un esempio di come la medicina possa superare le barriere tra i popoli. Alla luce dei cambiamenti in atto nel mondo arabo il sociologo ed editorialista Khaled Fouad Allam e il giornalista Marc Innaro, corrispondente Rai dalla sede del Cairo in Egitto, ci offriranno la loro chiave di lettura per interpretare gli eventi attuali e i loro possibili sviluppi nei paesi della sponda sud del Mediterraneo e non solo. A moderare l'incontro il vicedirettore del "Giornale di Vicenza", Antonio Di Lorenzo.  Ospite della serata sarà Matteo Marzotto, Vicepresidente della Fondazione per la ricerca sulla Fibrosi Cistica-onlus.
Non poteva quindi mancare uno sguardo ad oriente, verso la millenaria disciplina dello yoga che fa del respiro e delle tecniche per il suo miglioramento l'essenza primaria. Una serie di incontri sono quindi dedicati ad una delle pratiche più intriganti della cultura orientale. Dedicata a manager, dirigenti e imprenditori è la lezione di Hatha Yoga, che in collaborazione con la scuola di formazione manageriale, Fondazione CUOA, verrà proposta venerdì 7 ottobre.
Grazie alla collaborazione con il “Conservatorio A. Pedrollo” nascono invece due eventi dedicati ai musicisti. Un primo incontro, “Il Respiro Musicale”, si svolgerà giovedì 6 ottobre con i musicisti Federica Righini, Riccardo Zadra e Michele Calgaro. Un workshop per apprendere come nella creazione musicale il flusso della musica segua il flusso del respiro sino a diventarne sua espressione. A seguire nella mattina di sabato 8 una sessione di yoga aiuterà i musicisti nell’esecuzione di esercizi per attenuare l'ansia da concerto e sfruttare così le capacità espressive e artistiche.
Passando poi dal cinema al teatro e al volontariato, Zoé inaugura la mostra “Le Torri dell’Aria” dell’architetto e designer Michele De Lucchi. Da venerdì 7 ottobre a giovedì 3 novembre cinque torri saranno poste in corrispondenza di 5 arcate inferiori della Basilica sul fronte della piazza, centro e simbolo della città di Vicenza. Le torri sono lievi e sinuose evoluzioni di una forma architettonica tridimensionale e permettono all’aria di fluire al loro interno, lasciandosi modificare dal suo passaggio.
A declinare il difficile tema del “Respiro nella Mente” Zoé propone un doppio appuntamento sul disagio mentale: prima a teatro, nella serata di venerdì 7 ottobre al Teatro Astra con lo spettacolo “Succo d’Aceto”dello scrittore Pino Roveredo, Premio Campiello 2005 e poi sabato mattina in un convegno alle Opere Sociali sul reinserimento sociale dei malati mentali. Con Progetto Itaca e le principali Associazioni di volontariato locali, si rifletterà sulle attività di aiuto alle persone con problemi di salute mentale grazie anche alle testimonianze di chi il disagio l'ha vissuto e l'ha imparato a gestire.
Protagonista della serata di domenica 9 sarà la voce con uno spettacolo che si propone come un intreccio tra due mondi: quello del canto e quello del racconto. Brani eseguiti dal gruppo corale "I Polifonici Vicentini" ed interpretati dal compositore, poeta e linguista Bepi De Marzi. Nel pomeriggio ci sarà l’appuntamento per bambini con lo spettacolo teatrale “Storia di una sirenetta”.
L’evento di chiusura  quest’anno sarà "Il Respiro della montagna". Lunedì 10, al Teatro Comunale, il campione di alpinismo Marco Confortola, che nel maggio 2008 ha partecipato alla spedizione “Share Everest 2008” collocando sul Colle Sud dell'Everest a 8000 metri la stazione meteorologica più alta della terra, si racconterà con un migliaio di ragazzi delle scuole medie superiori del Vicentino.
Informazioni e prenotazioni: 0444325064 , info@fondazionezoe.it, www.fondazionezoe.it
Per prenotazioni e informazioni sugli spettacoli al Teatro Astra: 0444323725, astra@piccionaia.org.

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza