Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

06/09/2011

Libri di testo e borse di studio, l’assessore Moretti: "Tagliati i fondi per il sostegno all’istruzione a centinaia di famiglie"

Libri di testo: ancora bloccati i contributi regionali per l’anno scolastico 2010-11, previsione di rimborsi per il 2011-12 solo fino ad un reddito Isee di 10 mila 600 euro e ancora nessun bando pubblicato per le borse di studio. È la situazione che denuncia l’assessore all’istruzione del Comune di Vicenza, Alessandra Moretti, sul fronte del sostegno allo studio da parte della Regione Veneto a pochi giorni dall’avvio del nuovo anno scolastico.

"Le famiglie degli 852 studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado e delle scuole di formazione professionale che avevano diritto al contributo sui libri di testo per lo scorso anno scolastico – spiega l’assessore Moretti - hanno cominciato a chiamarci chiedendoci spiegazioni sul mancato aiuto per la fornitura gratuita o semi gratuita. A fronte dell’erogazione statale di una parte dei contributi previsti, la Regione deve ancora erogare la quota mancante per permetterci di procedere alla liquidazione completa degli aiuti alle 768 famiglie appartenenti alla prima fascia di reddito, con un Isee cioè fino a 10.632,95 euro e alle 84 famiglie appartenenti alla seconda fascia, fino a 13.500 euro".

In totale, sono pari a 134.595,67 euro i soldi che Stato e Regione, complessivamente, dovrebbero erogare alle 852 famiglie che hanno diritto al contributo. Si tratta di un aiuto assegnato sulla base delle spese effettivamente sostenute, che variano da meno di 20 euro a oltre 350 euro, e che mediamente si attestano attorno ai 100 euro.

"In considerazione della particolare situazione di necessità segnalata dalle famiglie - continua Moretti – ho dato comunque disposizione di liquidare al più presto alle famiglie l’importo ricevuto dallo Stato, pari a circa il 90%".

Ma non è questo l’unico motivo di preoccupazione all’assessorato all’istruzione: "Contrariamente all’anno scorso – annuncia l’assessore - il bando regionale sui libri di testo per il 2011-2012 prevedrà solo il rimborso a chi appartiene alla prima fascia di reddito, mentre le famiglie appartenenti alla seconda non vedranno un euro. Infine per il nuovo anno scolastico non è stato previsto alcun finanziamento per le borse di studio, per le quali l’anno scorso nel Comune di Vicenza erano state accolte 816 domande, per un importo complessivo pari a 207.152 euro. Ciò significa che il nuovo bando non verrà nemmeno pubblicato dalla Regione, a danno di centinaia di famiglie che non potranno più contare su questo contributo".

"Così facendo – è la conclusione dell’assessore Moretti - si smantella uno dei cardini dell’impianto costituzionale che è il diritto allo studio, impedendo di fatto la realizzazione di una parità formativa ed educativa rivolta ai ceti più deboli, già pesantemente colpiti dalla crisi economico-sociale del Paese".

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza