Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Sei in: > Area Stampa

14/06/2011

Variati, duro intervento al convegno Anci in Senato: "Mentre Roma discute, i Comuni muoiono"

“Mentre Roma discute, i Comuni muoiono”, questo il grido d’allarme lanciato dal sindaco di Vicenza Achille Variati,  oggi relatore in Senato ad un convegno sulla carta delle autonomie a cui ha preso parte anche il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

L’iniziativa è stata organizzata dall’Anci e dall’Associazione parlamentari amici dei Comuni sul tema “Carta delle autonomie: per un percorso condiviso”.

Il sindaco di Vicenza è stato particolarmente duro contro le lentezze e le vaghezze del Parlamento: “Sono passati troppi anni – ha detto Variati - dalla riforma del titolo V della Costituzione senza che si sia arrivati a risultati concreti. Adesso è in corso la discussione sulla carta delle autonomie, ma mentre a Roma discutete, i Comuni muoiono. E i Comuni sono il primo elemento di possibile ripresa, di investimento, di sviluppo del Paese. I Comuni sono la diga residua nel declinante rapporto di fiducia tra i cittadini e le istituzioni, assieme al presidente della Repubblica: gli uni il più basso, l’altro il più alto degli elementi dello Stato”.

“In questi ultimi anni – ha ricordato il sindaco di Vicenza - abbiamo dovuto fare i conti con il patto di stabilità, con regole uguali e ugualmente punitive anche per i Comuni virtuosi, che potrebbero spendere ed investire per la ripresa. Ora ci sono le norme incostituzionali con cui lo Stato entra nell'autonomia comunale, indicando addirittura quali capitoli tagliare, e di quanto, e sono prossimi nuovi tagli nei trasferimenti. Ma mentre i Comuni risparmiano, e risparmiano, altrettanto non riescono a fare gli altri rami”.

“Il Parlamento si svegli – ha concluso Variati - e ascolti il grido di dolore che viene dai territori: o il lavoro sulla carta delle autonomie decolla subito e diventa concreto, o i parlamentari possono anche deporre la penna e risparmiarsi lo sforzo. I Comuni, e i territori che rappresentano, sono ormai allo stremo delle forze: e con loro tutti i servizi fondamentali su cui i cittadini e le comunità locali contano ogni giorno”.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza