Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

03/05/2011

Una stele commemorativa dedicata a Virgilio Scapin, scrittore e libraio, verrà scoperta venerdì 6 maggio in contrà Do Rode

Una stele dedicata a Virgilio Scapin verrà scoperta venerdì 6 maggio alle 18 in contrà Do Rode 29 per commemorare l’illustre cittadino, scrittore e libraio, e per sottolineare quanto la Libreria Due Ruote, dove il manufatto verrà collocato, sia stata, tra gli anni 1962 e 2002, un luogo di cultura.
La stele è in marmo bianco greco, misura 126 centimetri di lunghezza e 76 di larghezza per un peso complessivo di oltre 150 chilogrammi. E’ stata realizzata dalla ditta Masiero di Chiampo, la stessa che ha creato il monumento alle foibe e all’esodo collocato al Cimitero maggiore.
In alto è collocato un bronzo di Nereo Quagliato del 1971, donato dallo stesso autore, che riproduce il ritratto di Virgilio Scapin, seguita da un’iscrizione composta da Sergio Perosa: “Qui nella Libreria Due Ruote, dal 1962 al 2002, fece casa e bottega d’arte, incontro di amici e di scrittori, Virgilio Scapin, autore di rara e radicata vicentinità, 1932-2006. Il Comune di Vicenza 2011”.
Sergio Perosa, professore emerito di letteratura anglo-americana dell’Università di Venezia che condivise con Virgilio Scapin gli studi a Ca’ Foscari, abitando nella stessa camera a Venezia. Entrambi, tra l’altro, usufruirono di una borsa di studio a Roma e soggiornarono insieme in Inghilterra tanto da far dire a Fernando Bandini che la storia del loro sodalizio “sarebbe materia da romanzo”.
L’immagine raffigurata nella lapide, donata dall’autore Nereo Quagliato, è tratta da una versione originaria in terracotta che fu molto cara allo scrittore e libraio, conservata in quelle che furono le sue abitazioni, in contrà S. Antonio e in viale Verdi.
Del resto Nereo Quagliato è sempre stato generoso con Vicenza, la sua città. Questa donazione, infatti, segue quella della quinta stazione della Via Crucis per il monumento delle foibe e all’esodo inaugurato quest’anno in occasione del Giorno del ricordo.

 

Dopo lo scoprimento della stele alla quale presenzieranno in qualità di madrine le figlie di Scapin,  Alessandra e Giovanna, ci si recherà a palazzo Trissino dove è previsto un incontro per commemorare la figura dell’illustre vicentino. All’appuntamento parteciperanno il sindaco Achille Variati, Sergio Perosa, professore emerito di letteratura anglo-americana dell’Università di Venezia, compagno di studi di Scapin e Walter Stefani, memorialista vicentino, amico di lunga data dell’illustre vicentino e priore della Confraternita del baccalà, carica precedentemente ricoperta proprio da Scapin. Il consigliere comunale Pio Serafin illustrerà la composizione della stele e il suo significato.

Alla cerimonia saranno presenti anche i membri della confraternita del baccalà.

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza