Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

03/05/2011

Previsioni meteo, un corso in quattro serate a Vicenza a partire dall’11 maggio

Come nasce una previsione meteo? Ma soprattutto, come si legge? E come si può prevedere una nevicata, o i temporali? Le risposte - ma anche un’analisi meteorologica dell’alluvione che l’1 novembre scorso ha colpito Vicenza - verranno fornite dal corso gratuito di meteorologia che è stato presentato oggi a palazzo Trissino dall’assessore all’ambiente Antonio Dalla Pozza e da Marco Rabito, amministratore e responsabile scientifico di SerenissimaMeteo.eu, il sito internet di appassionati di previsioni e analisi meteo riguardanti il territorio del Nordest. Furono loro, ad esempio, ad aver previsto con qualche giorno di anticipo l’alluvione di Ognissanti, tanto da rendere subito il loro sito uno dei più frequentati nel Nordest. Nei mesi di novembre e dicembre scorsi, del resto, numerosissime sono state le persone che appena sveglie la mattina per prima cosa scrutavano il cielo. Di qui l’idea di Rabito di rendere più accessibile la materia attraverso alcuni incontri pubblici che hanno poi registrato il tutto esaurito: a Torri di Quartesolo, Monticello Conte Otto e S. Giorgio delle Pertiche, ma anche nelle classi prime e seconde del liceo scientifico Quadri di Vicenza. 

“Abbiamo dato non solo il patrocinio – ha spiegato Dalla Pozza –, ma partecipiamo anche attivamente al corso. Dopo i tragici eventi alluvionali di novembre, vogliamo infatti offrire ai cittadini la possibilità di crearsi una cultura meteorologica, così come abbiamo in cantiere una mattinata di approfondimento per un gruppo selezionato di dipendenti del Comune e di Aim per la lettura corretta di una previsione meteo. Ci sono già i corsi della Regione in merito, ma riteniamo che uno sguardo più aperto possa essere solo che utile. Per quanto riguarda poi la prima serata – ha aggiunto –, parleremo sì di alluvione, ma dal punto di vista scientifico e meteorologico per capire cosa è successo”.

“Con un linguaggio semplice e accessibile a tutti – ha anticipato Rabito – vogliamo far comprendere i segnali che ci manda l’atmosfera attraverso vento, pioggia, grandine, neve, fulmini e trombe d’aria. Vedremo quali sono gli strumenti a nostra disposizione e parleremo di osservazione delle nuvole per smentire contemporaneamente alcuni luoghi comuni. Resta comunque il fatto che fare il meteorologo in Italia è più difficile, ad esempio, che negli Stati Uniti, perché qui abbiamo mare, montagne, colline e pianure concentrati in pochissimi chilometri”.

Le serate di divulgazione meteorologica sono in programma a Vicenza a partire dall’11 maggio per quattro mercoledì consecutivi, con inizio alle 20.30: la prima al palazzo delle Opere sociali di piazza Duomo (ingresso libero fino alla capienza massima di 150 persone), le altre tre nella sala dei chiostri di santa Corona (per 100 persone circa su iscrizione gratuita durante il primo incontro o scrivendo all’indirizzo iscrizioni@serenissimameteo.eu).

“L’alluvione a Vicenza e come nasce una previsione meteo” è il titolo del primo incontro (11 maggio), in cui si parlerà anche di nuvole, osservazione e rilevazione dei parametri meteorologici. Seguirà il 18 maggio “Quando l’inverno diventa bianco” per parlare degli inverni di casa nostra e di come prevedere una nevicata. Il 25 maggio sarà la volta dell’”Estate tra tuoni e fulmini”: spazio quindi alle previsioni dei temporali, alle loro genesi e tipologie, e agli eventi estremi ad essi collegati. Infine l’1 giugno si parlerà di “Tornado in Italia e stormchasing”. Verranno pertanto analizzati alcuni di questi straordinari eventi attraverso foto, video e testimonianze dirette.

Oltre a Marco Rabito, che è anche cacciatore di tornado negli Stati Uniti e in Italia, nonché autore del libro di prossima pubblicazione “Tornado Alley”, gli incontri saranno tenuti da Davide Rosa, insegnante di matematica e ingegnere civile, mente storica degli episodi nevosi sulla pianura vicentina e autore di analisi strutturali sui danni da tornado in Italia; Tobia Scortegagna, biologo, appassionato di fenomeni temporaleschi e gestore dell'importante stazione meteorologica di Monte Magrè; e Alessandro Buoso, meteorologo di Arpa Veneto, autore delle previsioni nella rubrica di RaiTre “Buongiorno Regione”, che offrirà le previsioni per i giorni successivi assieme a qualche consiglio per una corretta lettura dei bollettini.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza