Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

18/04/2011

Contributo affitti: pubblicato il bando per il 2009 e il 2010. L’assessore Giuliari: “Il fabbisogno aumenta, ma il Governo continua a tagliare i fondi per il sociale"

"La situazione è drammatica anche per tante famiglie vicentine”

Il Comune di Vicenza ha pubblicato il bando per l’assegnazione di contributi regionali per le spese di affitto sostenute nel 2009 e nel 2010. La novità di quest’anno infatti è che i cittadini potranno presentare una sola domanda, che sarà però valida per due anni, con erogazione nel 2012 del contributo regionale relativo all'affitto 2010.

Per partecipare, la richiesta di contributo va presentata entro il 20 maggio 2011 ai Caf convenzionati oppure inviata per raccomandata con ricevuta di ritorno al Comune di Vicenza - Settore servizi sociali e abitativi - contrà Mure S. Rocco 34, via fax al numero 0444 221103, oppure tramite posta certificata all’indirizzo vicenza@cert.comune.vicenza.it.

I dettagli del nuovo avviso sono stati presentati questa mattina a palazzo Trissino dall’assessore alla famiglia Giovanni Giuliari, che ha colto l’occasione per fare il punto sulle risorse per il sociale stanziate negli ultimi anni da Stato, Regione e Comune.

“La Regione Veneto ha deliberato quest’anno un aumento di 300 mila euro per il Fondo sociale affitti ed è una scelta che apprezzo molto – ha dichiarato l’assessore -. Dall’altra parte però assistiamo ad una drastica riduzione da parte del governo Berlusconi dei trasferimenti statali destinati a interventi di carattere sociale”.

Giuliari ha quindi elencato i numeri: “A livello statale il Fondo affitto è sceso dai 205,6 milioni di euro del 2008 ai 161,8 milioni del 2009, ai 143,8 milioni del 2010, ai 33,5 milioni del 2011. E la previsione per il 2013 è di un simbolico stanziamento di 14 milioni di euro. L’aspetto drammatico di una tale pesante diminuzione dei fondi – ha evidenziato l’assessore - è che continua invece a crescere il fabbisogno da parte delle famiglie in affitto con redditi bassi. Basti pesare che a livello regionale dalle 31.421 domande presentate nel 2008 siamo passati alle 36.218 del 2010, e se nel 2008 le risorse stanziate da Stato, Regione e Comuni coprivano il 96% del fabbisogno, nel 2010 la copertura si è fermata al 48%, portando il contributo medio erogato alle famiglie venete da 1.250 a 748 euro. A Vicenza – ha sottolineato l’assessore – ciò si è tradotto in un importo medio che è passato da 938 euro per 1.008 famiglie nel 2009 a 802 euro per 1.046 famiglie nel 2010, con previsione di ulteriore diminuzione con il bando di quest’anno proprio a causa della pesante diminuzione del fondo statale: alla fine pertanto stimiamo che il contributo riuscirà a coprire appena poco più di una mensilità su 12. Ciò provocherà a sua volta un ulteriore aumento degli sfratti per morosità, che all’ultima rilevazione hanno tra l’altro segnato per la prima volta il sorpasso delle famiglie vicentine su quelle straniere (156 contro 115). Ancora una volta quindi – ha concluso Giuliari - sono le famiglie più fragili a pagare i costi di quello che qualcuno ha il coraggio di chiamare risanamento”.

Tornando al bando per le spese di affitto, possono fare domanda di contributo i cittadini residenti nel Comune di Vicenza con contratto di locazione relativo agli anni 2009-2010 regolarmente registrato e che, tra i vari requisiti, abbiano un Isee fsa, cioè l’indicatore della situazione economica equivalente ai fini del fondo sostegno affitti, non superiore a 14 mila euro. I cittadini extracomunitari devono inoltre essere in possesso del certificato storico di residenza attestante la residenza continuativa, al momento della presentazione della domanda, di 5 anni nella Regione Veneto o di 10 anni in Italia.

Gli interessati possono ottenere consulenza e presentare on line la domanda rivolgendosi ai Caf convenzionati con il Comune di Vicenza, che sono autorizzati a riscuotere soltanto le spese di istruttoria pari ad 1 euro. In tal caso è necessario prenotare telefonicamente l’appuntamento e presentarsi con tutta la documentazione richiesta in originale richiesta dal bando.

Il bando e l’elenco dei Caf convenzionati sono in distribuzione al Settore servizi abitativi, contrà Mure S. Rocco 34, nelle circoscrizioni comunali e ai servizi sociali di zona oppure possono essere scaricati da questo sito nella sezione “Primo piano”.

 

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza