Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

04/01/2011

Con l'arrivo dell'Epifania il 9 gennaio si concludono gli eventi organizzati durante le feste in città e nelle circoscrizioni

Tante bancarelle in centro storico dal 4 al 6 gennaio con la Fiera dell’Epifania, con inizio alle 8 di ciascuna mattina per chiudere i battenti alle 20 il 4 gennaio, alle 22 il 5 e alle 19 il 6. Saranno 210 le bancarelle che invaderanno con ogni sorta di merce, sia del settore alimentare che del settore non alimentare, piazza dei Signori, piazza Biade, piazzetta Palladio e contra' Garibaldi, oltre a contra' Del Monte, contra' Cavour, piazza Duomo e contra' Pescherie. Gli espositori arriveranno da tutta Italia, compresi i 16 operatori che proporranno in piazzale De Gasperi le opere del proprio ingegno (escluso giovedì mattina per lasciare il posto al mercato settimanale) e i 14 artigiani che esporranno in piazza Castello (entrambe le tipologie dalle 8 alle 22).

Il 6 gennaio l’associazione Ferrock dalle 16.30 organizza, nel cortile e nell’aula magna dell’istituto comprensivo 8, la settima edizione di “Brusa la vecia”, la festa dell’Epifania con giocolieri e musica che culminerà con il “fogo a la vecia”. (Informazioni: circoscrizione7@comune.vicenza.it, 0444960126).
Sempre  nel quartiere dei ferrovieri, ma questa volta nella chiesa parrocchiale di S. Antonio ai Ferrovieri, i bambini potranno assistere ad un intrattenimento teatrale a partire dalle 15.30 e curato dalla parrocchia  (Informazioni: circoscrizione7@comune.vicenza.it, 0444960126).
Gli appassionati di musica lirica potranno invece assistere a partire dalle 16 al concerto dell’associazione Chori Canticum, con la direzione di Christian Maggio, nella chiesa di Santa Croce Bigolina, organizzato dal Gruppo pensionati Riviera Berica (circoscrizione2@comune.vicenza.it, 0444530780).

Gli appuntamenti del Natale in città e nelle circoscrizioni si chiudono domenica 9 gennaio con lo spettacolo brillante per ragazzi del gruppo teatrale “La Favola”, “Io sono io” che si terrà al teatro San Marco alle 16.30 con l’organizzazione dell’assessorato al decentramento e alla partecipazione del Comune di Vicenza (circoscrizione1@comune.vicenza.it, 0444222711).

Mentre si concludono gli appuntamenti con il teatro, la musica e le feste natalizie, ci sarà invece ancora l’opportunità di visitare i presepi della città in alcuni casi anche fino a metà o a fine gennaio.

“Presepi in città”, insieme a Comune, diocesi di Vicenza e associazione presepi di Vicenza, coinvolge 17 parrocchie che propongono un itinerario attraverso altrettanti presepi fra tradizione, fede ed arte. I presepi si potranno visitare indicativamente durante l’orario di apertura delle chiese, dalle 8 alle 12 e dalle 15 alle 19. Indicazioni più dettagliate si trovano nell’opuscolo che si trova nelle parrocchie e che si può scaricare anche dal sito www.presepidivicenza.com.

Inoltre proseguono alcune particolari iniziative: a Maddalene si potrà ammirare fino al 31 gennaio un caratteristico presepe con artistiche figure in legno allestito dal Comitato per il restauro del complesso monumentale di Maddalene in strada di Maddalene, strada delle Beregane, Maddalene Vecchie, via Stelvio, al Cristo, strada S. Giovanni, Lobia.
Nella sacrestia della parrocchia di San Bortolo è esposta fino al 16 gennaio una raccolta di diorami, una ventina di piccole fedeli rappresentazioni artistiche di scene della natività e bibliche, frutto di approfondite ricerche storiche e minuzioso lavoro di appassionati maestri presepisti di S. Bortolo.
Sul sagrato della chiesa di Casale fino all’Epifania resterà esposto un presepe di grandi dimensioni con statue in legno. Suggestiva la visione notturna (illuminazione dalle 17 alle 24).
A Palazzo Trissino, visibile da Contrà Cavour, rimarrà allestito fino a fine settimana il presepe che quest’anno vede fra i protagonisti anche i sacchi di sabbia e le casacche della protezione civile, a ricordo dell’alluvione che ha colpito la città. Inoltre è stata collocata anche una statua che raffigura un volontario africano che, in mezzo al fango, porta sulle spalle una donna bianca e, insieme, abbracciano il bambino di lei.

 

 

 

 

 

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza