Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

14/09/2010

Potenziamento dello “Sportello donna”, inizia oggi il corso per l’inserimento di psicologi e assistenti sociali volontari

Oggi si terrà il primo incontro del corso per assistenti sociali e psicologi volontari che collaboreranno con lo “Sportello donna -  rete di aiuto”. Il servizio gestito dal Comune di Vicenza con l’Ulss6 offre alle donne, vittime di maltrattamento e violenza, accoglienza, ascolto, supporto emotivo e psicologico, aiuto nei percorsi di cura e nel progetto di uscita dalla situazione maltrattante o violenta attraverso una specifica consulenza legale e per mezzo di un lavoro che si svolge in rete con i servizi del territorio.
Grazie all’ingresso nel gruppo di lavoro di psicologi e assistenti sociali volontari sarà possibile garantire un’apertura più ampia dello sportello che attualmente è attivo due giorni alla settimana e in cui prestano servizio psicologi dell’Ulss6 e volontarie dell’associazione “Donna chiama donna”.
L’iniziativa ha riscontrato un successo superiore alle aspettative tanto che le adesioni all’avviso, i cui termini sono scaduti il 2 settembre, sono state superiori a 50, a dimostrazione di un grande interesse e sensibilità verso i temi trattati dallo “Sportello donna”.
Oggi dalle ore 16 alle 19.30, nella sede dell’Informagiovani in contrà Barche 45, coloro che hanno aderito all’iniziativa saranno accolti dalla consigliera comunale con delega alle pari opportunità Cristina Balbi e dal direttore del distretto socio-sanitario Giuseppe Iannaci che porteranno il loro saluto.
Il corso prevede 5 incontri (martedì 14, 28 settembre, 12, 26 ottobre, 9 novembre) di circa 18 ore di lezione in aula complessive a cui seguirà una parte pratica consistente nella presa in carico congiunta di almeno due situazioni trattate allo sportello. Il servizio che verrà prestato all’interno dello “Sportello donna” richiede un impegno medio di circa 6-8 ore settimanali per un periodo non inferiore a 6 mesi continuativi alla fine del quale verrà rilasciato un attestato di partecipazione al corso e dell’attività svolta presso lo sportello.
Il corso, che accoglierà assistenti sociali e psicologi iscritti ai rispettivi albo professionali e i cui costi verranno sostenuti dal Comune di Vicenza, offrirà una preparazione adeguata ad affrontare le situazioni che si presentano allo “Sportello donna”. Per questo sono stati contattati docenti che provengono dal centro antiviolenza di Mestre, con il quale il Comune collabora, oltre che dal Comune stesso e dall’Ulss.

Per contattare lo sportello donna è necessario chiedere un appuntamento telefonando al Settore servizi sociali ed abitativi del Comune di Vicenza in contrà Mure S. Rocco, 34 (0444222550) dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13 e il martedì e il giovedì dalle 14.30 alle 17. I colloqui si svolgono il lunedì dalle 8.30 alle 10.30 e il mercoledì dalle 11 alle 13. Al di fuori degli orari, è attiva una segreteria telefonica che comunica gli orari di apertura dello sportello e i numeri ai quali rivolgersi in caso di emergenza: Carabinieri 112, Polizia di Stato 113, Servizio Urgenza ed Emergenza Medica (SUEM) 118.

Per informazioni: Ufficio pari opportunità 222162, pariopp@comune.vicenza.it

 

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza